Autunno...

Qui si possono scambiare riflessioni e pensieri

Autunno...

Messaggioda Uranium » lunedì 29 ottobre 2018, 22:47

Autunno. Tempo di riflessioni e di nostalgia, di rimpianti e di incertezze. Tempo di tristezza. Chi soffre o ha sofferto di depressione conosce bene questo stato d'animo. Giornate come quella odierna, poi, che qui al nord ha visto forte vento e pioggia sullo sfondo di un insolito cielo grigio-giallognolo, deprimerebbero anche i sassi. Ebbene, a voi che risentite di questo fosco quadro stagionale, senza la sia pur minima presunzione di insegnarvi alcunchè, io dico: non fateci caso! :yess:
Se ora tutto vi sembra più difficile, se vi sentite improvvisamente inutili, impotenti, alla mercè della vostra stessa vita, se sentite voglia di piangere e nulla più, sappiate che ciò è dovuto soltanto ad una particolare condizione di natura chimica del vostro organismo. E' tutto qui. Non è successo nulla che abbia cambiato improvvisamente la vostra vita, la vostra è soltanto un'impressione. Quando avete il raffreddore e il naso chiuso, non riuscite a sentire i profumi e i sapori di ciò che mangiate, giusto? Eppure, non è ciò che mangiate ad aver perso di colpo il suo profumo e il suo sapore...E' il vostro organismo, per una sua momentanea indisposizione, a non permettervi di avvertirlo e di trarne piacere. Fate conto, allora, che il vostro equilibrio chimico autunnale abbia una specie di raffreddore: è per questo che la vostra vita vi sembra improvvisamente cambiata, ma essa continua come prima, senza aver perduto un briciolo del suo valore e della sua importanza. Cercate di osservare con distacco la vostra tristezza, e ripetete a voi stessi che è soltanto un bluff. Non c'è nulla di peggio, per uno stato d'animo depresso, di essere ignorato, snobbato, deriso da chi lo prova in prima persona. Ma, qualcuno potrà obiettare, è assai facile a dirsi! Sono assolutamente d'accordo, tant'è vero che io stesso, mentre scrivo, mi sforzo di mettere in atto il medesimo ragionamento. Anch'io conosco questa, chiamiamola così, sindrome stagionale, e anch'io ne soffro. Ebbene, sforzarsi di svuotare certi stati d'animo del loro apparente significato non deve impedire, eventualmente, di chiedere aiuto; se, perciò, ne sentite il bisogno, allora scrivete, confidatevi, esprimete pure ciò che sentite senza timore di essere etichettati in alcun modo: ogni tristezza è una storia a sè e si porta appresso pensieri unici ed esclusivi. Non è necessario comprendere fino in fondo questi pensieri, per quanto stravaganti possano essere, per dare conforto...E' sufficiente dare loro la certezza di essere accolti e presi in considerazione. : Wink :
Siate giusti più che buoni
Kempis

CORAZZATA POTËMKIN PRESENTE !

Il messaggio di Uranium piace a: 2
ale_209, pierotto 52
Avatar utente
Uranium
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 1542
Iscritto il: lunedì 14 luglio 2014, 21:20
Località: Modena
“Mi Piace” dati: 705 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1318 volte
Religione: Spiritualista

Re: Autunno...

Messaggioda fatima » martedì 30 ottobre 2018, 14:36

Bellissimo post Uranium, hai descritto perfettamente le sensazioni che ho sempre io in questo periodo dell'anno, senza contare che poi si avvicina il 2 novembre e la mancanza dei cari defunti si aggiunge al disturbo affettivo stagionale.
Proprio nella mia presentazione dicevo che questo forum fa sentire meno soli e lo ripeto.
Grazie dal cuore. :cuore9: :cuoricini:
Ci sono piu' cose fra cielo e terra, Orazio, di quante ne sappia la tua filosofia.
fatima
Sporadico
Sporadico
 
Messaggi: 6
Iscritto il: domenica 28 ottobre 2018, 20:51
“Mi Piace” dati: 1 volta
“Mi Piace” ricevuti: 3 volte
Religione: cattolica

Re: Autunno...

Messaggioda fatima » martedì 30 ottobre 2018, 14:37

:grazie1000:
Ci sono piu' cose fra cielo e terra, Orazio, di quante ne sappia la tua filosofia.
fatima
Sporadico
Sporadico
 
Messaggi: 6
Iscritto il: domenica 28 ottobre 2018, 20:51
“Mi Piace” dati: 1 volta
“Mi Piace” ricevuti: 3 volte
Religione: cattolica

Re: Autunno...

Messaggioda Uranium » martedì 30 ottobre 2018, 20:54

Grazie a te, cara Fatima!
Purtroppo, in genere, la sensibilità delle persone verso questo problema non è molto sviluppata. Quando si è alle prese con qualcuno che lamenta di sentirsi solo o inutile, si tende a "svicolare", e se si cerca invece di sdrammatizzare con sincerità, lo si fa spesso in modo sbagliato. Per quanto sia un metodo molto usato, infatti, non è con l'espressione "è soltanto un momento, passerà, cerca di pensare a cose piacevoli" che si conforta chi si sente a disagio. Anche se emessa in buona fede, questa sentenza non porta sollievo, anzi, a volte non fa che esacerbare il malanimo di coloro a cui si rivolge. Personalmente credo che l'atteggiamento migliore sia quello di accogliere con rispetto le impressioni di chi ci parla e di considerarne l'importanza, anche quando essa è soggettiva; chi soffre non vuole sentirsi dire che "ha delle storie" o peggio, ma pure se di questo effettivamente si tratta, esistono le maniere opportune per cercare di convincerlo di ciò senza urtare la sua sensibilità. In fondo, tutti noi, almeno una volta nella nostra vita, ci siamo lamentati per autentiche sciocchezze, e non sarebbe corretto ignorarlo.
Per farla breve, io credo che la straordinaria semplicità della nostra natura venga esaltata anche dal solido conforto che riusciamo ad infondere semplicemente ascoltando...Parlare, sfogarsi, confidarsi è liberatorio anche quando non ci si aspetta o non si giunge ad escogitare alcuna soluzione al nostro malessere.
Siate giusti più che buoni
Kempis

CORAZZATA POTËMKIN PRESENTE !

Il messaggio di Uranium piace a:
ale_209
Avatar utente
Uranium
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 1542
Iscritto il: lunedì 14 luglio 2014, 21:20
Località: Modena
“Mi Piace” dati: 705 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1318 volte
Religione: Spiritualista

Re: Autunno...

Messaggioda ale_209 » mercoledì 2 ottobre 2019, 14:28

Uranium ha scritto:Autunno. Tempo di riflessioni e di nostalgia, di rimpianti e di incertezze. Tempo di tristezza. Chi soffre o ha sofferto di depressione conosce bene questo stato d'animo. Giornate come quella odierna, poi, che qui al nord ha visto forte vento e pioggia sullo sfondo di un insolito cielo grigio-giallognolo, deprimerebbero anche i sassi. Ebbene, a voi che risentite di questo fosco quadro stagionale, senza la sia pur minima presunzione di insegnarvi alcunchè, io dico: non fateci caso! :yess:
Se ora tutto vi sembra più difficile, se vi sentite improvvisamente inutili, impotenti, alla mercè della vostra stessa vita, se sentite voglia di piangere e nulla più, sappiate che ciò è dovuto soltanto ad una particolare condizione di natura chimica del vostro organismo. E' tutto qui. Non è successo nulla che abbia cambiato improvvisamente la vostra vita, la vostra è soltanto un'impressione. Quando avete il raffreddore e il naso chiuso, non riuscite a sentire i profumi e i sapori di ciò che mangiate, giusto? Eppure, non è ciò che mangiate ad aver perso di colpo il suo profumo e il suo sapore...E' il vostro organismo, per una sua momentanea indisposizione, a non permettervi di avvertirlo e di trarne piacere. Fate conto, allora, che il vostro equilibrio chimico autunnale abbia una specie di raffreddore: è per questo che la vostra vita vi sembra improvvisamente cambiata, ma essa continua come prima, senza aver perduto un briciolo del suo valore e della sua importanza. Cercate di osservare con distacco la vostra tristezza, e ripetete a voi stessi che è soltanto un bluff. Non c'è nulla di peggio, per uno stato d'animo depresso, di essere ignorato, snobbato, deriso da chi lo prova in prima persona. Ma, qualcuno potrà obiettare, è assai facile a dirsi! Sono assolutamente d'accordo, tant'è vero che io stesso, mentre scrivo, mi sforzo di mettere in atto il medesimo ragionamento. Anch'io conosco questa, chiamiamola così, sindrome stagionale, e anch'io ne soffro. Ebbene, sforzarsi di svuotare certi stati d'animo del loro apparente significato non deve impedire, eventualmente, di chiedere aiuto; se, perciò, ne sentite il bisogno, allora scrivete, confidatevi, esprimete pure ciò che sentite senza timore di essere etichettati in alcun modo: ogni tristezza è una storia a sè e si porta appresso pensieri unici ed esclusivi. Non è necessario comprendere fino in fondo questi pensieri, per quanto stravaganti possano essere, per dare conforto...E' sufficiente dare loro la certezza di essere accolti e presi in considerazione. : Wink :


Riporto a galla questa discussione iniziata da Roberto quasi 1 anno fa poiché purtroppo solo oggi mi ci sono imbattuta e rispecchiata immediatamente.
Complice il meteo pessimo ed il fatto che e' anche la "festa dei nonni" ... sento il mio umore spaventosamente in caduta libera verso il fondo, oggi vedo tutto nero, tutto storto.
Non amo la pioggia, non amo il freddo umido, non amo l'autunno ed in particolare ottobre e novembre, le foglie che cadono e gli alberi che perdono tutta la loro straordinaria bellezza...
Ogni anno sento un senso di tristezza e di voglia di piangere che aumenta sempre piu' man mano che le ore di luce diminuiscono, forse perché ogni anno, in questo periodo tendo a fare una sorta di botta di conti e mi accorgo che sempre piu' affetti vengono a mancare e mi sento "sola" anche se in realità non lo sono e non lo sarò mai.
Il mio modo di uscirne consiste nel programmare meticolosamente (da brava vergine) ogni cosa da fare, in giardino, in casa, per Natale, programmo qualsiasi cosa anche la piu' inutile ma questo mi fa sentire "viva" e utile. Ad esempio il prossimo week-end devo lavare tutti i miei maglioni di lana in vista del freddo, devo sistemare gli armadi, preparare le cose che non metto piu' da portare al mercatino di beneficenza del Gattile (domenica) ecc ecc.
Voi? Cosa fate per combattere la tristezza? :cuore1:
Per la mia amatissima Nonna Leo: Alcuni addii non sono per sempre. Non sono la fine. Semplicemente significano: “mi mancherai finché non ci incontreremo di nuovo”

Il messaggio di ale_209 piace a:
Uranium
Avatar utente
ale_209
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 1517
Iscritto il: lunedì 18 novembre 2013, 16:32
Località: Ferrara
“Mi Piace” dati: 2409 volte
“Mi Piace” ricevuti: 603 volte
Religione: CredoinDio

Re: Autunno...

Messaggioda Fernanda » mercoledì 2 ottobre 2019, 18:03

Ciao a tutti! :cuore9:

Ringrazio a te, Ale, per aver riportato questo messaggio :grazie1000: e a te Roberto per le parole che mi piacerebbe condividere su facebook se mi darai il permesso!

Così importante e confortante sapere che tutto passa nella vita, come passa la "sindrome stagionale" e gli effetti di questi tempi di transizione.

Ci vuole grinta, fiducia e speranze in movimento!

L'importante èd essere pronti a sempre fare qualcosa e non fermarsi mai... anche se piano piano, andare avanti è la cosa migliore.

Grazie ancora Ale e Uranium! :dicocuore:

Un abbraccio forte forte,

Fernanda.
“L’essere umano è in qualsiasi situazione,
quello che aspira,
l’irradiazione di quello che sente,
gli interessi che coltiva.”

Spirito Joanna de Ângelis
Psicografia Divaldo Pereira Franco

Il messaggio di Fernanda piace a:
ale_209
Avatar utente
Fernanda
Amministratore
 
Messaggi: 1463
Iscritto il: venerdì 20 febbraio 2009, 16:08
“Mi Piace” dati: 0 volta
“Mi Piace” ricevuti: 405 volte
Religione: Spiritista

Re: Autunno...

Messaggioda pierotto 52 » giovedì 3 ottobre 2019, 6:31

: Smile : Ciao amici :cuoricini: Personalmente non sono particolarmente triste in autunno...perché quanto a momenti di tristezza per il mio organismo una stagione vale l'altra :ahaha: Quand'ero più giovane sì, il mio "apparato emotivo" risentiva del cambiamento naturale che arriva con l'autunno, e ancor di più con l'inverno. Non è che sia diventata più forte, anche perché non sento la tristezza come una debolezza, è qualcosa che mi appartiene, un'emozione importante che è mia, come la gioia, senza l'una non c'è l'altra. Anzi, quando arriva la tristezza ne approfitto un po', ho imparato ad accettarla, e magari scrivo cose che vengono dal cuore e che metto da parte come un piccolo tesoro. Se poi mi accorgo che tendo a crogiolarmici un po' troppo, mi distraggo facendo cose utili, come fai tu Ale, finché lei se ne va. E dopo questo mio piccolo piccolo elogio alla tristezza, tristemente mi avvio a questo bel giorno, e per fortuna ho tante cose da fare :XD: Un abbraccio :cuore8:

Il messaggio di pierotto 52 piace a:
ale_209
Avatar utente
pierotto 52
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 3911
Iscritto il: venerdì 13 settembre 2013, 12:20
Località: Modena
“Mi Piace” dati: 3222 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1598 volte
Religione: cristiana

Re: Autunno...

Messaggioda ale_209 » venerdì 4 ottobre 2019, 14:47

Grazie Pier :smileR:
Per la mia amatissima Nonna Leo: Alcuni addii non sono per sempre. Non sono la fine. Semplicemente significano: “mi mancherai finché non ci incontreremo di nuovo”
Avatar utente
ale_209
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 1517
Iscritto il: lunedì 18 novembre 2013, 16:32
Località: Ferrara
“Mi Piace” dati: 2409 volte
“Mi Piace” ricevuti: 603 volte
Religione: CredoinDio

Re: Autunno...

Messaggioda Uranium » venerdì 4 ottobre 2019, 21:10

Buonasera a tutti, ben ritrovati!
Ebbene sì, sono proprio io...Come state?
Può ben succedere che, preso da altre questioni, mi assenti da questo forum per qualche tempo, ma dimenticarvi no...Questo è impossibile! Ho sempre dato una sbirciata a queste pagine, di tanto in tanto, e proprio stasera leggo che è stato riesumato un mio vecchio post nel quale si parla di tristezza; nella fattispecie, di tristezza autunnale. Così, desidero riprendere un po' il contatto con voi...Contatto che, ripeto, può latitare ma non interrompersi definitivamente.
Per rispondere ad Ale a proposito di ciò che si può fare per contrastare la malinconia, dirò che i sistemi sono all'incirca sempre gli stessi: bisogna lavorare di cervello e di fantasia, non smettere mai di domandarsi che cosa potrebbe giovare al nostro umore, e, una volta trovata una pur vaga risposta, cercare di agire di conseguenza. Questa, almeno, è la mia ricetta; non è sempre efficace, e, soprattutto, non ne ho altre a disposizione.
Negli ultimi tempi anch'io sto provando un certo qual deja-vu di umore abbastanza tetro e ce la metto tutta per contrastarlo. Il lato positivo di avere già pesantemente sofferto di depressione è quello di riconoscerne i sintomi quel tanto da non ricascarci più a pie' pari, e questo non è certo poco. L'ideale sarebbe sempre poter contare sulla presenza degli amici, delle persone alle quali teniamo, ma questo alle volte si rivela un vero e proprio lusso che non ci si può permettere. Quand'è così, bisogna arrangiarsi in qualche modo.
Ricordo che, quando mi trovavo nell'occhio del ciclone, ero diventato preda di quella sindrome che si definisce oniomania, ovvero il desiderio compulsivo di acquistare. Allora non ero sposato, di conseguenza il mio budget godeva di una salute decisamente migliore dell'attuale, e così attentavo pesantemente al mio conto in banca nella speranza di trovare sollievo acquistando CD e libri (soprattutto) in quantità. Inutile dire che la soddisfazione che mi procuravo con quegli acquisti si rivelava regolarmente effimera! E infatti è così: non si combatte il male di vivere accumulando oggetti per quanto graditi essi siano. Ciò che può davvero contare è sentirsi utili a qualcuno, o almeno ad una buona causa. E' proprio in quei momenti che ci si rende conto che vivere unicamente per sè stessi non ha valore. Non è necessario sacrificarsi oltre le proprie possibilità, è sufficiente poter fare qualcosa di buono di tanto in tanto purchè sia sostenuto dalla convinzione: è la magia dell'amore che, una volta seminato in piccola quantità, fruttifica in abbondanza. Quello che così tante volte ci appariva come un concetto evangelico astratto, si rivela dunque una realtà oggettiva. Se si unisce tutto questo a quanto, comunque, possiamo e dobbiamo concedere a noi stessi, si possono ottenere risultati sorprendenti.
Ora che vi ho annoiato a sufficienza, credo che me ne andrò a leggere un po' prima di dormire.
A presto!
Siate giusti più che buoni
Kempis

CORAZZATA POTËMKIN PRESENTE !

Il messaggio di Uranium piace a: 2
ale_209, pierotto 52
Avatar utente
Uranium
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 1542
Iscritto il: lunedì 14 luglio 2014, 21:20
Località: Modena
“Mi Piace” dati: 705 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1318 volte
Religione: Spiritualista

Re: Autunno...

Messaggioda ale_209 » giovedì 10 ottobre 2019, 14:54

Uranium ha scritto:bisogna lavorare di cervello e di fantasia, non smettere mai di domandarsi che cosa potrebbe giovare al nostro umore


Questo "esercizio" e' veramente utile, sono anni che mi aiuto proprio usando questa tecnica. Nei giorni in cui mi prende la malinconia/tristezza e avverto che quel male subdolo della depressione prende forza mi invento cose da fare, cose che fanno bene al mio cuore, che gli fanno tornare il sorriso.
Spesso di sera, mentre sto per addormentarmi, penso a lui, il mio cuore, e gli chiedo di perdonarmi, so di averlo fatto soffrire in maniera spropositata, so di avere sbagliato tante volte e di aver fatto errori che gli hanno procurato dolori assurdi, infine lo ringrazio ogni santo giorno perche' so che un cuore piu' "forte" di lui non avrei mai potuto desiderarlo, spero che possa perdonare e accompagnare sempre questa mia anima folle e irrequieta.
Non so spiegarmi bene, purtroppo non sono brava come alcuni di voi che scrivono meravigliosamente...

Tornando alla tristezza e/o depressione, nel preciso istante in cui mi travolge percepisco come se al mio interno avessi 2 personalita', quella che deve essere aiutata e quella che possiede la cura, una sorta di sdoppiamento. A volte ho la sensazione che quella vocina all'interno che mi sprona a rialzarmi possa essere il mio angelo custode, oppure una guida che non mi abbandona mai.
Altre volte mi e' successo di trovarmi davanti ad un problema all'apparenza insormontabile e di essere sul punto di arrendermi ed improvvisamente mi si materializza nella mente la soluzione giusta, oppure sono sul punto di compiere una determinata azione (specialmente quando quella azione potrebbe nuocermi) e succede qualcosa, cose stupide tipo suonano alla porta, oppure squilla il telefono, oppure ... cade qualcosa da uno scaffale... e li capisco che mi devo stoppare.

Un bacio a tutti voi :cuore8:
Per la mia amatissima Nonna Leo: Alcuni addii non sono per sempre. Non sono la fine. Semplicemente significano: “mi mancherai finché non ci incontreremo di nuovo”
Avatar utente
ale_209
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 1517
Iscritto il: lunedì 18 novembre 2013, 16:32
Località: Ferrara
“Mi Piace” dati: 2409 volte
“Mi Piace” ricevuti: 603 volte
Religione: CredoinDio

Prossimo

Torna a Le nostre riflessioni

Chat Room Vita Oltre la Vita
Commenta:

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti

cron