Qui tutti credete alla reincarnazione?

Re: Qui tutti credete alla reincarnazione?

Messaggioda R39 » sabato 7 marzo 2020, 7:12

daluoghiremoti ha scritto:Ti ho/abbiamo infastidito?

Assolutamente no. : Smile :
R39
Partecipante
Partecipante
 
Messaggi: 22
Iscritto il: lunedì 24 giugno 2019, 14:45
“Mi Piace” dati: 3 volte
“Mi Piace” ricevuti: 13 volte
Religione: cristiano

Re: Qui tutti credete alla reincarnazione?

Messaggioda adelfo » mercoledì 11 marzo 2020, 12:31

R39 ha scritto:
daluoghiremoti ha scritto:Ovvero: l'arrivo nell'aldilà non è condizione sufficiente per acquisire una conoscenza vasta e men che meno per comprendere ogni cosa, purtroppo.

Non ho detto questo. Ho detto che solo al trapasso sapremo con assoluta certezza se dopo la morte c'è qualcosa oppure no.
Ragazzi, cerchiamo di capirci senza dover ogni volta dare spiegazioni.
Chiaro che la conoscenza dipende sempre dal proprio grado di elevatezza. Più ci purifichiamo, più ci avviciniamo a Dio, più sappiamo.
Riguardo al sapere, ho trovato molto illuminanti queste parole tratte da "Il libro degli Spiriti", che condivido con voi:
"Datemi retta, e non andate più in là. Non vi smarrite in un labirinto, di cui non potreste trovare l'uscita: il che non vi farebbe migliori, ma vi renderebbe forse un po' più orgogliosi, perché credereste di sapere, mentre in realtà non sapreste nulla. Mettete dunque da parte tutti i vostri sistemi. Voi avete molte cose, che vi toccano più da vicino, a cominciare da voi medesimi: studiate le vostre imperfezioni allo scopo di liberarvene, e questo vi tornerà più proficuo che voler penetrare l'impenetrabile." (Domanda 14)

E ancora, la domanda 18:
Penetrerà l'uomo un giorno il mistero delle cose, che ora gli sono celate?
"Gli occhi gli si aprono a mano a mano che egli si purifica; ma, per comprendere certe cose, gli occorrono facoltà, che ancora non possiede."

Ma anche Gesù disse qualcosa di simile in Giovanni 16:12, 13:
"Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Quando però verrà lo Spirito di verità, egli vi guiderà alla verità tutta intera, perché non parlerà da sé, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annunzierà le cose future."

Sono d'accordo che se ci si perde nei labirinti della mente non si arriva da nessuna parte. La crescita è altro.
E' "l'eterno" antagonismo tra cuore e mente. Che prima o poi arriverà anche ad essere conciliato.
Le sacre scritture dopotutto sono sempre una comunicazione, un'apertura e le loro parole non sono per niente anacronistiche neanche oggi.
Sono nutrimento del cuore e dell'anima se comprese bene.
Sta a noi coglierle.

La bibbia dice anche.
Eb 5:11-14; 1Co 1:11-15; 4:1-6
""3,1 Fratelli, io non ho potuto parlarvi come a spirituali, ma ho dovuto parlarvi come a carnali, come a bambini in Cristo. 2 Vi ho nutriti di latte, non di cibo solido, perché non eravate capaci di sopportarlo;""

Però, scusatemi eh, non sono già presenti i mondi sottili nell'essere umano?
Certo, dovrà sgrezzarsi perchè se non li considera, e considera solo cose materiali, non fa molta strada.
Difatti poco prima del passaggio citato, nella bibbia si dice anche che il vero linguaggio dello spirito sarebbe considerato addirittura "pazzia".
Ed in effetti il modo in cui si vive anche oggi non è che sia granché elevato.
adelfo
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 171
Iscritto il: lunedì 7 luglio 2014, 11:36
“Mi Piace” dati: 17 volte
“Mi Piace” ricevuti: 142 volte
Religione: attualmentenonsaprei

Re: Qui tutti credete alla reincarnazione?

Messaggioda faatima » lunedì 16 marzo 2020, 9:04

Lory 61 ha scritto:Ciao Faatima, leggendo qua e là ho visto che spesso non è neanche ben chiara la differenza tra anima e spirito. Alcuni teologi cattolici la considerano addirittura la stessa cosa. Quello che si dissolve per primo dopo il corpo fisico è il corpo eterico, mentre il corpo astrale prosegue il suo viaggio. Puo' essere che il maestro Andrea intendesse il corpo eterico e magari è stato male interpretato ?...per certo so che la personalità rimane immutata anche dopo molti anni, così come permangono i ricordi e i sentimenti.
Buona giornata anche a te :cuoricini:


Buongiorno Lory, esattamente... la distinzione tra anima e spirito non è ben chiara.. per questo dico che leggere..studiare..a volte porta confusione..a meno che non si sposi una corrente e si resti fissa su quella..ma non è detto sia così.
Riguardo al Maestro Andrea lui ha usato proprio la parola anima.. quindi non so cosa dirti, come sai lui è un'entità molto precisa... anche difficile da comprendere visto il linguaggio non sempre così immediato.. non so cosa dirti.. e spero che la personalità in qualche modo rimanga..ma di questo mio pensiero sono stata criticata come egocentrica e poco spirituale... da chi... spirituale era meno di me... bisogna ragionare da spiriti mi venne detto.. ma ipocrisia a parte..cara Lory..finchè siamo qui.. mi sembra utopia.. :cuore1:
faatima
Partecipante
Partecipante
 
Messaggi: 35
Iscritto il: martedì 26 marzo 2019, 11:52
“Mi Piace” dati: 8 volte
“Mi Piace” ricevuti: 8 volte
Religione: cristiana

Re: Qui tutti credete alla reincarnazione?

Messaggioda R39 » lunedì 6 aprile 2020, 7:27

adelfo ha scritto:Però, scusatemi eh, non sono già presenti i mondi sottili nell'essere umano?

Cosa intendi dire?

adelfo ha scritto:Ed in effetti il modo in cui si vive anche oggi non è che sia granché elevato.

Se fosse elevato il nostro pianeta sarebbe un paradiso. Se è un "inferno" è proprio perché gli esseri che lo abitano non sono affatto elevati.
R39
Partecipante
Partecipante
 
Messaggi: 22
Iscritto il: lunedì 24 giugno 2019, 14:45
“Mi Piace” dati: 3 volte
“Mi Piace” ricevuti: 13 volte
Religione: cristiano

Re: Qui tutti credete alla reincarnazione?

Messaggioda Fernanda » lunedì 25 maggio 2020, 4:20

Dal libro "Guarigione e Autoguarigione" di Andrei Moreira:

REINCARNAZIONE, LEGGE NATURALE O DIVINA

"In verità, in verità ti dico che se uno non è nato di nuovo, non può vedere il regno di Dio." Gesù (Gv 3:3)

Nella visione spiritista, l'essere umano è considerato sotto il prisma della immortalità dell'anima, e le esperienze della vita sono considerate come costruzioni personali intrasferibili.
Secondo quanto leggiamo nel Il libro degli Spiriti, l'uomo è creato semplice e ignorante e cammina in direzione dell' angelitudine . Inizialmente è la monade, principio spirituale onnipotente, embrionale, che custodisce in sè la potenzialità dell'angelo, come la piccola semente porta nella sua parte più interna l'albero frondoso e maturo. Protetto da Dio, per mezzo dei suoi numerosi preposti – gli Spiriti del Signore o "lo spirito santo di Dio" – il principio spirituale fa tirocinio nei diversi regni della natura, destando la sua condizione di coniugare ragione e sentimento, saggezza e amore, nella sua evoluzione verso Dio. Asserisce Lèon Denis (1), eminente filosofo spiritista: "Lo psichismo dorme nel minerale, sogna nel vegetale, sente nell'animale, pensa nell'uomo."
Andre Luiz aggiunse, orientandoci:

Non solo tessuti e organi del corpo fisico si delineano nelle forme rudimentali della Natura, ma pure i centri vitali del corpo spirituale, che, offendendo agli impulsi della mente, si organizzano in modelli sicuri, con la capacità di assimilare le varie particelle della vitalità cosmica, che nascono dalle vive fonti di forza che aumentano l'Universo (2).

Dio protegge lo sviluppo della monade spirituale, futuro spirito, come il padre protegge il figlio, il quale non ha coscienza di sè e che solo a poco a poco riceverà dalla vita il permesso di esercitare il diritto di scelta e di determinazione, nella misura in cui sarà capace di raziocinio, elaborazione e consapevolezza dei suoi doveri e dei suoi diritti nel mondo.
Dopo millenni di evoluzione, il principio spirituale perviene nel regno umano, grazie all'azione diretta dei missionari del Signore, i quali promuovono la transizione spirituale attraverso meccanismi a noi ancora sconosciuti, risvegliando incessantemente il continuo raziocinio, l'individualizzazione del principio spirituale e la coscienza di sè, processo, questo, che succede in mondi paralleli alla Terra, a mondi di transizione.
Questo essere umano primitivo, recentemente uscito da un'esistenza piena soprattutto d'istinto, dall'intelligenza rudimentale, strumento della legge di conservazione, camminerà ora verso il pieno sviluppo delle sue potenzialità, attraverso millenni di evoluzione, in cui farà scelte ed esperienze, in accordo con le direttrice tracciate da Dio per la sua vita, ma soprattutto in accordo con il suo libero arbitrio. Durante tutto questo processo, l'essere rimarrà immerso nell'amore di Dio, come ha asserito Paolo: "In Dio viviamo, ci muoviamo e siamo." (At 17:28)

Il fenomeno delle vite successive o reincarnazione, è alla base dell'evoluzione e si configura come processo educativo naturale per ogni essere della creazione. Tutti gli Spiriti si reincarnano in modo naturale; tuttavia l'uso del libero arbitrio e del tempo, come pure delle opportunità, variano dell'uno all'altro sulla strada dal progresso, secondo quanto ci viene insegnato ne Il libro degli Spiriti:

168. Il numero delle esistenze fisiche è limitato, oppure lo Spirito si reincarna perpetuamente?
A ogni nuova esistenza, lo Spirito fa un passo avanti sulla via del progresso. Quando si è spogliato di tutte le sue impurità, non ha più alcuna necessità delle prove della vita fisica.

169. Il numero delle incarnazioni é lo stesso per tutti gli Spiriti?
No, chi avanza rapidamente si risparmia delle prove. Tuttavia le incarnazione successive sono sempre numerosissime, perché il progresso è pressoché infinito.

La libertà data da Dio è graduale; essa aumenta nella misura in cui lo Spirito si mostra capace di esercitarla, ma lo Spirito porta sempre con essa la responsabilità per la scelta. Afferma un detto popolare: "Libera è la semina, ma obbligatoria è la raccolta". Le leggi divine, perfette, sagge e immutabili, tutto regolano in modo naturale e automatico, promuovendo il progresso e l'equilibrio della creazione.
Questa libertà è relativa poiché, in realtà, la creatura, che riflette in sé il Creatore, visto che è stata creata con il potenziale divino in sè, è libera soltanto per amore. È l'amore lo strumento e la sintesi dell'evoluzione.
Ogni volta che l'essere umano trasgredi alla legge dell'amore, in sé o intorno a sé, venendo meno al rispetto, alla considerazione e alla stima che deve dimostrare verso sè stesso e verso il prossimo, verso ogni creatura e verso ogni creazione divina, azionerà meccanismi automatici di riequilibrio nell'universo.
Il libro degli Spiriti ci spiega che "la legge di Dio si trova scritta nella coscienza dell'uomo" (3). Essa, dunque, opera in noi e intorno a noi. Dio è immanente e trascendente, come afferma la guida spirituale Alex Zarthú, l'Indiano (4).
Salute e malattia, in questa visione si attestano al livello di identificazione dell'essere con la legge divina. Manifestano la loro sintonia o distonia in relazione a questa legge.

(1) Léon Denis – Il problema dell'essere, del destino e del dolore.
(2) Francisco Cândido Xavier, Waldo Vieira e lo Spirito Andre Luiz – Evoluzione in due mondi, cap. VIII.
(3) Allan Kardec – Il libro degli Spiriti, cap. I quesito 621.
(4) Osservazioni della guida spirituale Robson Pinheiro e dello Spirito Alex Zarthù - Per vincere le sfide interiori.
“L’essere umano è in qualsiasi situazione,
quello che aspira,
l’irradiazione di quello che sente,
gli interessi che coltiva.”

Spirito Joanna de Ângelis
Psicografia Divaldo Pereira Franco
Avatar utente
Fernanda
Amministratore
 
Messaggi: 1502
Iscritto il: venerdì 20 febbraio 2009, 16:08
“Mi Piace” dati: 0 volta
“Mi Piace” ricevuti: 424 volte
Religione: Spiritista

Re: Qui tutti credete alla reincarnazione?

Messaggioda adelfo » venerdì 5 giugno 2020, 17:54

R39 ha scritto:
adelfo ha scritto:Però, scusatemi eh, non sono già presenti i mondi sottili nell'essere umano?

Cosa intendi dire?

adelfo ha scritto:Ed in effetti il modo in cui si vive anche oggi non è che sia granché elevato.

Se fosse elevato il nostro pianeta sarebbe un paradiso. Se è un "inferno" è proprio perché gli esseri che lo abitano non sono affatto elevati.

Ciao R39. Si forse il mio messagio è un po' criptico.
Dunque siamo d'accordo che il mondo di oggi con le regole che lo governano è molto lontano dalle regole del regno dei cieli: dona e contribuisci alla vita, da una parte, e arraffa e tieni tutto per te, dall'altra (in soldoni).
Il regno dei cieli è così lontano che anche oggi le parole delle sacre scritture sono attuali, quando affermano che parlare con il vero linguaggio dello spirito, sarebbe considerato pazzia.

Eppure è anche vero che tutte le religioni affermano che il divino è dentro l'uomo.
Dunque è anche vero che con i giusti presupposti, l'essere umano può lavorare su se stesso in modo da avvicinarsi e dunque iniziare ad avere anche una esperienza diretta dei mondi divini.
Spesso si riportano le parole stesse di Gesù che disse: "Dove vado io ora, voi non potete (ancora) seguirmi, ma ci verrete a tempo debito."
E ancora: "Non sapete forse voi che siete dei?"

Tutte questo detto senza nessuna presunzione o arroganza, soltanto che evidentemente, se l'essere umano vuole, può cercare di vivere secondo le leggi di Dio e con questo avvicinarsi sempre di più a lui, perchè è vero che ora noi lo "vediamo" in modo confuso. A volte lo sentiamo lontano, c'è anche chi non lo considera proprio per niente.
Ogni giorno siamo combattuti per servire la nostra natura terrena, le regole della realtà materiale, i mille impegni del lavoro, e spesso questi stridono con l'insegnamento che Lui ci ha lasciato. Peò man mano che cominciamo a vivere sempre di più secondo i suoi insegnamenti, sempre di più riusciamo a "vederlo" in modo più chiaro.
adelfo
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 171
Iscritto il: lunedì 7 luglio 2014, 11:36
“Mi Piace” dati: 17 volte
“Mi Piace” ricevuti: 142 volte
Religione: attualmentenonsaprei

Precedente

Torna a Le mie domande

Chat Room Vita Oltre la Vita
Commenta:

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite