visite dei nostri cari nei sogni

visite dei nostri cari nei sogni

Messaggioda sara78 » giovedì 12 aprile 2018, 9:31

Buongiorno a tutti,
mi presento dicendo purtroppo che ho perso il mio amato marito il 20 ottobre scorso. Aveva solo 43 anni e mi ha lasciata sola con le nostre due bambine.
Da allora non la smetto di interessarmi a tematiche riguardanti la sopravvivenza oltre la morte e avrei una domanda da porre:
è possibile che i nostri cari, per farci capire che in sogno sono proprio loro che incontriamo, ci lascino degli indizi, dei segni?
Faccio un esempio per chiarire il concetto:
quando incontro mio marito in sogno molto spesso la sua immagine è inserita accanto a qualche particolare, anche degli oggetti, che incontro realmente nei successivi giorni.
Per dirne una.
All'interno di una scena onirica, passa improvvisamente davanti a me mio marito alla guida di un camion, che riesco a vedere molto bene e che è per me molto particolare, in quanto non capisco che camion sia (io me ne intendo poco); mi colpisce tuttavia il colore azzurro.
Ebbene, alcuni giorni dopo, dalla finestra della cucina, vedo passare proprio quell'identico camion e capisco che si tratta di quei mezzi che trasportano le auto nuove. Non l'avevo mai visto. Da precisare anche che il colore azzurro era presente addosso a mio marito già in sogni precedenti.
Un altro caso abbastanza eclatante, successo sotto le feste.
Mio marito mi appare seduto sul divano dei miei. Tira fuori dalla tasca una bananina finta e mi fa chiaramente vedere che se la rimette in tasca; poi fruga davanti e tira fuori due meline rosse di marzapane e me le fa vedere. Il sogno si interrompe.
La sera stessa, dovendo necessariamente aprire una mail, trovo un nickname: MeleSalvatore (Salvatore era il suo nome).
Altro caso recente:
sognavo che mio marito mi telefonava e diceva di aspettarmi in un certo posto. Io ero felicissima e facevo del tutto per arrivare da lui, ma c'era sempre qualcosa che me lo impediva con mio grande disappunto; con la macchina rischiavo anche di urtare contro un ragazzo che mi si rigirava stizzito.
Il giorno dopo, volevo portare le bimbe al cimitero, ma arrivate in procinto della tomba abbiamo visto tre persone che piangevano lì davanti, fra cui un ragazzo che somigliava a quello del sogno.
Temendo che fossero parenti dei miei suoceri e che attaccassero con domande e pianti importuni davanti alle bimbe, ho preferito allungare il giro, per vedere se intanto se ne andavano; tornavamo a controllare e ogni volta erano sempre lì. Alla fine siamo andate via.

Ci sarebbero altri esempi, ma diventerebbe troppo lungo.
Ringrazio chiunque vorrà esprimere un parere.
Un saluto a tutti.

Il messaggio di sara78 piace a:
ale_209
sara78
Partecipante
Partecipante
 
Messaggi: 22
Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2018, 14:05
“Mi Piace” dati: 1 volta
“Mi Piace” ricevuti: 5 volte
Religione: cristiana

Re: visite dei nostri cari nei sogni

Messaggioda adelfo » giovedì 12 aprile 2018, 17:27

Ciao Sara.
Per come la vedo io, il fatto che nei sogni l'immagine di tuo marito ti appaia assieme ad elementi che poi trovi nella vita reale, non è strana.
Quello che poi significhi, beh... bisogna vederlo di volta in volta. A volte a me sono capitati dei sogni di circostanza... cioè che semplicemente rispecchiavano alcune cose (alcune circostanze) per com'erano e le mettevano assieme, in altri invece avevano anche un significato da cercare.
Quello che puoi chiedere (dentro di te) è di essere aiutata a comprendere. Di solito con un po' di tempo questo porta degli effetti.
Ignoro quali sia il tuo pensiero riguardo l'esistenza dopo il passaggio ai mondi immateriali.
Ma per un confronto, proviamo a mettere lì quel che si pensa e poi vediamo se sono pensieri compatibili.

Lui adesso è ancora in un mondo che è ai confini di quello materiale e man mano che il tempo passa rielaborerà la sua esperienza, sgrezzando via via l'anima dai vari strati che la ricoprono, non appena avrà tratteneuto presso di sè la memoria che quegli stessi corpi hanno assorbito nella vita.
Questo territorio di confine non è poi molto lontano dal mondo materiale, anche se la separazione è netta, così che di notte fin che si dorme la nostra coscienza libera dal corpo che riposa, in determinate situazioni può coem gettare uno sguardo di là... come fosse alla finestra... e percepire alcune immagini.
La coscienza di tutti, inoltre, è anche impregnata delle immagini della vita quotidiana e su questa base a volte in qualche raro caso riesce anche a scorgere gli avvenimenti conseguenza della realtà e del futuro più immediato.
Quello che noto è che sono tutti fatti della vita quotidiana e diciamo... "normale"... quindi potrebbe anche essere come dici te.
Cioè: il tentativo di comunicare, senz'altro contiene un po' della sua o tua volontà di comunicare e conterrà anche un significato che può darti un qualcosa, nel senso di utilità per la vostra vita di adesso.

Quelli di cui ho sentito io, di solito sono messaggi riguardano cose in sospeso, fili pendenti da sistemare...
Oppure qualche flash della sua attuale situazione, anche per tranquillizzare e stare vicino al/alla compagna/o, ...almeno fin dove si riesce.
Di certo tu puoi essere aiutata a comprendere e anche lui probabilmente è in qualche modo assistito, perchè ora ha un percorso da fare che lo assorbirà.
In definitiva, come dici te, hai davanti la vita tua e delle tue figlie ma troverai dentro di te tutte le forze necessarie per viverla pienamente, anche se a volte può diventare difficile.
Però anche se lui non può tornare indietro, di certo avrai la sua benedizione e chissà, qualche squalche sostegno per andare avanti.

Io sono il secondo figlio di una donna rimasta vedova quando avevo pochi anni di vita.
Forse posso solo lontanamente immaginare il tuo personale stato d'animo, però quel che posso testimoniare è che nonostante tutte le difficoltà o le cose che possono essere capitate via via, nel tempo, probabilmente ad un certo punto della sua vita anche mia madre guardando indietro ha potuto meditare sul lavoro fatto.
Non so assolutamente perchè sia andata così, non so quale significato possa aver trovato lei... io so che semplicemente è andata così.
Ma in qualche modo, con amore, ha creato una buona esistenza per se ed i suoi figli e magari speriamo che qualche soddisfazione e momento di gioia, l'abbiano ripagata.
Ciao

Il messaggio di adelfo piace a:
pierotto 52
adelfo
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 167
Iscritto il: lunedì 7 luglio 2014, 11:36
“Mi Piace” dati: 17 volte
“Mi Piace” ricevuti: 141 volte
Religione: attualmentenonsaprei

Re: visite dei nostri cari nei sogni

Messaggioda adelfo » giovedì 12 aprile 2018, 18:05

Uff... ho fatto troppe piccole correzioni e ora non posso più cambiare il messaggio anche se volevo dargli un'altra sistematina.
pazienza...
speriamo che il senso si capisca al di là di qualche strafalcione
adelfo
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 167
Iscritto il: lunedì 7 luglio 2014, 11:36
“Mi Piace” dati: 17 volte
“Mi Piace” ricevuti: 141 volte
Religione: attualmentenonsaprei

Re: visite dei nostri cari nei sogni

Messaggioda Uranium » giovedì 12 aprile 2018, 18:16

Ciao, Sara, benvenuta! Innanzitutto, ricevi un abbraccio e le mie sincere condoglianze per la dipartita di tuo marito...A lato del tuo umanissimo e comprensibile dolore, abbi fede circa la sua attuale condizione, che non è quella di chi è scomparso o ha cessato di esistere, ma quella di chi ha semplicemente mutato la propria dimensione e la propria consapevolezza. Ciò significa che egli continua a vivere al tuo fianco e ad esserti ancora più vicino proprio in forza del suo nuovo stato.
A proposito dei sogni di cui ci hai fatto questi esempi, devo dire di essere sostanzialmente d'accordo con quanto scrive Adelfo. Il mondo onirico è qualcosa di estremamente complesso e variegato...Se, talvolta, possiamo sognare cose e situazioni che altro non sono se non il prodotto di una cattiva digestione (perdonami la battuta, che non intende affatto essere irrispettosa ma si prefigge il solo scopo di strapparti un sorriso! :dicocuore:), è altrettanto vero che, durante il sonno del corpo fisico, lo spirito acquisisce una libertà maggiore e speciale, grazie alla quale può, fra l'altro, entrare in contatto con la dimensione dei trapassati. Attraverso tale contatto può effettivamente ricevere, trasmettere, condividere messaggi e informazioni con le entità; quando questo avviene, la difficoltà sta spesso nel decodificare il significato di tali comunicazioni, che sovente hanno un senso e un'importanza esclusivi per ognuno di noi. Si hanno e si sono avuti in ogni epoca innumerevoli casi di sogni premonitori, certo, moltissime persone hanno ricevuto in sogno dai propri cari defunti messaggi molto chiari e significativi; non si può dunque escludere che anche i tuoi sogni stiano veicolando, in qualche modo, messaggi diretti a darti prove della sopravvivenza di Salvatore. Alle volte possono essere esempi apparentemente banali, ma che comunque ottengono clamorosi effetti per chi riceve il sogno. Durante la vita onirica dello spirito, anche il concetto di tempo e spazio che tanto ci opprime sul piano fisico muta completamente i suoi valori, ed è possibile, per usare un'espressione facile a comprendersi, che passato, presente e futuro si compenetrino e si rendano evidenti.
Come interpretare determinati sogni? Le risposte a questa domanda sono tante, e nessuna ha valore assoluto; la sola cosa da tenere presente è che durante il sonno lo spirito si svincola dal corpo e quindi vive, vede e sente secondo logiche differenti da quelle della vita cosciente. Non hai quindi che da proseguire su questa strada, Sara, con animo sereno e fiducioso...Io credo che continuerai a ricevere segnali significativi!
un grosso abbraccio! :cuoricini:
Siate giusti più che buoni
Kempis

CORAZZATA POTËMKIN PRESENTE !

Il messaggio di Uranium piace a:
pierotto 52
Avatar utente
Uranium
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 1551
Iscritto il: lunedì 14 luglio 2014, 21:20
Località: Modena
“Mi Piace” dati: 712 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1327 volte
Religione: Spiritualista

Re: visite dei nostri cari nei sogni

Messaggioda pierotto 52 » venerdì 13 aprile 2018, 11:10

: Smile : Ciao Sara, condivido in pieno le risposte dei nostri amici, e anch'io penso che spesso la parte più difficile sia "interpretare" i segnali. Succede anche in metafonia, dove le Entità usano spesso la metafora, nei loro messaggi.
Sto leggendo in questi giorni il libro di una medium che non conoscevo, Ginella Tabacco, e che "scoprì" il proprio dono medianico in seguito alla morte del suo amato compagno. In questo libro racconta come si mise al servizio (in modo assolutamente gratuito) delle persone che avevano "perso" un loro caro, per aiutare sia chi si trovava solo con questo grande dolore, sia chi era dovuto "tornare a casa". Sto leggendo con tanta commozione i messaggi che riceveva da quelli che vengono chiamati morti, e che sono invece così vivi; di come si danno un gran daffare per farsi riconoscere, di come si prodigano anche a dare consigli per chi resta a vivere senza la loro presenza fisica.
E alcuni di loro, sì, parlano anche di cose ancora da venire, il che ci fa pensare che nell'altra dimensione la linea del tempo sia diversa da come la viviamo noi.
E' bello e rincuorante sapere che, in realtà, il legame con i nostri cari non si spezza con la morte, e che loro continuano ad esserci vicini (compatibilmente con il gran lavoro che avranno da compiere nell'aldilà :smile30: ) e ognuno di noi può rivederli in sogno, come fai tu, o ricevere comunque segni della loro presenza, se ci mettiamo in ascolto e parliamo con il cuore. Un abbraccio :cuoricini:
Avatar utente
pierotto 52
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 3922
Iscritto il: venerdì 13 settembre 2013, 12:20
Località: Modena
“Mi Piace” dati: 3232 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1601 volte
Religione: cristiana

Re: visite dei nostri cari nei sogni

Messaggioda sara78 » venerdì 13 aprile 2018, 11:54

Ringrazio tutti per aver offerto il proprio contributo.
Ad Adelfo che mi dice di essere rimasto orfano di padre (quindi penso nella stessa condizione della mia figlia più piccola) dico che per una madre è molto difficile. A volte invidio mia suocera, perchè ha perso sì suo figlio, ma io soffro sia come madre che come moglie; come madre nel vedere o temere il dolore delle mie figlie e come moglie si può ben capire.
Mio marito è morto di malattia e durante quegli otto mesi ho avuto pochi ma significativi e incontrovertibili sogni che annunciavano eventi infausti, poi realizzatisi: il primo preannunciava che qualcosa sarebbe andata male a Pisa, dove doveva operarsi e così fu; il secondo mi annunciava che sarebbe morto entro il 2017 mentre il nome Bruno emergeva dallo sfondo e in quelle poche immagini e soprattutto sensazioni ho visto e sentito ciò che ho provato il giorno che è morto; tuttavia non c'era nessun elemento angosciante, a parte chiaramente il contenuto del messaggio, anzi accanto a me c'era qualcuno che sembrava offrirmi quella comprensione che sentivo non avrei ricevuto da nessuno; comunque il nome Bruno è stato quell'elemento che mi ha consentito di capire che non era solo un sogno perchè Bruno era un gatto che ho incontrato per caso l'ultima domenica e Bruno era l'uomo in stanza con lui poche ore prima della morte;
il terzo mi annunciava che sarebbe andato via in sedia a rotelle: era in una specie di lista per andarsene, era seduto con il pigiama azzurro (che aveva in effetti il giorno che il 118 lo ho portato via in carrozzina) e c'eravamo noi tre che lo salutavamo ( infatti in casa c'eravamo io e le bambine e lo abbiamo salutato mentre lo caricavano in ascensore).
Mio marito mi ha raccontato che, mentre era in ospedale (all'inizio della malattia) una notte si era ritrovato in un prato bellissimo, con fiori, colori, profumi mai visti e sentiti; regnava un'incredibile pace e c'erano molte persone, di tutte le età e di varie epoche. Notava una figura seguirlo con lo sguardo da un'altura e avvicinandosi scopriva che era suo nonno defunto. In terra c'era come una linea, che il nonno ostinatamente gli impediva di passare per andare a raggiungerlo.
In quei giorni mio marito era prostratissimo e avrebbe dopo 48 ore rischiato la vita per un'emorragia, fermata appena in tempo.
Mi ripeteva insistentemente che non si era trattato di un sogno, che lui ricordava tutto di quel posto: le stradine percorse da tanta gente, che si riversavano sulla strada principale, il profumo dei fiori particolarissimo che aveva poi sentito in sala operatoria, sia la sera dell'emorragia, sia a Pisa, prima dell'intervento, poi interrotto per complicazioni.
Io speravo che quella sua esperienza indicasse che la sua malattia era destinata a risolversi bene, perchè il nonno gli aveva impedito di seguirlo e speravo anche di sognarlo guarito, ma non mi è mai successo;
non l'ho neanche mai sognato morto. L'unica occasione in cui questa mia paura ha preso una forma onirica è stata appunto quella che ho detto, ma è stato un sogno strano, come un prodotto non della mia mente, in quanto tutto era molto ovattato, si vedeva molto verde, si avvertiva la presenza rassicurante di qualcuno che mi capiva e accoglieva il mio dolore disperato; poi in ultimo mi vedevo abbracciare mio marito tornato all'età di 23 anni circa (stavamo insieme da quando io ne avevo 14) e piangevo, gli dicevo di non lasciarmi e lui mi guardava sorridendo senza capirmi, come a dire "Ma che dici? Sono qui!".
La sera prima del funerale, mia figlia dice di aver visto muovere la fotografia del padre davanti a cui stava piangendo e durante la sera la visione del DVD si è interrotta da sola, così anche la sera successiva; nei giorni seguenti il cellulare di lui ha avuto strani comportamenti e una sera a cena si è spento sotto i nostri occhi, diventando prima tutto grigio, come la TV.
Stranamente mi sono capitate in mano delle canzoni che quasi non conoscevo, in modi del tutto casuali e che contengono frasi che sembrano delle risposte a certe mie riflessioni o richieste.

Io mi chiedo se i sogni che faccio con mio marito siano dei modi con i quali lui cerca di dirmi che è sempre accanto a me.
La bimba grande dice di averlo sognato all'ingresso di casa, tutto era radioso e lei si sentiva bene; dalla finestra intravedeva un prato molto bello e suo padre le diceva che era tornato, che si era solo dovuto allontanare per fare delle cose.
Mio suocero l'ha sognato due volte e due volte si sono abbracciati.
A sua zia pare che in sogno abbia detto che non poteva fermarsi, che aveva fretta.

E poi questa cosa strana, prima di Natale.
In quei giorni non smettevo ovviamente di chiedergli di dirmi se stava bene.
Un mercoledì mattina presto h sognato che mio cognato mi diceva " Salvatore ha detto che torna a casa mercoledì." Poi io entravo in casa dei miei e lui mi si presentava subito sorridendo e sembrava che cercasse di dirmi "sto bene".
La cosa del mercoledì mia aveva messo il tarlo.
Il mercoledì successivo mia suocera raccontò a mia figlia che mio cognato aveva sognato salvatore che gli diceva di stare bene.
Ho visto in questo come una specie di tentativo a più riprese di farmi avere il messaggio che lui sta bene.

Questi sono alcuni esempi. Scusate la lungaggine.
sara78
Partecipante
Partecipante
 
Messaggi: 22
Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2018, 14:05
“Mi Piace” dati: 1 volta
“Mi Piace” ricevuti: 5 volte
Religione: cristiana

Re: visite dei nostri cari nei sogni

Messaggioda sara78 » venerdì 13 aprile 2018, 12:08

Vorrei aggiungere solo una riflessione che offro a tutti.
Durante la malattia di mio marito per me è stato peggio dell'inferno in certi momenti e allora mi chiedo dove abbia trovato tanta forza per non impazzire, per tenere insieme la nostra famiglia, per arrivare a vedergli emettere l'ultimo respiro, a lui, alla persona che mi accompagnava da 25 anni, che aveva visto nascere le nostre due bambine, che c'era da sempre... vorrei avanzare l'ipotesi che sia stata la forza dell'amore, quell'amore di cui i "ritornati"parlano, quell'amore che sembra essere il motore e l'origine di tutto.
Penso davvero sia così, perchè se sentissi raccontare a un altro quello che io ho vissuto in prima persona, mi sentirei scoppiare la testa al solo pensarci e invece io sono qui e non sono impazzita, le mie figlie stanno bene e la nostra vita scorre e tutto questo credo che sia ancora l'amore che me lo permette, perchè ogni cosa che ho fatto da quando è mancato l'ho fatta pensando a lui;
e vorrei aggiungere che il sogno delle mele era l'ultima immagine di altre significative che non sono stata a raccontare, apparsemi la notte prima dell'ultimo dell'anno, quando mi sono coricata con il proposito di farla finita il giorno dopo.

Il messaggio di sara78 piace a:
ale_209
sara78
Partecipante
Partecipante
 
Messaggi: 22
Iscritto il: mercoledì 11 aprile 2018, 14:05
“Mi Piace” dati: 1 volta
“Mi Piace” ricevuti: 5 volte
Religione: cristiana

Re: visite dei nostri cari nei sogni

Messaggioda adelfo » venerdì 13 aprile 2018, 14:52

sara78 ha scritto:E poi questa cosa strana, prima di Natale.
In quei giorni non smettevo ovviamente di chiedergli di dirmi se stava bene.
Un mercoledì mattina presto h sognato che mio cognato mi diceva " Salvatore ha detto che torna a casa mercoledì." Poi io entravo in casa dei miei e lui mi si presentava subito sorridendo e sembrava che cercasse di dirmi "sto bene".
La cosa del mercoledì mia aveva messo il tarlo.
Il mercoledì successivo mia suocera raccontò a mia figlia che mio cognato aveva sognato salvatore che gli diceva di stare bene.
Ho visto in questo come una specie di tentativo a più riprese di farmi avere il messaggio che lui sta bene.

E' così.
adelfo
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 167
Iscritto il: lunedì 7 luglio 2014, 11:36
“Mi Piace” dati: 17 volte
“Mi Piace” ricevuti: 141 volte
Religione: attualmentenonsaprei

Re: visite dei nostri cari nei sogni

Messaggioda adelfo » venerdì 13 aprile 2018, 15:28

sara78 ha scritto:Vorrei aggiungere solo una riflessione che offro a tutti.
... vorrei avanzare l'ipotesi che sia stata la forza dell'amore, quell'amore di cui i "ritornati"parlano, quell'amore che sembra essere il motore e l'origine di tutto.
Penso davvero sia così, perchè se sentissi raccontare a un altro quello che io ho vissuto in prima persona, mi sentirei scoppiare la testa al solo pensarci e invece io sono qui e non sono impazzita, le mie figlie stanno bene e la nostra vita scorre e tutto questo credo che sia ancora l'amore che me lo permette, perchè ogni cosa che ho fatto da quando è mancato l'ho fatta pensando a lui;

Ritrovo nelle tue parole i sentimenti che devono essere stati anche di mia madre.
E' proprio quell'amore che apre spazi, e riempie i cuori con una consapevolezza che è come una presenza che dona forza e gioia per ciò che si fa.
Dev'essere suppergiù così anche l'amore divino.
Passa prima dal tuo cuore quando hai bisogno di qualcosa, dagli la precedenza.. e poi il resto arriva.
I dispiaceri e le cose che vanno storte ci sono eccome, ma l'amore è la cosa migliore che riesce immediatamente a trasformare ogni evento in energia positiva per creare il proprio futuro... (...le mie figlie stanno bene e la nostra vita scorre e tutto questo credo che sia ancora l'amore che me lo permette...)
Ciao
adelfo
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 167
Iscritto il: lunedì 7 luglio 2014, 11:36
“Mi Piace” dati: 17 volte
“Mi Piace” ricevuti: 141 volte
Religione: attualmentenonsaprei

Re: visite dei nostri cari nei sogni

Messaggioda Lory 61 » venerdì 13 aprile 2018, 15:43

Cara Sara, stai certa che tuo marito ti è ancora accanto. Tutto quello che riferisci, (i tentativi di lui di farvi sapere che c'è, che torna da voi, e che a volte si deve assentare perché ha delle cose da fare), coincidono con quanto mio padre mi dice tramite metafonia.
Io ho avuto la fortuna di riuscire a rintracciarlo e di poter proseguire il dialogo con lui, e mi ha rivelato che Loro spesso tornano nelle loro case, stanno accanto ai loro cari, a volte ci incontrano nei sogni e pregano per noi. Quando si assentano è perché sono intenti a compiere opere di carattere spirituale, assegnate loro a seconda del percorso che devono svolgere per poter arrivare alla Luce. Premetto che io non sapevo niente di spiritismo e ho avuto la gioia di scoprire che tutto questo è in linea con quanto ricevuto da metafonisti e medium di ogni tempo e luogo.
Secondo me tuo marito sta tentando in tutti i modi, (sogni, manipolazioni del cellulare ecc.) di farvi capire che lui E' VIVO, anche se in una dimensione diversa, sta bene e vi è accanto. Tieni presente che la manipolazione della corrente elettrica è uno dei mezzi più comuni attraverso cui Loro si manifestano, essendo essi stessi energia.
Pensalo così, vivo e vicino, anche se invisibile agli occhi, perché così è. Un abbraccio :cuoricini:
Lory 61
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 954
Iscritto il: mercoledì 8 giugno 2016, 14:39
“Mi Piace” dati: 468 volte
“Mi Piace” ricevuti: 445 volte
Religione: cristiana

Prossimo

Torna a Le mie domande

Chat Room Vita Oltre la Vita
Commenta:

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron