Reincarnazione di personaggi storici famosi

Reincarnazione di personaggi storici famosi

Messaggioda Reminiscenza1 » venerdì 5 febbraio 2016, 20:06

Cari amici, una domanda: vi sembra plausibile il fatto che quando una persona ricorda, o crede di ricordare, o piu' spesso intuisce vite passate, afferma sempre di essere la reincarnazione di qualche personaggio storico famoso? Mai che ci sia un contadino, un commerciante, un essere sconosciuto. La spiegazione che mi ha dato una persona, e' che sia piu' facile ricordare le vite che sono state di un certo rilievo, perche' in quelle vite l'individuo aveva raggiunto un alto livello intellettuale, e per questo ne conserva piu' facilmente il ricordo, rispetto ad una vita ordinaria.
A me questa spiegazione non convince affatto, voi cosa pensate al riguardo?

Il messaggio di Reminiscenza1 piace a:
ale_209
Avatar utente
Reminiscenza1
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 3118
Iscritto il: giovedì 12 dicembre 2013, 15:35
“Mi Piace” dati: 843 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1337 volte
Religione: incerta

Re: Reincarnazione di personaggi storici famosi

Messaggioda Uranium » venerdì 5 febbraio 2016, 20:20

Reminiscenza1 ha scritto:Cari amici, una domanda: vi sembra plausibile il fatto che quando una persona ricorda, o crede di ricordare, o piu' spesso intuisce vite passate, afferma sempre di essere la reincarnazione di qualche personaggio storico famoso? Mai che ci sia un contadino, un commerciante, un essere sconosciuto. La spiegazione che mi ha dato una persona, e' che sia piu' facile ricordare le vite che sono state di un certo rilievo, perche' in quelle vite l'individuo aveva raggiunto un alto livello intellettuale, e per questo ne conserva piu' facilmente il ricordo, rispetto ad una vita ordinaria.
A me questa spiegazione non convince affatto, voi cosa pensate al riguardo?



E' certo che si fa molto romanticismo su questo argomento... : Wink : E' un po' come quando si pretende che le varie Dame bianche, grigie, nere, a pois o che so io che si manifestano nei castelli siano le larve di donne bellissime e passionali che se ne vanno errando alla ricerca eterna e disperata del piacere sessuale che non possono più provare...E' tutto folklore. Ciò nondimeno, anch'io ho letto che tendono a riaffiorare i ricordi di vite precedenti significative e felici, indipendentemente dal fatto che si siano vestiti i panni di un monarca, di un agricoltore o di un monatto.
Siate giusti più che buoni
Kempis

CORAZZATA POTËMKIN PRESENTE !
Avatar utente
Uranium
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 1558
Iscritto il: lunedì 14 luglio 2014, 21:20
Località: Modena
“Mi Piace” dati: 716 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1330 volte
Religione: Spiritualista

Re: Reincarnazione di personaggi storici famosi

Messaggioda marisol » sabato 6 febbraio 2016, 8:46

Una bella persona anni fa mi disse così a proposito delle reincarnazioni: le Anime se tornano qui da "livelli più alti" arrivano per EVOLVERSI; quelle invece che tornano sulla terra da "livelli più bassi", arrivano per PURIFICARSI.
Ciò giustificherebbero comportamenti diversi in simili situazioni di prova: chi si deve EVOLVERE (perché viene "da livelli alti") per es. subendo una una grave malattia o comunque invalidità fisica, oppure, dovendo affrontare come prova esistenziale qualsiasi tipo di privazione (povertà materiale, mancanza di affetti importanti, etc...) caratterialmente poi appartiene alle persone che rimangono con un buon carattere e diventano pure modelli positivi per il prossimo.
Coloro che affrontano le medesime difficoltà (arrivando da "livelli bassi") ma invece "s imbruttiscono" (iniziano a delinquere per motivi economici, si vendicano anche su innocenti per ciò che la vita ha fatto loro subìre, etc...) è perché "spurgano" tutto il negativo che poi devono gestire (ma non sempre ci riescono nella vita corrente) al fine appunto di PURIFICARSI.
Mi disse anche quanto, riguardo la disabilità in genere: se siamo costretti ad accudire una persona che per tutta la vita non sarà mai autonoma le opzioni sono due: 1) Abbiamo un grosso debito karmico nei suoi confronti (per esempio in un'altra vita lo abbiamo sfruttato per il proprio sostentamento e benessere). 2) In un'altra vita volevamo la dipendenza totale di una determinata persona nei nostri confronti per gestirla e controllarla su tutto e la vita successiva ci farà vivere in maniera esasperante situazioni in cui veramente si dovrà gestire e curare totalmente l'esistenza di chi abbiamo sottomesso nella vita precedente.
Mi disse anni fa tutto questo una parapsicologa (psicologa iscritta all'Albo) che si chiama Viviana Sodomaco che si occupa anche di regressioni per recuperare memorie di vite precedenti.
Si tratta di quasi 30 anni fa...
Poi mi sono rimaste impresse queste nozioni.
Mah?
Tutto può essere confutabile o meno...chissà?
marisol
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 615
Iscritto il: sabato 28 novembre 2015, 14:43
“Mi Piace” dati: 294 volte
“Mi Piace” ricevuti: 241 volte
Religione: Cristiana

Re: Reincarnazione di personaggi storici famosi

Messaggioda Reminiscenza1 » sabato 6 febbraio 2016, 13:39

Cari Roberto e Marisol, grazie.
@ Roberto, anch'io credo sia piu' facile ricordare le vite significative, quelle che hanno lasciato un' impronta, nel bene e nel male, ma non e' necessario che siano vite storicamente importanti.

@Marisol, interessanti le tue riflessioni. Mi sembra plausibile il fatto che un'anima che torna sulla Terra dalle zone astrali basse, torni per purificarsi, ma mi sembra ingiusto che un'anima che ha subito la prepotenza di una tale persona, sia poi costretta ad avere una qualunque disabilita' o difficolta', per permettere a quella persona di evolversi attraverso un accudimento esasperato e faticoso di lei. Mi sembra piu' plausibile pensare che chi torna con una disabilita', lo faccia per scontare propri gravi errori, permettendo a sua volta, alla persona che dovra' prendersi cura di lui, di superare i propri, con un incastro perfetto. Mi sembra di ricordare che quando torniamo sulla terra, non siamo chiamati a riparare soltanto i debiti della vita precedente, ma entrano in gioco anche aspetti di altre vite, che non sono stati ancora riparati. Insomma, ci sarebbe un incastro talmente perfetto, da poter essere spiegato solo con l'intervento divino.
Da quanto scritto da te, pero', mi viene una riflessione, abbastanza inquietante: non e' che le vite piu' felici e serene sono il punto di partenza e non quello di arrivo, ai fini della conquista del Paradiso? Mi spiego meglio: se chi e' gia' evoluto, e quindi proviene dai livelli astrali alti, torna per evolversi sempre di piu' attraverso disabilita' e sofferenza, permettendo ai meno evoluti di crescere spiritualmente, forse vuol dire che coloro che hanno vita piu' serena ed appagante di tanti altri (nei limiti che sono concessi qui su questa Terra), sono anime poco evolute, che progrediranno, pian piano, attraverso vite sempre piu' difficoltose, fino a purificarsi del tutto e innalzarsi verso la luce. Quindi quando si affronta una vita difficile, la successiva sara' ancora piu' gravosa, fino ad arrivare alla condizione di anima evoluta, e poi anima del tutto spirituale? :uhm2:
Avatar utente
Reminiscenza1
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 3118
Iscritto il: giovedì 12 dicembre 2013, 15:35
“Mi Piace” dati: 843 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1337 volte
Religione: incerta

Re: Reincarnazione di personaggi storici famosi

Messaggioda marisol » sabato 6 febbraio 2016, 16:27

Mammina che spunti di riflessioni tosti! Forse sarebbe più facile fare un salto nel passato per tornare nel periodo in cui trasmettevano "Pronto Raffaella?" e indovinare il numeri di ceci nel boccione che aveva accanto! Allora: come tutti, qui riporto nozioni lette o ascoltate sempre inerenti ai temi che trattiamo ma come in una "tavola rotonda" le discussioni sono aperte anche perché come ribadito da tutti noi finora, solo quando "partiremo", scopriremo verità che in questa dimensione s'ignorano.
La sofferenza: la Croce, condizione imprescindibile per la conquista del Regno dei Cieli per i cristiani.
Sono cristiana ma voglio anche pensare che ci si possa anche concedere di essere sereni e felici in questa dimensione!
Ma sai cara remi che quanto hai qui espresso l'ho ripensato in diverse circostanze, soprattutto, quando ho a che fare con persone che conducono un'esistenza molto facilitata, ma sprovviste di quegli "anticorpi" che sono necessari per affrontare le avversità senza farci travolgere totalmente da esse.
Però, ho anche preso visione di questo: i destini facili non esistono, bensì esistono persone più superficiali e scelte più egoiste!
Anni fa, una famiglia tra l'altro benestante, ha rifiutato la nascita di un bimbo disabile, abbandonandolo dopo la nascita in ospedale perché sia i genitori che i fratelli maggiori hanno esordito con la seguente dichiarazione:" Non ce la sentiamo di soffrire!".
Probabilmente queste persone, abbandonando la prova esistenziale forse più importante per la propria evoluzione, avranno poi condotto la vita di sempre, ovvero, con meno gratta capi rispetto a coloro che invece accolgono anche con amore la nascita di una creatura con specifiche fragilità.
Però mi chiedo: che tipo di rapporti saranno riusciti a strutturare all'interno della famiglia, pure nella vita sociale?
Gli stessi che ho sempre cercato io?
Non credo....
Lavorando anche con gli anziani, ce ne sono veramente tanti abbandonati anche in Case di Riposo a cinque stelle e i famigliari, non hanno assolutamente i sensi di colpa!
Queste strutture sono quanto mai necessarie ma una cosa è andare a trovare il nostro anziano, un'altra invece, annullarlo dalla nostra vita!
Anche chi abbandona il cane per andarsene tranquillo in vacanza...vive bene nel suo modo di concepire il proprio senso di benessere!
Come potrei trascorrere una vacanza felice dopo aver abbandonato il mio tato peloso?
Dietro a vite in apparenza molto facili, ti assicuro che c'è tanto egoismo e tanta superficialità.
Questo credo sia spunto di successive riflessioni...
marisol
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 615
Iscritto il: sabato 28 novembre 2015, 14:43
“Mi Piace” dati: 294 volte
“Mi Piace” ricevuti: 241 volte
Religione: Cristiana

Re: Reincarnazione di personaggi storici famosi

Messaggioda Reminiscenza1 » sabato 6 febbraio 2016, 19:39

Bellissima riflessione, Marisol. Credo che tutte le prove che siamo chiamati ad affrontare, poiche' sono legge karmica e servono a bilanciare i debiti e ad evolverci, vadano accettate, pena il ripresentarsi, nella vita successiva, del debito insoluto. Insomma, dal karma non si scappa, a meno che non intervenga una giusta condizione per farlo. Mi spiego con un esempio: se nella vita precedente qualcuno e' stato l' aguzzino di un altro, le due persone torneranno, con ruoli invertiti, per sanare quella situazione. Ma poiche' nessuno si reicarna con lo scopo di fare del male, ne consegue che chi persegue il male, lo fa per sua libera scelta, attraverso il libero arbitrio. Quindi se una persona ne ha uccisa un' altra in una vita precedente, la persona uccisa non tornera' per uccidere a sua volta. Colui che uccide, uccide seguendo il proprio libero arbitrio, e la propria azione malvagia verra' scontata in in' altra vita.
Riguardo alle vite facili, sinonimo di vite egoistiche, non sono completamente d' accordo, o meglio, in alcuni casi e' cosi', ma poiche' l' egoismo si sconta, questo propenderebbe a favore della mia ipotesi, di percorso di sofferenza terreno fatto in salita. Pero' ci sono anche esistenze tranquille, di persone serene e altruiste, buone e generose, che conducono una vita senza grandi sofferenze. Pare che per finire il ciclo delle reincarnazioni, sia necessario arrivare ad un alto livello di altruismo, tolleranza, assenza di vizi e di passioni carnali, assenza di attaccamento alle cose materiali, assenza di tutto. A me questa cosa fa venire un sacco di dubbi, perche', a meno che non si scelga l' ultima vita terrena come santi, tutte queste rinunce mi sembrano molto poco umane.

Il messaggio di Reminiscenza1 piace a:
ale_209
Avatar utente
Reminiscenza1
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 3118
Iscritto il: giovedì 12 dicembre 2013, 15:35
“Mi Piace” dati: 843 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1337 volte
Religione: incerta

Re: Reincarnazione di personaggi storici famosi

Messaggioda marisol » sabato 6 febbraio 2016, 23:59

Vite facili e non egoistiche che appartengono a persone che comunque riescono a non provare i bisogni più elementari di noi comuni mortali (mi metto prima della lista in riferimento ai bisogni più basici!) e che di conseguenza conducono vite "sante", ovvero, un po' faticose almeno per persone come anche la sottoscritta.
In pratica c'è sempre il rovescio della medaglia!
Quindi in questa vita, cosa c'è di oggettivamente facile?
marisol
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 615
Iscritto il: sabato 28 novembre 2015, 14:43
“Mi Piace” dati: 294 volte
“Mi Piace” ricevuti: 241 volte
Religione: Cristiana

Re: Reincarnazione di personaggi storici famosi

Messaggioda daluoghiremoti » domenica 7 febbraio 2016, 17:27

Ciao.
L'equivalenza sarebbe quindi: vita facile=poca evoluzione. Di conseguenza per evolvermi devo soffrire (o meglio: prima d'incarnarmi devo scegliere delle prove che mi porteranno sofferenza al fine di garantirmi un'evoluzione). E' molto triste tutto ciò; tuttavia sembra proprio questo scaturire dai molti libri dello spiritismo. E continuando nel ragionamento, è allora possibile intuire il proprio grado di evoluzione dal tipo di vita che si è trascorsa. Certo per avere una fotografia più ampia bisognerebbe farlo quanto più in là nel tempo in modo da, volgendosi indietro, valutare i tanti anni trascorsi.

Il messaggio di daluoghiremoti piace a:
ale_209
Avatar utente
daluoghiremoti
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 423
Iscritto il: sabato 18 giugno 2011, 13:15
“Mi Piace” dati: 109 volte
“Mi Piace” ricevuti: 212 volte
Religione: cristiano

Re: Reincarnazione di personaggi storici famosi

Messaggioda Reminiscenza1 » domenica 7 febbraio 2016, 21:28

Ciao Daluoghiremoti. Sicuramete una vita facile genera poca evoluzione. Mi sono ricordata di aver letto che l'evoluzione non si compie passando attraverso vite che sono, progressivamente, sempre piu' facili o piu' difficili ma, a seconda di cio' che dobbiamo imparare, potremo passare da una vita in cui saremo benestanti, belli e colti, ad un'altra in cui saremo poveri e ignoranti, se avremo utilizzato male le doti e la fortuna che avevamo posseduto precedentemente. La bella notizia, pero', e' che nulla di cio' che acquisiamo durante le varie esistenze viene perduto, ma tutto rimane nella memoria karmica e verra' riacquistato quando sara' necessario.
Marisol chiede cosa ci sia di oggettivamente facile nella vita. Io credo: per alcuni tutto, per altri niente, per la maggior parte una via di mezzo.Certo e' che ci sono vite piu' facili e vite piu' difficili, questo e' fuori discussione. Una domanda: se una persona campa fino a novant'anni in salute, in benessere economico, in serenita' familiare, ecc... e poi muore di una morte molto crudele e dolorosa, secondo voi cos'e' predominante, la felicita' di tutta una vita, oppure l'atrocita' di qualche giorno/mese?
Secondo me a fare queste discussioni si diventa matti! : :s : :ahaha:
Avatar utente
Reminiscenza1
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 3118
Iscritto il: giovedì 12 dicembre 2013, 15:35
“Mi Piace” dati: 843 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1337 volte
Religione: incerta

Re: Reincarnazione di personaggi storici famosi

Messaggioda marisol » lunedì 8 febbraio 2016, 9:12

...ma a noi piacciono i matti simpatici! Almeno a me! Preferisco un matto simpatico e fantasioso che uno sano legnoso e palloso!
Anche perché nella follia spesso c'è la verità (vedi le opere della poetessa Alda Merini).
Onestamente, lavorando con diverse tipologie di persone (poveri, ricchi, sani, matti...) e dovendo sempre fare all'inizio una cosa molto noiosa che si chiama anamnesi (famigliare e clinica) ho scoperto negli anni che a dispetto di ciò che sembra, nessuno e ripeto nessuno, è indenne dalla sofferenza o potrebbe solo condurre un'esistenza molto facilitata (sta nel ibero arbitrio quali responsabilità prendere!).
Probabilmente continuo a sbagliare pensandola in questo modo, ma come ho già esternato, possono essere più o meno facili o egoistiche le scelte che invece facciamo.
Quindi, sempre pur continuando nel mio probabile errore di valutazione, la vita più facile o più faticosa, dipende da cosa inneschi con la tua personalità sin da bambino e come il gioco del domino, se inizi a far cadere alcune file di pedine, poi tutto procede in maniera inarrestabile.
Chi possiede un temperamento ed una sensibilità che lo fanno lottare contro tutto ciò che considera ingiusto e negativo, sin da piccino non avrà vita facile perché non scende a compromessi e si limita anche di vivere esperienze più... spensierate?
Questa persona a mio avviso sarà candidata a subìre il bullismo a scuola, poi il mobbing sul lavoro, ad avere solo famigliari e parenti che chiedono però poi lo lasciano solo nei momenti di difficoltà e molto poco facilmente gli arrivano le "botte di fortuna" (la domanda d'esame a cui sa meglio rispondere; il lavoro che desidera; l'amore giusto che lo fa stare bene...etc...) ma gli arrivano soprattutto le "pedate nel sedere"....etc...
Ci sono invece a mio avviso personalità che "catturano la buona sorte" perché sostanzialmente pensano in primis a se stesse.
Comunque, sia alle persone più profonde che superficiali i "quarti d'ora no!" capitano a tutti; poi, se invece di affrontarli ti giri dall'altra parte e lasci la "patata bollente" agli altri, è un'altra cosa.
Ho una giovane collega: ha girato l'Italia incurante del fatto di avere figli e un marito che ha smesso di lavorare per un lungo periodo (pur amando la propria professione) perché lei ha voluto cercare un ambiente di lavoro "cucito addosso per lei"! ("Qui non mi piace per questo; là non mi va per un altro motivo...etc...").
Con tutte le persone in giro che posseggono le medesime sue qualifiche, questa fa venire solo il nervoso!
Si è stabilizzata finalmente in un posto, il marito ha ripreso a lavorare e i nonni materni e paterni sono occupati tutti i santi giorni che Dio mette in terra per soddisfare le necessità di questa famiglia, pure curando la loro casa (pulizie, bucato, pranzi, cene...etc...).
Questa tizia, può avere anche i genitori o i suoceri in difficoltà e ciò sarebbe motivo di preoccupazione per tutte le persona mature, ma per lei invece no; è più il marito a farsene carico quando richiesto.
Non so per certo, ma sembra che il marito ogni tanto si... "sfoghi?"...con qualcun'altra e la tizia in questione o non vede perché troppo concentrata su se stessa oppure le sta bene anche così fin quando il "teatrino della sua vita perfetta" non cesserà!
Potrebbe anche durare per tutta questa sua esistenza terrena...chissà?
Quando poi entri nella vita delle persone, scopri che nessuna esistenza è facile o perfetta.
marisol
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 615
Iscritto il: sabato 28 novembre 2015, 14:43
“Mi Piace” dati: 294 volte
“Mi Piace” ricevuti: 241 volte
Religione: Cristiana

Prossimo

Torna a Le mie domande

Chat Room Vita Oltre la Vita
Commenta:

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite