Reincarnazione di personaggi storici famosi

Re: Reincarnazione di personaggi storici famosi

Messaggioda Reminiscenza1 » lunedì 8 febbraio 2016, 12:33

Marisol, mi permetto di essere sincera: colgo molto giudizio nelle tue considerazioni sulla collega. Ognuno ha la vita che ha scelto e che decide di modificare, nei limiti delle proprie possibilita', con il proprio libero arbitrio, e nostro compito e' quello di evolverci, quindi concentrarci sulla nostra esistenza, anziche' guardare e giudicare quella degli altri. Scusami se sono un po' dura, ma io ora la penso cosi', non mi piace la critica gratuita, anche perche' la vita privata altrui non ci riguarda.
Riguardo al fatto che piacciano i matti o i sani, o finti tali, questa cosa e' a gusto personale.
Si discuteva sul fatto del dolore nella vita, e se esistano vite piu' facili di altre. E' ovvio che anche una vita molto agevole avra' ugualmente le proprie sofferenze, perche' nessuno e' immune dalla sofferenza e dagli ostacoli, ma qui il discorso si allarga, perche' bisognerebbe considerare anche la soggettivita', e predere atto che cio' che e' considerato sofferenza per una persona, per un'altra non lo e'; inoltre una stessa sofferenza, puo' venire percepita e vissuta con maggiore o minore dolore, da persona a persona. Non siamo tutti uguali, anche se comunemente si pensa che la persona bella, ricca, colta e in salute abbia per forza una vita soddisfacente. Ma siccome la felicita' e' dentro di noi e non fuori, questo spiega perche' attrici e personaggi belli, ricchi e famosi si siano suicidati, o abbiano tentato di farlo, mentre persone comuni, brutte, povere e anonime, ma con una grande ricchezza interiore, abbiano vissuto felicemente. Parte tutto da dentro di noi, ma finche' non si mette un po' da parte ego, difficilmente si potra' essere sereni e felici anche in mezzo a tutto l'oro del mondo. Ma questa verita', per chi nasce e cresce nel mondo occidentale materialista, e' molto difficile da capire, accettare e mettere in pratica, perche' da noi nascere svantaggiati e' sempre un ostacolo ed un handicap, e la persona con qualche difficolta' deve faticare molto di piu' per affermare il proprio essere interiore e sara' chiamata a bilanciare con altri "requisiti", sempre materiali, il proprio svantaggio. In occidente purtroppo, i requisiti spirituali, almeno per ora, sono tenuti ancora in secondo piano.
Riguardo al mobbing sul lavoro e ai familiari invadenti,(escludo il bullismo, che rigarda i minori, quindi soggetti sicuramente piu' deboli e da tutelare) ricordiamoci che siamo sempre noi a permettere agli altri,che siano estranei o parenti stretti, determinati comportamenti. Tutto dipende da noi e l'altro puo' anche voler fare il prepotente e mettersi a strillare in russo, ma se noi non gli permettiamo di invaderci, tornera' a strillare per conto suo in lingua originale. :yess:
E cmq siamo qui per imparare e la strada e' lunga e difficile per tutti.
Avatar utente
Reminiscenza1
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 3118
Iscritto il: giovedì 12 dicembre 2013, 15:35
“Mi Piace” dati: 843 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1337 volte
Religione: incerta

Re: Reincarnazione di personaggi storici famosi

Messaggioda marisol » lunedì 8 febbraio 2016, 13:44

Appunto, è soggettiva la sensibilità di ognuno quindi a prescindere penso, non si possa a priori credere che in assoluto ci siano vite facili; com'è soggettiva la propria capacità di capire i bisogni di coloro che ci stanno accanto, perché se non ci riusciamo (anche in questo spazio per un altro argomento si è parlato di personalità molto egocentrate) tutto è oggettivamente più semplice.
Quando pensavo alla reale possibilità di vite meno complicate e più fortunate di altre, non mi chiedevo: "Ma farei le stesse scelte di questa o quest'altra persona per stare altrettanto bene?".
Probabilmente uno degli scopi inconsapevoli di chi sta bene sulle spalle degli altri (scaricando soprattutto loro proprie responsabilità) è di far reagire coloro che invece non rispondono mai di no!
Nel frattempo, c'è chi sta meglio e chi invece chi sta peggio finchè gli equilibri non prendono una piega diversa ed anche più sana.

"Ogni poeta vende i suoi guai migliori": una famosa citazione della poetessa Alda Merini che a chi non la conoscesse, consiglio di leggere qualche suo scritto.

Riflettendoci, anche sotto l'aspetto un po' meno personale e racchiuso nelle vicissitudini private e famigliari di ognuno di noi, anche sotto un aspetto più globale, i popoli che stanno meglio nei secoli, hanno finora potuto esserlo a scapito di quelli che sono stati sfruttati e sottomessi (penso che questa trasmigrazione di massa che sta continuando dal sud del mondo, sia la conseguenza di tutto ciò che i popoli più industrializzati hanno combinato...).
Quindi, mi chiedo, se oltre ad una personale sensazione più o meno scaturita da un evento esterno, in questa dimensione terrena, si possa vivere condizioni di assoluto benessere come si possa provare da bambini quando da innocenti siamo ancora incontaminati dalla vera consapevolezza delle diverse realtà.

Riguardo il mobbing, c'è anche da aggiungere che diversi colleghi per non stare male loro, non prendono le parti di chi è stato preso di mira da uno o più elementi che lavorano con lui o lei.
Ho conosciuto vittime di mobbing che per fortuna non mi è mai capitato ma non riesco ad affermare nei confronti delle vittime: "Dovevano tutelarsi meglio!"
Così come accade nei casi di violenze domestiche a scapito di tante donne; perché sebbene sia d'animo combattivo e Grazie a Dio non ho mai subìto altrettando in quanto donna, posso accettare appunto tipi di vissuto diversi dai miei, quindi modi diversi di reagire alle difficoltà.
La vita è così complessa, già, già e ce ne rendiamo conto tutti! Vero?
marisol
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 615
Iscritto il: sabato 28 novembre 2015, 14:43
“Mi Piace” dati: 294 volte
“Mi Piace” ricevuti: 241 volte
Religione: Cristiana

Re: Reincarnazione di personaggi storici famosi

Messaggioda Reminiscenza1 » lunedì 8 febbraio 2016, 18:32

Bellissima discussione.
Io non credo, pero', che chi e' cosi' egocentrico da non capire i bisogni di chi gli sta a finaco, abbia vita piu' facile. In genere, queste persone, a lungo andare si fanno terra bruciata intorno, e quando riescono nel loro intento egoistico, c'e' sempre, prima o poi, la legge di compensazione, quindi alla fine tutto e' giusto ed equilibrato cosi' com'e', anche se in apparenza non sembra.

Tu hai scritto:

"Probabilmente uno degli scopi inconsapevoli di chi sta bene sulle spalle degli altri (scaricando soprattutto loro proprie responsabilità) è di far reagire coloro che invece non rispondono mai di no!"

Ecco, su questo presunto altruismo ho seri dubbi. Qualche rara volta credo sia cosi', ma la maggior parte delle volte propendo piu' a favore del fatto che esiste gente che ama schiavizzare il prossimo e c'e' chi glielo permette.
Non credo che su questa Terra si possa vivere condizioni di assoluto benessere, non tanto perche' non sia possibile oggettivamente, ma soggettivamente: siamo ancora troppo impregnati di condizionamenti e vissuti familiari e sociali, da complicarci la vita anche quando non ce n'e' bisogno. Anche i bambini non sono del tutto esenti da sofferenze, anche se in loro, per fortuna, prevale il mondo incantato, che forse e' anche quello che ricordano dell' Aldila', chissa', mi piace pensarlo.

Riguardo al mobbing e alle violenze domestiche, anche qui il discorso si fa complesso, perche' pur non potendo incolpare chi subisce violenza, e' pur vero che ci sono persone molto deboli, ma nello stesso tempo caparbie secondo l'accezione negativa del termine, che masochisticamente si fanno sfruttare e maltrattare. Le violenze costanti e reiterate, presuppongono che ci siano due elementi: il carnefice e la vittima. Laddove non c'e' una vittima, il carnefice non ha ragione di esistere. Alla resa dei conti, se andiamo ad analizzare i vari vissuti, scopriamo che sono ben rare le situazioni di violenza subita passivamente. Molto spesso, invece, la violenza reiterata e' subita attivamente da una "vittima" consenziente. Cio' per dire che la prima volta che mi tiri uno schiaffo, subisco violenza, la seconda volta la subisco, ma sono consenziente, quindi sono parte attiva nella relazione insana.
E certo e' che per vivere ci vuole un gran coraggio! : Blink :
Avatar utente
Reminiscenza1
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 3118
Iscritto il: giovedì 12 dicembre 2013, 15:35
“Mi Piace” dati: 843 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1337 volte
Religione: incerta

Re: Reincarnazione di personaggi storici famosi

Messaggioda Reminiscenza1 » martedì 9 febbraio 2016, 15:40

Ho provato a tornare sull' argomento ma nulla, lui ricorda solo la tenda rossa sul ghiaccio. : Sad :
Posso provare a comprargli un libro sull' argomento. Ammesso che lo legga, se non servira' alla memoria, sicuramente apportera' qualcosa in piu' alla sua cultura. :yess:
Avatar utente
Reminiscenza1
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 3118
Iscritto il: giovedì 12 dicembre 2013, 15:35
“Mi Piace” dati: 843 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1337 volte
Religione: incerta

Re: Reincarnazione di personaggi storici famosi

Messaggioda ale_209 » martedì 17 dicembre 2019, 11:54

Reminiscenza1 ha scritto:Riguardo al mobbing sul lavoro e ai familiari invadenti,(escludo il bullismo, che rigarda i minori, quindi soggetti sicuramente piu' deboli e da tutelare) ricordiamoci che siamo sempre noi a permettere agli altri,che siano estranei o parenti stretti, determinati comportamenti. Tutto dipende da noi e l'altro puo' anche voler fare il prepotente e mettersi a strillare in russo, ma se noi non gli permettiamo di invaderci, tornera' a strillare per conto suo in lingua originale. :yess:
E cmq siamo qui per imparare e la strada e' lunga e difficile per tutti.


Riporto a galla questo post di Reminiscenza1 di qualche anno fa ...
In particolare la mia attenzione (in questo periodo) e' puntata sull'invadenza di determinate persone, nel mio caso AMICI (o presunti tali).
Come ha giustamente sottolineato Remi, la colpa e' in gran parte nostra se siamo "soffocati" dalla presenza di persone che classificare INVADENTI e' ben poca cosa. Ho notato, mio malgrado, di avere tra le amicizie di vecchia data una persona di sesso femminile che mi opprime nel vero senso della parola, purtroppo non sono abbastanza brava nel decifrare quale sia il suo scopo finale, non capisco se lo faccia per gelosia, invidia o qualcosa di piu' "malvagio".
La conosco da veramente tanti anni ed e' sempre stata di quelle persone che per emergere buttava cattiverie sugli altri ma con me, tutto sommato non e' mai stata cattiva. Con gli anni le nostre vite si sono abbastanza separate a causa di scelte di vita totalmente diverse, credo che non sia per nulla contenta delle sue scelte e che voglia in un certo senso rivivere quella giovinezza che ci ha unite per qualche tempo.
La cosa di lei che non mi convince assolutamente e’ il fatto che punti sempre il dito verso le persone che ritiene false ma io so cose di lei che la classificano al 100% come una persona falsa, non mi piace il suo modo ruffiano, non mi piace che mi imponga cosa fare o non fare, addirittura dove andare in ferie e quando!!!!
Ovviamente ho sempre fatto tutto quello che ho voluto io, non l’ha mai avuta vinta pero’ ultimamente mi sta sommergendo di sms, chiamate, pretese ecc ecc.
Di carattere non amo litigare con le persone, piuttosto mi allontano e taglio i ponti piano piano, con lei ci ho provato ma non ci sono mai riuscita, ha un carattere fortissimo e anche se non e’ in grado di farmi fare ciò che vuole ha la capacità di ingastrirmi la vita.
Credo di avere un grosso debito karmico verso di lei e chissà cosa le devo aver fatto per portarmi sulle spalle questo fardello ormai da 20 anni.
Non sono capace di fare finta di niente e farmi scivolare tutto addosso così ci penso sempre, penso a come uscirne definitivamente senza rompere quella minima parte di positività che ha la nostra amicizia. Vorrei farle capire che io e lei siamo completamente opposte e come io accetto cose di lei che non mi piacciono lei non può volere ad ogni costo cambiarmi, io decido se e come cambiarmi.
Come posso fare? : Sad :
Per la mia amatissima Nonna Leo: Alcuni addii non sono per sempre. Non sono la fine. Semplicemente significano: “mi mancherai finché non ci incontreremo di nuovo”
Avatar utente
ale_209
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 1563
Iscritto il: lunedì 18 novembre 2013, 16:32
Località: Ferrara
“Mi Piace” dati: 2488 volte
“Mi Piace” ricevuti: 628 volte
Religione: CredoinDio

Precedente

Torna a Le mie domande

Chat Room Vita Oltre la Vita
Commenta:

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti