Pagina 2 di 3

Re: Da "Il libro di François" scuola CF77

MessaggioInviato: sabato 9 luglio 2016, 6:30
da tata
Carissima, leggere questo scritto e soprattutto volerlo CREDERE è come rinascere per me. Sentire che l'amore che ho provato e che tutt'oggi provo mi riapre il cuore alla vita. Io ci sono... Fabio c'è ... i nostri cari ci accompagnano e io non sono pazza nel pensarli e amarli con tutta me stessa. Grazie!!

Re: Da "Il libro di François" scuola CF77

MessaggioInviato: sabato 9 luglio 2016, 12:24
da pierotto 52
: Smile : No, cara Tata, che non sei pazza, sei una bellissima persona piena d'Amore, e l'Amore è sempre ricambiato, soprattutto dal Cielo :cuore8: :cuoricini: :cuore8: Piera

Re: Da "Il libro di François" scuola CF77

MessaggioInviato: sabato 9 luglio 2016, 13:17
da Uranium
Per me, invece, sono frasi come la tua a darmi la sensazione di rinascere, Tata...Dio ti strabenedica! :dicocuore: :cuoricini:

Re: Da "Il libro di François" scuola CF77

MessaggioInviato: domenica 10 luglio 2016, 0:35
da tata
Siete veramente speciali... tutti quanti... mi fate sentire così... a casa!! Grazie ragazzi per l'amore, la comprensione e tutto il vostro sapere che mettete anche a mio uso e consumo... con voi mi sento meno sola.

Re: Da "Il libro di François" scuola CF77

MessaggioInviato: domenica 10 luglio 2016, 15:44
da Reminiscenza1
Cara Tata, bentornata. :cuoricini:

Re: Da "Il libro di François" scuola CF77

MessaggioInviato: domenica 10 luglio 2016, 20:50
da Uranium
Ciascuna delle Guide del Cerchio Firenze 77 era deputata a trasmettere il contenuto delle comunicazioni con modalità differenti: Dali era l'Entità Guida delle riunioni, che da lui venivano aperte e concluse; Kempis si "occupava" di filosofia ed impartiva l'insegnamento in modo razionale; Teresa era classicamente la Guida mistica; Claudio si poteva definire la Guida psicologica del Cerchio, per citare solo quelle che più frequentemente intervenivano alle riunioni.
François (che, ricordo, fu possibile identificare per François Joseph Victor Broussais, 1772-1838, medico occultista francese) fu l'ultima delle Guide del CF77 a manifestarsi, nel 1980. Di lui si può dire che fosse possibile "innamorarsene" fin dal primo approccio, perché la sua capacità di parlare agli ascoltatori in modo amichevole e comprensibile era qualcosa di unico, come unica era la sua disponibilità ad intrattenersi con il pubblico: nello stesso anno nel quale François si manifestò al Cerchio per la prima volta, su Rai Radio 1 andava in onda la rubrica notturna La telefonata, nel corso della quale il poeta e scrittore Pietro Cimatti (1929-1991, personaggio legato indissolubilmente alle vicende del CF77), intervistava vari ospiti; un habituè di tale programma era proprio il nostro François, che veniva presentato come un medico amico del Cimatti e che col medesimo colloquiava affabilmente al telefono attraverso la trance di Roberto Setti. I suoi interventi vertevano sui grandi temi esistenziali della vita umana fra cui quello della sopravvivenza dell'anima, e tutto mentre i radioascoltatori non nutrivano il benché minimo sospetto di stare ascoltando la voce di un trapassato. Un evento che fu giustamente definito come un unicum.
Il Libro di François dal quale è stato tratto il bellissimo brano condiviso con noi da Piera, fu curato dall'ottimo Enrico Ruggini, che (insieme con la consorte) ebbi la grande gioia e il privilegio di conoscere personalmente a Firenze nel 2000: per tale ragione posso assicurare senza alcun timore che il volume è il resoconto veritiero e fedele fino allo scrupolo di fatti e comunicazioni che segnarono una fase davvero memorabile nell'intera, straordinaria storia del Cerchio Firenze 77.

Re: Da "Il libro di François" scuola CF77

MessaggioInviato: lunedì 11 luglio 2016, 20:10
da tata
Grazie Reminiscenza e grazie a tutti.
Ho una domanda per voi che siete più esperti di me.
Come potete immaginare non ho mai smesso di cercare Fabio e sono andata da tre medium diverse... la prima è stata una puntata di rischiatutto... era così? Era cola'... portava gli occhiali? Ahhhh forse no... la seconda.. famosa nel suo campo... troppo concentrata su se stessa e sulle sue vibrazioni.... la terza però mi ha dato dettagli abbastanza precisi... ma lui era mesto, triste, addolorato... non era il suo meraviglioso carattere... ed era come molto "lontano" dal mio cuore anche se mi ha declamatolto il suo amore... era come spento.. non mi ha dato dettagli precisi per farsi riconoscere... mi hanno preso in giro oppure non tutte le anime sono "lucide"?

Re: Da "Il libro di François" scuola CF77

MessaggioInviato: lunedì 11 luglio 2016, 20:22
da Uranium
Hmmm...Tata, ti rispondo non come esperto (che non sono), ma sulla base degli stessi responsi che hai ricevuto: non so se ti prendessero in giro sapendo di farlo o se cercassero davvero di esserti utili, ma escludo che queste persone possano essere considerate affidabili. Parere personale, naturalmente. Ma chi può permettersi di dire che Fabio fosse "lontano dal tuo cuore" ??? No, per me non ci siamo. Questa è gente che può soltanto confonderti le idee.
Il medium migliore rimane il tuo cuore, l'unico a sapere davvero cosa vi unisse, il solo a riconoscere e a ricordare il vero Fabio. Il solo a potergli parlare.

Re: Da "Il libro di François" scuola CF77

MessaggioInviato: lunedì 11 luglio 2016, 20:53
da tata
Mannaggia pensavo di averlo ritrovato ma lui in vita era allegro scherzoso e giocava sempre con me... non superiore triste.... mi sa che hai ragione... devo continuare a parlargli attraverso il mio cuore...

Re: Da "Il libro di François" scuola CF77

MessaggioInviato: lunedì 11 luglio 2016, 21:58
da Lory 61
Cara Tata, non è che era spento perché vede tutto il tuo dolore? Non so, è solo un'ipotesi eh...Ma so che le entità sono molto rattristate dalla nostra sofferenza! Hai avuto dei riferimenti precisi dalla medium che ti è sembrata più convincente? (nomi, episodi che solo voi conoscete ecc?) Purtroppo in questo campo ci sono molti ciarlatani, ma non proprio tutto è spazzatura. (spero) :cuoricini: