Citazioni sulla reincarnazione

Discussioni su articoli e messaggi.

Re: Sulla dannazione eterna e la reincarnazione

Messaggioda Giovanni » giovedì 24 dicembre 2009, 10:43

Grazie Eva, mi sono accorto solo ora di quella bellissima pagina che hai indicato.
E buffo pensare che 2000 anni fa c'erano già persone che ne sapevano più degli psicologi di oggi :lol:
Ieri ho letto una notizia secondo cui degli psicologi americani hanno fatto una ricerca scientifica che dimostra che durante il Natale chi dona è più felice di chi riceve il regalo e mi è venuto da ridere perchè mi sono detto: e c'era bisogno di una ricerca scientifica per scoprire l'acqua calda? già questo si sapeva da 2000 anni... :ihihih:
Tutto ciò che esiste non è null'altro che una lezione
Libri spirituali gratuiti http://librispirituali.altervista.org
Avatar utente
Giovanni
Amministratore
 
Messaggi: 2140
Iscritto il: lunedì 16 febbraio 2009, 16:19
“Mi Piace” dati: 913 volte
“Mi Piace” ricevuti: 528 volte
Religione: Spiritualista

Citazioni sulla reincarnazione

Messaggioda Giovanni » lunedì 1 marzo 2010, 21:43

Tre quarti del mondo crede alla reincarnazione. Ecco alcune interessanti citazioni di alcune personalità, filosofi, teologi, scienziati, pensatori, ecc. sulla reincarnazione.
Grazie Eva.

PITAGORA, filosofo greco (571-497 a. C)
«Il ritorno e il karma sono necessari per lo sviluppo dell'anima".

EMPEDOCLE, filosofo greco (circa 490-430 a. C.)
"Io una volta fui ragazzo e ragazza, cespuglio e uccello, e muto pesce nelle onde. La Natura cambia tutte le cose, avvolgendo le anime in strane tuniche di carne. Le più degne dimore per le anime degli uomini".

PLATONE, filosofo greco (427-347 a.C)
"O giovane... sappi che se divieni peggiore andrai in un'anima peggiore, e in un'anima migliore se migliorerai, e in ogni successione di vita e di morte farai e soffrirai ciò che il simile ha
del simile. Questa è la giustizia celeste...". "Anime effimere, una nuova generazione di uomini comincia adesso il ciclo di esistenze terrene, il vostro destino non vi verrà assegnato a caso, ma dovrete scegliervelo voi stesse." "L'anima essendo immortale, essendo rinata più volte, e avendo visto tutte le cose che esistono in questo mondo e nell'altro ha conoscenza di tutte"

CICERONE, oratore romano (106-43 a.C)
"Altra possente prova che gli uomini conoscono molte cose prima della nascita è la loro capacità, nella tenera infanzia, di afferrare fatti innumerevoli con una rapidità che dimostra
come essi non ricevano questi fatti dentro di loro per la prima volta, ma li ricordino e li richiamino alla mente". "Siamo nati nel corpo per pagare la pena dei peccati commessi in una vita precedente"

VIRGILIO, poeta latino (70-19 a.C)
"Tutte queste anime, trascorsi mille anni, un Dio le chiama in folta schiera sulle acque del Lete... Così che, smemorate della trascorsa vita, tornino a visitare i regni della Terra, sotto
la volta del cielo, desiderose di avere un corpo vivente. Sono anime a cui sarà dato il corpo a tempo debito, frattanto dimorano sulla riva del Lete e bevono l'oblio della vita precedente"

GESU' (6 a.C.-33 d.C.)
"Volete sapere in che modo un uomo si libera dalle morti? Divenendo consapevole di essere già esistito prima di ogni nascita. E' così, è necessario morire di molte morti per conoscere la luce della nascita. In verità, in verità ti dico che se uno non nascerà di nuovo non può vedere il regno di Dio. Ciò che è generato dalla carne è carne; e quel che nasce dallo spirito è spirito. Non ti meravigliare se ti ho detto: bisogna che voi siate generati di nuovo." "Tommaso, non ti lamentare, se tutto ti va di traverso. In fondo, queste prove che tu devi superare, le inventasti tu stesso. Quanti dal cielo, si affacciano per vedere se cadi nelle trappole che tu stesso ti sei preparato! Felice l'uomo che supera queste prove perchè, al di là, egli trova la Vita".

OVIDIO, poeta latino (43 a. C.-17 d.C )
"La cosiddetta morte è solo il rivestirsi di una cosa vecchia in nuova forma e abito... È lo spirito disincarnato vola qua e là... gettato da una dimora all'altra. L'anima è sempre la
stessa, solo la forma è perduta".

ORIGENE, padre della Chiesa cristiana, (185-254 d.C.)
"Le anime vengono assegnate al loro luogo o regione o condizione in base alle loro azioni prima della vita presente. Dio ha organizzato l'universo sul principio di una retribuzione assolutamente imparziale. Dio non creò secondo alcun favoritismo ma diede alle anime un corpo secondo i peccati di ognuno. Se l'anima non ha avuto una pre-esistenza, perchè alcuni sono ciechi dalla nascita, non avendo peccato, mentre altri nascono senza alcun difetto?. È chiaro che alcuni peccati esistevano (cioè erano stati commessi) prima che l'anima entrasse in un corpo e, come risultato di tali peccati, ogni anima riceve una ricompensa in proporzione a ciò che merita. Ogni anima... viene in questo mondo rafforzata dalle vittore o indebolita dalle sconfitte della sua vita passata."

PLOTINO, filosofo greco, fondatore del neoplatonismo (205-270 d.C.)
"Attraverso le pratiche meditative l’uomo può superare le passioni e richiamare alla mente le Forme divine, lasciarsi alle spalle la Materia e fare ritorno al divino, sfuggendo i cicli di reincarnazione, provocando effetti tangibili su se stesso e sul mondo". "Se al momento della morte il corpo astrale sarà abbastanza leggero nonostante i residui della vita trascorsa, ascenderà, se sarà pesante, sprofonderà e si reincarnerà."

S.AGOSTINO vescovo e teologo romano (354-430 d.C.)
"Prima di quella vita, o Dio della mia gioia, io esistevo già in qualche altro luogo o altro corpo"

PARACELSO, medico e alchimista svizzero (1493-1541)
"Ogni essere umano ha le sue proprie tendenze: queste tendenze appartengono al suo spirito e indicano il suo stato in cui esisteva prima di nascere... Distrutto questo corpo, se ne crea un altro con proprietà simili o superiori".

GIORDANO BRUNO, filosofo italiano (1548-1600)
"Io ho ritenuto e ritengo che le anime siano immortali... L'anima non è corpo, tuttavia può essere in un corpo o in un altro, o passare da un corpo all'altro.".

HENRY MORE, teologo inglese (1614-1687)
"Non c’è mai stato alcun filosofo che abbia parlato di un’anima spirituale ed immortale, che non ne sostenesse anche la pre-esistenza".

VOLTAIRE, filosofo e scrittore francese (1694-1778)
"La dottrina della reincarnazione non è, soprattutto, né assurda né inutile... Non è più sorprendente essere nati due volte che una sola; tutto in natura è risurrezione".

BENJAMIN FRANKLIN, statista, scienziato e filosofo americano (1706-1790)
"Quando vedo che niente si annulla e nemmeno una goccia d'acqua va distrutta, non posso sospettare l'annichilamento delle anime, né credere che Dio voglia sopportare la distruzione giornaliera di menti già fatte, che adesso esistono, e darsi la continua pena di farne delle nuove. Così, trovandomi a esistere nel mondo, credo che, in una forma o
nell'altra, esisterò sempre... Non faccio obiezioni a una nuova edizione di me stesso, sperando tuttavia che gli errata dell'ultima edizione possano essere corretti".

IMMANUEL KANT, filosofo tedesco (1724-1804)
"Se potessimo scorgere noi stessi e gli altri oggetti quali essi sono in realtà, ci vedremmo in un mondo di nature spirituali: la comunità alla quale apparteniamo, che non ha avuto inizio con la nostra nascita, né avrà fine con la morte del nostro corpo"

GOTTHOLD EPHRAIM LESSING, scrittore e filosofo tedesco (1729-1781)
"...Perché non dovrei tornare su questa terra tutte le volte che sia in grado di acquistare nuova conoscenza e nuovo potere? Raggiungo forse, in un solo soggiorno, tante cose da rendere inutile il mio ritorno? No certo!... O forse perderei troppo tempo? Perdere tempo! Che bisogno ho di affrettarmi? Non possiedo forse tutta l'eternità?".

JOHANN WOLFGANG GOETHE, filosofo tedesco (1749 1832)
"Sono certo che, come mi vedete, ho già vissuto cento volte, e spero anche di tornare ancora cento volte".

JEAN PAUL RICHTER, scrittore tedesco (1763-1825)
"Perché non accettare questa teoria [della reincarnazione] e godere pienamente una luce che un Platone, un Pitagora e intere nazioni ed epoche non hanno disdegnato?...
L'anima torni pure quante volte desidera. Certo, la Terra è abbastanza ricca per concederle nuovi doni, nuovi secoli, nuove regioni, nuove menti, nuove scoperte e speranze".

GEORGE W.F.HEGEL, filosofo tedesco (1770-1831)
"Lo spirito, consumando l'involucro della sua esistenza, non passa semplicemente entro un altro involucro, né risorge ringiovanito dalle ceneri della sua precedente forma; ne esce esaltato, glorificato, come spirito più puro... La vita dello spirito sempre presente è un circolo di progressive incarnazioni che, viste sotto un altro aspetto, appaiono passate".

FRIEDRICH VON SCHLEGEL, filosofo tedesco (1772-1829)
"L'uomo, quale è adesso, è troppo imperfetto, troppo materiale per pretendere quel più alto tipo di immortalità. Egli deve ancora entrare in forme e sviluppi terreni, sebbene più
raffinati e trasfigurati, prima di poter direttamente partecipare alla gloria eterna del divino mondo della luce... L'idea della reincarnazione, accolta dal misticismo, è notevole in se stessa per la sua antichità... Essa non permette che l'anima passi alla piena libertà prima di essersi incarnata in molti corpi".

CHARLES FOURIER, filosofo francese (1772-1837)
"Nei periodi in cui è libera dal corpo umano, l'anima rivive immediatamente nella grande anima del mondo, di cui è parte integrante, e disdegna la vita presente, come al momento del risveglio noi cerchiamo di dimenticare o di ricordare un sogno a seconda che sia stato piacevole o spiacevole... Dopo un periodo trascorso nella grande anima, le anime vanno a
dormire e rinascono sulla Terra in un nuovo corpo... Alcuni individui eccezionali... ricordano la loro passata esistenza".

ARTHUR SCHOPENHAUER, filosofo tedesco (1788-1860)
"Se un asiatico mi domandasse la definizione dell'Europa, sarei obbligato a rispondere: è quella parte del mondo infestata dall'incredibile illusione che l'uomo sia stato creato dal
nulla e che la sua nascita sia la sua prima venuta nella vita". "Le qualità innate che troviamo in un uomo e mancano in un altro non sono il grazioso regalo di qualche divinità sconosciuta, ma il frutto delle azioni personali di ogni uomo in un'altra vita".

HONORÉ DE BALZAC, scrittore francese (1799-1850)
"Un'intera vita è necessaria per ottenere le virtù che annullino gli errori della vita precedente. Le virtù che acquistiamo, sviluppandosi lentamente entro di noi, sono gli invisibili legami che collegano ogni nostra esistenza alle altre: esistenze che solo lo spirito ricorda, perché la materia non ha memoria per le cose spirituali".

GEORGE SAND, scrittore francese (1803-1876)
"Siamo gettati in questa vita come in un alambicco, dove, dopo una precedente esistenza che abbiamo dimenticato, siamo destinati a essere rifatti, rinnovati, temprati dalle sofferenze, dalle lotte, dalla passione, dalla malattia, dal dubbio, dalla morte. Noi sopportiamo tutti questi mali per il nostro bene, per la nostra purificazione e, per così dire, per renderci perfetti".

GIUSEPPE MAZZINI, politico italiano (1805-1872)
"Voi credete che l'anima possa passare d'un balzo dall'umana esistenza alla somma beatitudine o andar d'un balzo sommersa nell'assoluta irrevocabile perdizione: noi crediamo il periodo umano troppo lontano dal sommo ideale, troppo guasto d'imperfezione, perché la virtù della quale siamo capaci quaggiù possa d'un tratto meritare di raggiungere il vertice della scala che guida a Dio. Noi crediamo in una serie indefinita di reincarnazioni dell'anima, di vita in vita, di mondo in mondo, ciascuna delle quali rappresenta un miglioramento nell'interiore".

EDGAR ALLAN POE, scrittore americano (1809-1849)
"È ozioso dire che non sono vissuto in precedenza, che l'anima non ha avuto un'esistenza anteriore... Lo negate? Non discutiamo l'argomento. Convinto io stesso, non cerco di
convincere".

RICHARD WAGNER, compositore tedesco (1813-1883)
"In confronto con la reincarnazione e il karma, tutte le altre concezioni appaiono frivole e anguste".

WALT WHITMAN, poeta americano (1819-1892)
"E calcolando la vostra vita, siete il residuo di molte morti; certo, io stesso sono morto già diecimila volte...".
"E guarderò ancora fra una o due ventine di secoli, e incontrerò il vero padrone di casa perfetto e illeso in ogni sua parte come me stesso...".

ÉDOUARD SCHURÉ, letterato francese (1841-1929)
"La dottrina della reincarnazione dà una ragion d'essere, secondo la giustizia e la logica eterna, ai mali spaventosi come alle felicità più desiderate. L'idiota ci sembrerà spiegabile,
se pensiamo che la sua imbecillità, di cui ha semi-coscienza e di cui soffre, è la punizione d'un suo uso criminoso dell'intelligenza in altra vita".

CAMILLE FLAMMARION, scienziato francese (1842-1925)
"Se l'anima sopravvive all'organismo fisico, essa esisteva prima di questo organismo; dietro di noi c'è la stessa eternità che si stende dinanzi a noi... Ognuno di noi entra in questo mondo con attitudini particolari, la cui origine non si trova nell'ereditarietà"

THOMAS EDISON, inventore americano (1847-1931)
"L'unica sopravvivenza che posso concepire è di ricominciare un altro ciclo sulla Terra". "Non dubito nemmeno per un istante che una vita produca un'altra vita".

ARTHUR CONAN DOYLE, scrittore inglese, autore di Sherlock Holmes (1859-1930)
"Quando ci si pone la domanda "dove eravamo prima di essere nati?", abbiamo una risposta precisa nel sistema del lento sviluppo per incarnazione, con lunghi intervalli di riposo dello
spirito fra l'una e l'altra incarnazione...".

GUSTAV MAHLER, compositore tedesco (1860-1911)
"Tutti noi torniamo: questa certezza dà un significato alla vita e non ha alcuna importanza il fatto che in una incarnazione successiva si ricordi o non si ricordi la vita precedente. Quello
che conta non è l'individuo e il suo benessere, ma la grande aspirazione al perfetto e al puro che avanza in ogni incarnazione".

RUDOLF STEINER, filosofo, scienziato e veggente (1861, 1925)
Scrisse diversi libri per diffondere la dottrina della reincarnazione in occidente

MAURICE MAETERLINCK, scrittore belga (1862-1949)
"Non vi fu mai più bella, più giusta, più pura, più morale, più feconda e consolante e, in certa misura, più probabile fede di quella della reincarnazione. Essa sola, con la sua teoria
delle espiazioni e delle purificazioni successive, riesce a spiegare tutte le diseguaglianze fisiche e intellettuali, tutte le iniquità sociali, tutte le ripugnanti ingiustizie del fato".

HENRY FORD, industriale americano (1863-1947)
"Ho adottato la dottrina della reincarnazione quando avevo ventisei anni. Fu come se avessi scoperto il piano dell'universo... Non ero più schiavo delle lancette dell'orologio. Il genio è
esperienza. Alcuni sembrano pensare che sia un dono o un talento, ma è il frutto di una lunga esperienza di molte vite".

CARL GUSTAV JUNG, psichiatra e veggente svizzero (1875-1961)
"La rinascita, nelle sue varie forme di reincarnazione, resurrezione e trasformazione, è un'affermazione che deve essere contata tra le prime affermazioni dell'uomo".

SOMERSET MAUGHAM, scrittore inglese (1874-1965)
"Ho trovato solo una spiegazione al problema del male che piacesse egualmente alla mia sensibilità e alla mia immaginazione: ed è la dottrina della trasmigrazione delle anime".

ARNOLD SCHONBERG, compositore austriaco (1874-1951)
"So di continuare un cammino spirituale iniziato in epoca remota: prima della nascita di Gesù ero predicatore in Palestina. Nel nostro secolo Ci limitiamo, anche in questo caso, a una selezione. Sarebbe lunghissimo l'elenco dei personaggi del nostro tempo che hanno testimoniato la loro credenza nella dottrina delle rinascite, spesso collegandosi al Buddhismo o all'Induismo."

HERMANN HESSE, scrittore tedesco (1877-1962)
"Sono già morto di tutte le morti, e devo ancora morire di tutte le morti... Ancora molte volte mi cercherete dalla morte alla nascita nella penosa via delle creazioni, sulla gloriosa via
delle creazioni".

ALBERT EINSTEIN, fisico ebreo tedesco (1879-1955)
"Il Buddhismo è l'insieme sistematico di idee che meglio si adatta all'uomo d'oggi, l'unica via per la conoscenza e l'autoconoscenza individuale".

HENRY MILLER, scrittore americano (1881-1980)
"Prima di conoscere la teoria della reincarnazione, ero solito biasimare la mia famiglia, la società, mia moglie... Ora so con chiarezza che non devo biasimare nessun
altro che me stesso. Adesso sono libero, nessun altro è responsabile".

ALDOUS HUXLEY, scrittore inglese (1894-1963)
"La teoria della reincarnazione ha le sue radici nel mondo della realtà, come l'evoluzione, e non potrà essere respinta che da pensatori avventati".

HERMANN OBERTH, ingegnere e fisico tedesco (1894-1989)
"L'anima si serve del corpo per fare le sue esperienze, e l'insegnamento dura oltre la morte, nell'aldilà, valutando i ricordi della vita vissuta, così che in una vita successiva noi
possiamo imparare più facilmente e meglio quello che in precedenza sapevamo in modo imperfetto".

PETER SELLERS, regista e attore inglese (1925-1980)
"So di aver vissuto molte altre vite. Nell'interpretare i personaggi dei miei film, molto spesso sento di ispirarmi a esperienze ed emozioni che mi tornano alla memoria da altri tempi,
da mie precedenti incarnazioni".

CARLO COCCIOLI, scrittore
"Credo nell'altissima dottrina del karma. Siamo le conseguenze, i figli delle nostre azioni. Causa-effetto. Azione, reazione. Tutto ciò presuppone, evidentemente, un oceano di esistenze anteriori a quella che viviamo ora. L'idea del karma attenua un poco il supremo orrore dell'universo".

OMBRETTA COLLI, eurodeputata
"Nella mia vita precedente sono vissuta in Egitto. Ho avuto l'esperienza del dejà-vu anni fa,visitando per la prima volta l'Egitto e le piramidi: conoscevo tutto in precedenza con esattezza matematica".
Tutto ciò che esiste non è null'altro che una lezione
Libri spirituali gratuiti http://librispirituali.altervista.org
Avatar utente
Giovanni
Amministratore
 
Messaggi: 2140
Iscritto il: lunedì 16 febbraio 2009, 16:19
“Mi Piace” dati: 913 volte
“Mi Piace” ricevuti: 528 volte
Religione: Spiritualista


Cosa pensatè? Ancora dei casi di reincarnazione?

Messaggioda Fernanda » venerdì 23 aprile 2010, 12:25

http://www.in-dies.info/20/04/2010/parla-cinese-dopo-una-forte-emicrania/3335


Parla cinese dopo una forte emicrania

Una donna inglese di 35 anni, che vive a Devon nel Regno Unito, dopo aver avuto un forte dolore alla testa ed essere stata curata in ospedale, parla come se fosse cinese.

A Sarah Colwill West, che non è mai stata in Cina, è stata diagnosticata la sindrome dell'accento straniero, una malattia che insorge quando la parte del cervello che controlla il discorso è danneggiata.

Recentemente una ragazza croata di 13 anni, Sandra Ralic, era entrata in coma e quando si era svegliata parlava correntemente il tedesco, che aveva appena iniziato a studiare a scuola. Un ciclista ceco di 18 anni, nel 2007, dopo che essersi svegliato dal coma, parlava correntemente l'inglese, pur conoscendo, prima di sbattere la testa in un incidente, solo le frasi di base della lingua.

La sindrome dell'accento straniero è una rarissima disfunzione neurologica che appare in seguito a un ictus o a un forte trauma cranico.

Ci sono stati solo 60 casi registrati da quando questa malattia è stata identificata negli anni '40.


Un abbraccio a tutti e lascio ancora ad ognuno la propria conclusione!!! :abbracci:

Fernanda.
Allegati
Colwill.jpg
Colwill.jpg (14.98 KiB) Osservato 5689 volte
“L’essere umano è in qualsiasi situazione,
quello che aspira,
l’irradiazione di quello che sente,
gli interessi che coltiva.”

Spirito Joanna de Ângelis
Psicografia Divaldo Pereira Franco
Avatar utente
Fernanda
Amministratore
 
Messaggi: 1483
Iscritto il: venerdì 20 febbraio 2009, 16:08
“Mi Piace” dati: 0 volta
“Mi Piace” ricevuti: 412 volte
Religione: Spiritista

Re: Cosa pensatè? Ancora dei casi di reincarnazione?

Messaggioda Giovanni » venerdì 23 aprile 2010, 14:22

Fernanda ha scritto:Un abbraccio a tutti e lascio ancora ad ognuno la propria conclusione!!! :abbracci:

Fernanda.


La conclusione è più che lampante :sole: per chi sappia fare due più due, senza preconcetti, paraocchi, ecc. :idea:
Tutto ciò che esiste non è null'altro che una lezione
Libri spirituali gratuiti http://librispirituali.altervista.org
Avatar utente
Giovanni
Amministratore
 
Messaggi: 2140
Iscritto il: lunedì 16 febbraio 2009, 16:19
“Mi Piace” dati: 913 volte
“Mi Piace” ricevuti: 528 volte
Religione: Spiritualista

Re: Citazioni sulla reincarnazione

Messaggioda lilly72 » martedì 22 marzo 2011, 20:17

grazie x i filmati e tutte le informazioni su come scaricare libri on line, anche xche onestamente ho scaricato tanto materiale che 1 anno leggero'e mi documentero' cosi' tanto che da essere solo un hobby il mio e' diventato un vero e proprio lavoro di sapere ,conoscere, quanto e' affascinate tutto cio'...e da un po che nella mia vita nulla accade + x caso...sembrerebbe prorio che debba continuare cosi'.un saluto speciale :F_ciao: :F_ciao: :F_ciao:
I grandi spiriti hanno sempre incontrato violenta opposizione da parte delle menti mediocri....(Albert Einstein)
Avatar utente
lilly72
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 375
Iscritto il: giovedì 24 febbraio 2011, 10:41
“Mi Piace” dati: 145 volte
“Mi Piace” ricevuti: 93 volte
Religione: cristiana

Re: Citazioni sulla reincarnazione

Messaggioda Fernanda » martedì 22 marzo 2011, 20:51

Lilly!!! : Yahooo : :grazie1000: Grazie per la tua presenza!!!

Spero solo che tu non ci metta un'anno per scriverci!!!! :OK:

Un abbraccio grande e spero leggerti presto!!! :dicocuore:

Fernanda.
“L’essere umano è in qualsiasi situazione,
quello che aspira,
l’irradiazione di quello che sente,
gli interessi che coltiva.”

Spirito Joanna de Ângelis
Psicografia Divaldo Pereira Franco
Avatar utente
Fernanda
Amministratore
 
Messaggi: 1483
Iscritto il: venerdì 20 febbraio 2009, 16:08
“Mi Piace” dati: 0 volta
“Mi Piace” ricevuti: 412 volte
Religione: Spiritista

Precedente

Torna a Articoli, citazioni e messaggi

Chat Room Vita Oltre la Vita
Commenta:

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite