Senza percezioni nella coscienza e minima autoconsapevolezza

Discussioni su articoli e messaggi.

Senza percezioni nella coscienza e minima autoconsapevolezza

Messaggioda sery75 » martedì 7 gennaio 2014, 1:41

salve :uhm2:ci conosciamo perche anche tempo fa avevo ad scritto qui. sono ancora in estremebcondizioni psicologiche,pur con farmaci e psicoterapia.vorrei chiedervi,se una persona ha perso tutta la percezione del suo io e la coscienza e"rimasta intrappolata non riusxendo piu a essere minimamente consapevoke mi spiegate se lo sapete cosa succede alla morte per naturale o perbsuicidio?alcuni ragazzi qui sul forum mi dissero che sarei stata rovinata se non tornava il contatto con l io .o che questo vuoto fisso che percepisco poteva entrare nelle sedute spiritiche.vi prego risposte serie. uno che vive in un punto fisso non sa dove girare gli occhu e ha tutti i sensi della coscienza chiusi,morendo cosi cosa succede?5 anni in uno strazio Continuamente.
sery75
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 350
Iscritto il: domenica 1 luglio 2012, 22:26
“Mi Piace” dati: 1 volta
“Mi Piace” ricevuti: 6 volte
Religione: ateo

Re: Senza percezioni nella coscienza e minima autoconsapevol

Messaggioda Krizia » martedì 7 gennaio 2014, 11:01

Ciao Sery,io non sono molto esperta su questo argomento,pero`desidero risponderti ugualmente,se non altro per farti capire che non sei sola e che tante persone,come te hanno attraversato questo periodo di buio.Innanzitutto non credo che la tua coscienza sia completamente "assopita",altrimenti non ti porresti queste domande,al contrario chi vive solo delle cose materiali e non si interroga mai,e`"dormiente.Non pensare neanche che tutti noi siamo perfettamente consapevoli del nostro io,i forum,le letture mirate dimostrano come siamo continuamente alla ricerca.Perche`la consapevolezza,l`io interiore,vanno cercati,istruiti per far si che si amolino sempre piu`,quindi tranquilla che non siamo diversi da te,solo che tu non lo vedi,per questo malessere che stai vivendo,sicuramente un malessere dell`anima,ci vuole tempo e pazienza ma sono sicura che riuscirai a venirne fuori,magari qualche amico del forum potrebbe consigliarti delle letture che ti possano aiutare,ma il resto...devi mettercelo tu!Comunque per quello che credo io,se una persona muore in queste condizioni,non succede nulla,poiche`nell`oltre,spogliati del nostro corpo,rimane solo l`io e la consapevolezza di se`appunto,altrimenti tutte le persone di cui ti dicevo sopra,con la coscienza assopita,per superficialita`,paura,ignoranza o altro,secondo questo ragionamento,nell`aldila`non dovrebbero esistere piu`!Anzi tutte le sensazioni risultano amplificate,proprio perche`non c`e`piu`la pesante catena della materia a frenarle.Altra cosa e`per il suicidio che,invece di portare la pace che sembra promettere,in realta`condanna a sofferenze ben maggiori di queste sulla terra,in quanto saremmo noi stessi a non perdonarcelo,avendo pienamente coscienza dell`atrocita`commessa contro noi stessi,risultato:non cambierebbe nulla,ci porteremmo la sofferenza di la`,ma molto piu`amplificata,proprio per quel grado di coscienza superiore dovuta allo stato spirito,con una visione a 360 gradi.Quello che adesso non comprendi,dopo ti sara`chiaro ed anche questa sofferenza che vivi,non e`inutile!Ti consiglio di guardare il film di Nosso Lar,che racconta della vita nell`aldila`tramite un racconto psicografato di Andre`Luiz,uno spirito evoluto.Penso che potresti trovare tante risposte alle tue domande.Se hai bisogno di parlare,io sono qui`,anzi noi siamo qui`!Un grande abbraccio!
Vivono,Vivono perche`piangi ancor?.....Quando piangi si fa`notte!(voce di ragazzo registrazione del 7 Maggio 2004)

Il messaggio di Krizia piace a: 3
daluoghiremoti, pierotto 52, riclaupat
Avatar utente
Krizia
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 441
Iscritto il: martedì 19 aprile 2011, 20:20
Località: Sicilia
“Mi Piace” dati: 165 volte
“Mi Piace” ricevuti: 284 volte
Religione: Cattolica

Re: Senza percezioni nella coscienza e minima autoconsapevol

Messaggioda Medwyn » martedì 7 gennaio 2014, 19:40

concordo in pieno con Krizia..
e anzi, prendi questa tua sofferenza attuale come una spinta al cambiamento e all'introspezione sincera con te stessa, pian piano la coscienza affiorera'
"Il caso e' il sentiero che Dio utilizza quando vuole rimanere anonimo" (Einstein)
Avatar utente
Medwyn
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 368
Iscritto il: domenica 20 ottobre 2013, 12:51
“Mi Piace” dati: 472 volte
“Mi Piace” ricevuti: 395 volte
Religione: DIO

Re: Senza percezioni nella coscienza e minima autoconsapevol

Messaggioda sery75 » giovedì 9 gennaio 2014, 2:12

ciao..ma se ci portiamo di la l io,cioe la coscienza e io me lo porto cosi non avro consapevolezza capisci?perche qui i medici dicono che non sento consapevolezza per un n problrma di cosxienza dell io che e"in un punto fisso. e se mi suicido e non posso far niente di la starei un eternita allora per sempre?perche come qui non potrei davvero far njente..
sery75
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 350
Iscritto il: domenica 1 luglio 2012, 22:26
“Mi Piace” dati: 1 volta
“Mi Piace” ricevuti: 6 volte
Religione: ateo

Re: Senza percezioni nella coscienza e minima autoconsapevol

Messaggioda sery75 » giovedì 9 gennaio 2014, 2:17

ma coscienza e consapevolezza mi hanno detto alcuni medici che sono cosevdiverse. dicono che ho un grace problema e disturbo di coscienza che non mi permette di sentire la cobsaoevolezza e l unica cosa e"non pensarci cosa che non posso fare perche e"una dimensione fissa atroce anche dagli occhi non posso svagarmi.se qui non semto consapevokezza di la col suicidio torna o rimangi cosi,che equivarrebbe all inferno eterno.?
sery75
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 350
Iscritto il: domenica 1 luglio 2012, 22:26
“Mi Piace” dati: 1 volta
“Mi Piace” ricevuti: 6 volte
Religione: ateo

Re: Senza percezioni nella coscienza e minima autoconsapevol

Messaggioda Medwyn » giovedì 9 gennaio 2014, 9:45

coscienza e consapevolezza, a prescindere dalla corrente filosofica a cui vuoi riferirti.. sono 2 cose diverse e appunto a seconda dei pensieri assumono significati anche diversi, innanzitutto penso che dovresti cambiare medico. Secondariamente, secondo me.. come ti ho gia' proposto sopra, potresti partire dal caposaldo che tutta la tua sofferenza ora e' una benedizione.. per evolverti.. il resto pian piano viene da se.
(Tutto cio' premette pero'.. una rinascita spirituale e non ovviamente un ateismo)
"Il caso e' il sentiero che Dio utilizza quando vuole rimanere anonimo" (Einstein)

Il messaggio di Medwyn piace a: 2
pierotto 52, riclaupat
Avatar utente
Medwyn
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 368
Iscritto il: domenica 20 ottobre 2013, 12:51
“Mi Piace” dati: 472 volte
“Mi Piace” ricevuti: 395 volte
Religione: DIO

Re: Senza percezioni nella coscienza e minima autoconsapevol

Messaggioda Krizia » giovedì 9 gennaio 2014, 10:13

Ciao Sery,ma non ti accorgi di darti tu stessa le risposte?Capisci tu stessa che coscienza e consapevolezza sono due cose diverse,quindi cosa ti fa pensare che anche "di la`"rimarrebbero indissolubilmente legate?Dall`altra parte la consapevolezza sara`totale e di conseguenza,anche la tua coscienza prendera`atto di quel che sei e del perche`hai vissuto queste crisi,a cosa sono servite.Ti renderai conto che magari questa situazione l`hai vissuta per innumerevoli vite e non l`hai portata mai fino in fondo(che non vuol dire che devi per forza trovare le risposte che cerchi,ma anche il solo fatto di cercarle e`crescita!),chissa`quante altre volte sei "scappata"attraverso il suicidio e la tua "condanna" piu`grande potrebbe essere proprio il ripetersi all`infinito di questa angoscia,finche`avrai il coraggio di viverla fino alla fine,accettandola.Non so come questo malessere si traduca nella tua vita di tutti i giorni,non so quali sono i problemi che vivi e che ti fanno pensare di essere sempre ferma,allo stesso punto,ma penso che anche quando tu pensi questo,in realta`la tua coscienza cresce,solo che non te ne accorgi,perche`ti manca la consapevolezza che come ti ho gia`detto prima,c`e`e non sempre ci e`dato di comprenderla durante la nostra vita terrena,ma solo dopo.Milioni di persone vivono senza avere nessuna consapevolezza e pur non avendola,accumulano esperienze che ampliano la loro coscienza,che se ne rendano conto o no,perche`per te e`un problema "Lasciarti Vivere"?Non ti accorgi della grande coscienza di te che hai,per il solo fatto di stare cosi`male e volerne fuggire?Il suicidio dimenticalo,non te lo dico perche`e`un atto condannato dagli uomini e dalla religione,ma semplicemente perche`non serve a niente!Ti porteresti di la`le stesse identiche angosce,ancora di piu`vedendo magari quanto eri vicina a risolvere questo blocco,il rimpianto per una grande occasione sprecata e la certezza che se vuoi andare oltre,devi rivivere ancora e ancora questa situazione.Quante vite di questo dolore vuoi ancora vivere?Ti consiglio vivamente di leggere il libro di Robert Schwartz "Anime Coraggiose",come programmiamo le nostre vite prima di nascere,forse dopo tutto ti sara`piu`chiaro.Un grosso abbraccio! :cuoricini:
Vivono,Vivono perche`piangi ancor?.....Quando piangi si fa`notte!(voce di ragazzo registrazione del 7 Maggio 2004)

Il messaggio di Krizia piace a: 2
daluoghiremoti, pierotto 52
Avatar utente
Krizia
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 441
Iscritto il: martedì 19 aprile 2011, 20:20
Località: Sicilia
“Mi Piace” dati: 165 volte
“Mi Piace” ricevuti: 284 volte
Religione: Cattolica


Torna a Articoli, citazioni e messaggi

Chat Room Vita Oltre la Vita
Commenta:

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite