2 mesi

2 mesi

Messaggioda geppo68 » giovedì 25 settembre 2014, 11:26

2 mesi
Cari amici sono 2 mesi che Maria è andata via, in questi due mesi ho vissuto molti momenti difficili, il fatto è che più passano i giorni più sento la sua mancanza.
Piu cerco una ragione del perchè della vita e della morte più si affollano in me quesiti senza risposta, leggo storie di persone che hanno trovato un pò di serenità ascoltando le voci o leggendo dei messaggi dei loro congiunti scomparsi, io non sò se questo potrà accadere anche a me, io non riesco a vedere il resto della mia vita, inutile, senza di lei.
Posso sembrare una persona poco sana , ma non riesco a trovare una ragione sufficiente il dover assolvere ai miei doveri con i figli o la società, con questo non voglio dire che intendo rinunciare alla vita, ma pare che io stia sopravvivendo non provo il gusto di nulla.
Non crediate che mi sia rinchiuso in casa, io esco vado al cinema al ristorante cerco di stare sempre in mezzo alla gente, ma la malinconia non mi lascia un attimo.
Non sò cosa fare del resto della mia vita l'unico desiderio che ho è baciare le sue labbra e accarezzare i suoi capelli stringendola e coccolandola tra le mie braccia.
Ho provato anche a fare del volontariato, con scarsi risultati, io non posso far finta di essere la persona che non sono, io sono me stesso con i miei molti difetti e pochi pregi.
Ora mi accingo a partecipare al convegno, spero di trovare li qualche risposta che mi apra la mente a nuovi percorsi da intrapendere per giungere a Lei.
Mario
geppo68
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 184
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 17:59
“Mi Piace” dati: 11 volte
“Mi Piace” ricevuti: 119 volte
Religione: cattolica

Re: 2 mesi

Messaggioda anghelos » giovedì 25 settembre 2014, 13:20

Ti auguro di trovare un po' di serenita' caro Mario..
comprendo questo tuo smarrimento..
Maria era un prezioso punto di riferimento per te e per gli altri
componenti della famiglia..noi uomini
ci sentiamo sballottati nel mare delle difficolta' quotidiane senza una
donna accanto..tutto è piu' difficile..ecco perché siamo
piu' esposti allo scoramento e alle incursioni della malinconia
che spesso si impossessa di noi!...sta a noi pero' reagire e superare
tutto questo.La vita sociale puo' essere un modo importante
per combattere il malessere..il confronto con chi ha vissuto le stesse
esperienze di perdita puo' farci sentire meno soli:la solidarieta' ,
lo scambio di idee ed emozioni legate al dolore del
lutto possono aiutarci ad intraprendere il cammino verso l'elaborazione del lutto.
Lo so che a volte ci si sente "svuotati",privi di energia..e si preferisce
l'evitamento dei rapporti interpersonali,ma credo sia sbagliato.(e questo lo dico soprattutto a
me stesso!)
Poi in fondo ognuno di noi ha un suo particolare modo
di affrontare la sofferenza..e questo dipende dal nostro carattere,dalla costituzione del
nostro IO.. dalle nostre risorse interiori
Io ,ad esempio, mi chiudo nel mio" Mondo" dal quale traggo tutte le energie utili
per affrontare al meglio i miei "demoni",le mie sofferenze!..(mi aiuta anche la creatività...e la Metafonia naturalmente!)
Non siamo tutti uguali,ecco perché è importante rispettare
le peculiarita' caratteriali di ognuno di noi..ognuno deve cercare
la propria "medicina"..e trovare una "soluzione" personale al proprio
dolore..non esistono rimedi"preconfezionati" che possano andare bene per tutti..!
Ce la dobbiamo fare caro amico,con l'aiuto del cielo e dei nostri "angeli"
si puo' ritrovare un po' di serenita'(anche se spesso sentiamo un vuoto incommensurabile
dovuto alla perdita dei nostri cari che spesso ci procura come una specie di vertigine dolorosa e disorientante!).
Dobbiamo reagire,cosa altro possiamo fare?..è la solita impotenza
di cui parlo spesso quando ci troviamo di fronte all'ineluttabilità della morte!
Dobbiamo reagire facendo sì che predominino in noi sentimenti di amore
verso la vita e tutto cio' che ci circonda..cercando di allontanare da noi
le "forze distruttive",che spesso sentiamo come "attrazione per il mortifero"..
dobbiamo,al contario lasciare fluire in noi le forze dell'amore, della la luce, delle le cose
positive...lo so che è terribilmente difficile mettere in pratica queste cose..
in fondo è l'unico modo che abbiamo per combattere quelle forze che
vorrebbero far tacere "la voce" della vita che è in noi..Ed io che nel passato
ho vissuto sulla mia pelle il malessere depressivo posso capire
come la mente fragile che soffre, possa lasciarsi sedurre da certe idee malsane..
Ma la vita è preziosa...bisogna che essa segua il suo corso finchè il buon Dio vuole...
I nostri cari vogliono solo il nostro bene e sono felici se sanno che noi
abbiamo raggiunto un po' di serenità...!
Forza Mario!..il Signore... e le nostre adorate creature celesti,gli angeli ti daranno la forza
per andare avanti...insieme a quell'angelo radioso che è la tua Maria!
Ciao..un caro saluto.Angelo
"E' il massimo dell'amabile benevolenza: non fare agli altri ciò
che non vorresti che essi facessero verso di te".Confucio

Il messaggio di anghelos piace a:
ale_209
anghelos
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: venerdì 7 febbraio 2014, 13:09
“Mi Piace” dati: 488 volte
“Mi Piace” ricevuti: 480 volte
Religione: cattolica

Re: 2 mesi

Messaggioda geppo68 » giovedì 25 settembre 2014, 14:15

grazie sei unico
per me vita=amore=Maria
come dici tu giustamente non esistono medicine uguali per tutti, se sono la persona che sono lo devo solo a lei, non ho avuto una buona infanzia, per me lei è sempre stato tutto, anche se nemmeno io credevo che la amassi in questo modo.
sai io non ero molto espansivo con i sentimenti ero un po' chiuso non le dicevo mai parole d'amore, per me era naturale il suo amore ora però mi accorgo di cosa lei ha significato è significa per me.
ps durante la malattia la ricoprivo di baci e di parole d'amore, tant'è che ad un certo punto mi chiese se io sapessi quanto le mancava da vivere, accidenti che fregatura la vita ti da tanto poi di botto ti lascia nudo come un verme.
Mario
geppo68
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 184
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 17:59
“Mi Piace” dati: 11 volte
“Mi Piace” ricevuti: 119 volte
Religione: cattolica

Re: 2 mesi

Messaggioda anghelos » giovedì 25 settembre 2014, 16:19

Si Mario ,la vita ci fa tanti regali meravigliosi...
ma a volte per una strana ironia della sorte quello che è
massimamente prezioso per noi ci viene sottratto...lasciandoci
in uno stato di grande amarezza,di grande dolore...
E' difficile accettare la morte di un proprio caro,ci pare una cosa
innaturale,ingiusta...crudele...ecco perché in circostanze
come queste,alcuni perdono la fede...e incominciano ad "imprecare" verso Dio,
che ritengono sia la causa di tutte le ingiustizie patite...Altri individui invece
hanno un'atteggiamento diverso:da atei che erano ,incominciano
a meditare sul senso dell'esistenza ,trovando un grande conforto
nella fede,nella preghiera..e ritrovando quel Dio-Padre amorevole
in grado di trasmettere loro grande conforto e amore...(attraverso la preghiera e i Sacramenti)
Dio non vuole il nostro male,un padre puo' forse volere
il male per i suoi figli?Qual è quel padre che a un figlio che chiede
pane dà un serpente?...
Evidentemente certe esperienze dolorose che facciamo
su questa terra sono necessarie per noi,anche se risultano
inaccettabile ,troppo devastanti ..per metterci alla prova e fortificarci...
Anche se a volte ci sembra "inaccettabile" l'idea dell'utilita' del dolore..
e ci ribelliamo all'idea che possa toccarci da vicino..
Io credo che sta a noi cercare di trasformarlo in qualcosa
che possa permetterci di evolvere,di crescere spiritualmente..(visto che non possiamo
fare altrimenti)..
traendo da esso degli insegnamenti utili per poter vivere il resto della nostra
nella piena consapevolezza di quello che siamo(perché nel dolore
spesso impariamo a conoscere noi stessi scoprendo alcuni lati del
nostro carattere che non sapevamo di avere).
Vivere in una beata spensieratezza puo' essere un grande ostacolo
alla conoscenza del senso della vita:nel dolori impariamo grandi verità
impariamo a capire i nostri limiti e le nostre imperfezioni..le nostre fragilita'..ma
anche le nostre forze!
Ecco perché è importante godere intensamente di ogni piccola o grande gioia
che la vita ci regala,perchè sappiamo che nulla dura in eterno..
siamo creature immerse in una realta' terrena passeggera..e il
cielo è la nostra vera patria.. lì dove ci riuniremo insieme ai nostri cari...
questo è un pensiero fortemente consolatorio...che insieme alla fede
puo' aiutarci molto!
Il tuo Amore per Maria è ancora forte,intenso,le sue vibrazioni hanno
il potere di raggiungerla..Maria avverte il tuo amore..l'amore
è piu' forte della morte ,è l'elemento vitale che tiene uniti i vostri spiriti...
che vi terra' uniti per l'eternita'...tu e lei siete una cosa sola,anche se non puoi
sentire la sua presenza fisica....ecco perché devi continuare a parlarle
manifestandole i tuoi sentimenti..vedrai che ti aiutera' a trovare
quelle "energie" di cui hai bisogno per poter andare avanti...lei vuole questo..vuole
che tu ritrovi i tuoi equilibri...con il tempo ci riuscirai ,ne sono sicuro(anche se adesso ti sembra
una cosa assurda ,impossibile!).

Un caro saluto.. la pace del Signore sia con te.
Angelo : Smile :

..
"E' il massimo dell'amabile benevolenza: non fare agli altri ciò
che non vorresti che essi facessero verso di te".Confucio
anghelos
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 1505
Iscritto il: venerdì 7 febbraio 2014, 13:09
“Mi Piace” dati: 488 volte
“Mi Piace” ricevuti: 480 volte
Religione: cattolica

Re: 2 mesi

Messaggioda Uranium » giovedì 25 settembre 2014, 21:27

geppo68 ha scritto:Posso sembrare una persona poco sana , ma non riesco a trovare una ragione sufficiente il dover assolvere ai miei doveri con i figli o la società, con questo non voglio dire che intendo rinunciare alla vita, ma pare che io stia sopravvivendo non provo il gusto di nulla.
Non crediate che mi sia rinchiuso in casa, io esco vado al cinema al ristorante cerco di stare sempre in mezzo alla gente, ma la malinconia non mi lascia un attimo.
Non sò cosa fare del resto della mia vita l'unico desiderio che ho è baciare le sue labbra e accarezzare i suoi capelli stringendola e coccolandola tra le mie braccia.
Ho provato anche a fare del volontariato, con scarsi risultati, io non posso far finta di essere la persona che non sono, io sono me stesso con i miei molti difetti e pochi pregi.
Ora mi accingo a partecipare al convegno, spero di trovare li qualche risposta che mi apra la mente a nuovi percorsi da intrapendere per giungere a Lei.
Mario


Carissimo Mario, la "botta" è ancora troppo fresca per trovare la serenità, il fatto che tu stia ancora soffrendo tanto fa di te una persona normalissima. Devi purtroppo ancora pazientare, e non pensare che ti dica questo con leggerezza. Il verbo "pazientare" è sempre antipatico a chi soffre e sembra sempre molto comodo a chi è soltanto testimone della sofferenza, ma sta di fatto che tanto gli uni quanto gli altri, presto o tardi, in un modo o in un altro, dovranno imparare a coniugarlo. Uso questo verbo parlando a te, quindi, come lo userei se dovessi parlare a me stesso. Devi darti tempo, Mario. Non devi pretendere, anche se ciò è comprensibilissimo, che il dolore si trasformi o scompaia in un momento. Continua a vivere la tua vita, continua ad uscire e a frequentare gente come stai facendo, questa è la cosa giusta e non devi sentirtene colpevole. Fossi in te, riproverei anche col volontariato, ma con più convinzione...Intendo dire che se perseguirai con più forza uno scopo altruistico riuscirai quanto prima ad ottenere benefici anche per te stesso, perchè i due effetti sono strettamente collegati. In questo modo ti renderai conto di quanto la tua vita possa essere importante anche per merito di quello stesso dolore che te la sta facendo apparire così inutile e priva di senso. Spero che anche il convegno al quale prenderai parte possa costituire una tappa importante per te e ti aiuti a sentirti più autentico e reale. Ti abbraccio con affetto.
Siate giusti più che buoni
Kempis

CORAZZATA POTËMKIN PRESENTE !
Avatar utente
Uranium
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 1551
Iscritto il: lunedì 14 luglio 2014, 21:20
Località: Modena
“Mi Piace” dati: 712 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1327 volte
Religione: Spiritualista

Re: 2 mesi

Messaggioda Orleide » domenica 28 settembre 2014, 2:40

Guarda il film Le Madri di Chico Xavier e acquista il libro "Quando si Vuole Parlare della Vita" psicografia di Chico Xavier nel sito www.casadelnazareno.it
Questo libro è uno tra altri che ha messaggi di parenti disincarnati delle persone.
Ti ho già detto che quanto più soffri fai Maria soffrire perché lei riceve tutta tua vibrazione di disperazione e ciò non le porta pace.
Avatar utente
Orleide
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 897
Iscritto il: martedì 3 marzo 2009, 22:09
Località: San Paolo-SP Brasile
“Mi Piace” dati: 11 volte
“Mi Piace” ricevuti: 615 volte
Religione: spiritista

Re: 2 mesi

Messaggioda geppo68 » martedì 7 ottobre 2014, 10:55

Orleide ha scritto:Guarda il film Le Madri di Chico Xavier e acquista il libro "Quando si Vuole Parlare della Vita" psicografia di Chico Xavier nel sito http://www.casadelnazareno.it
Questo libro è uno tra altri che ha messaggi di parenti disincarnati delle persone.
Ti ho già detto che quanto più soffri fai Maria soffrire perché lei riceve tutta tua vibrazione di disperazione e ciò non le porta pace.

questa mattina l'ho sognata che era molto triste una lacrima le scendeva sul volto, ma cosa volete da me non si possono cancellare 30 anni di vita insieme, oppure credere che Lei è partita per un lungo viaggio, noi separati non abbiamo fatto mai nulla.
Sono consapevole che questa è la realtà ma permettetemi di soffrire, non che mi piaccia ma è così non posso fare altrimenti.
credo che solo Gesù fosse l'unico a non avere dei dubbi, eppure disse "Elì Elì lemà sabactàni" figuratevi io che non sono degno nemmeno di strisciare ai suoi piedi.
perdonatemi se potete
MP

Il messaggio di geppo68 piace a: 2
Reminiscenza1, Uranium
geppo68
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 184
Iscritto il: domenica 10 agosto 2014, 17:59
“Mi Piace” dati: 11 volte
“Mi Piace” ricevuti: 119 volte
Religione: cattolica

Re: 2 mesi

Messaggioda Uranium » martedì 7 ottobre 2014, 20:51

geppo68 ha scritto:perdonatemi se potete

In verità non abbiamo proprio nulla da perdonarti, Mario. Siamo noi, semmai, che dobbiamo essere perdonati da te quando, pur con tutta la nostra sincera buona volontà, non riusciamo a fare o dire la cosa giusta nel modo e nel momento più giusto per te.
Siate giusti più che buoni
Kempis

CORAZZATA POTËMKIN PRESENTE !

Il messaggio di Uranium piace a: 2
pierotto 52, Reminiscenza1
Avatar utente
Uranium
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 1551
Iscritto il: lunedì 14 luglio 2014, 21:20
Località: Modena
“Mi Piace” dati: 712 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1327 volte
Religione: Spiritualista

Re: 2 mesi

Messaggioda ale_209 » mercoledì 15 ottobre 2014, 16:22

Sono la persona meno indicata per aiutare chi ha avuto un grave lutto, io che sono ancora allucinata dalla perdita della mia micia lo scorso 24 luglio .... e se penso a lei ho gia' il nodo in gola, pero' 2 parole te le dico volentieri, solitamente quando devo superare un lutto oppure un dispiacere grande faccio le cose che mi piace fare quando sto bene e non ho pensieri, anche se in quel momento odio tutto e tutti mi sforzo di farle, ad esempio leggo o rileggo quel determinato libro che mi e' tanto piaciuto, oppure mi occupo delle mie adorate piante grasse, oppure riascolto le canzoni degli U2 che piu' preferisco, anche se e' l'ultimo dei miei pensieri pero' so che sono tutte cose che a me stessa danno piacere e quando le faccio sono felice.
Ti abbraccio forte :cuoricini:
Ale
Per la mia amatissima Nonna Leo: Alcuni addii non sono per sempre. Non sono la fine. Semplicemente significano: “mi mancherai finché non ci incontreremo di nuovo”

Il messaggio di ale_209 piace a:
Uranium
Avatar utente
ale_209
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 1562
Iscritto il: lunedì 18 novembre 2013, 16:32
Località: Ferrara
“Mi Piace” dati: 2483 volte
“Mi Piace” ricevuti: 628 volte
Religione: CredoinDio

Re: 2 mesi

Messaggioda Uranium » mercoledì 15 ottobre 2014, 18:45

ale_209 ha scritto:io che sono ancora allucinata dalla perdita della mia micia lo scorso 24 luglio


Mi spiace sinceramente, non lo sapevo. :dicocuore: Gli animali che ci accompagnano nella vita divengono a pieno titolo dei parenti, dei congiunti, esseri viventi che vanno tenuti in debita considerazione in ogni circostanza...Per questo, quando se ne vanno, ci ritroviamo con un vero e proprio lutto da elaborare. In questi casi c'è sempre qualche cinico che ti viene a dire che "ti è morto soltanto un animale, mica un parente" e che quindi non devi farne una tragedia, ma grazie al Cielo ne troverai tanti di più che saranno in grado di comprendere il tuo dolore, e fra costoro c'è anche il sottoscritto. Ti abbraccio con affetto!
Siate giusti più che buoni
Kempis

CORAZZATA POTËMKIN PRESENTE !

Il messaggio di Uranium piace a:
ale_209
Avatar utente
Uranium
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 1551
Iscritto il: lunedì 14 luglio 2014, 21:20
Località: Modena
“Mi Piace” dati: 712 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1327 volte
Religione: Spiritualista

Prossimo

Torna a Per chi ha perso una persona cara

Chat Room Vita Oltre la Vita
Commenta:

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite