Reincarnazione e Karma

Reincarnazione e Karma

Messaggioda pierotto 52 » domenica 9 aprile 2017, 14:22

Da "Il Libro di François"

Ma cosa si reincarna, o meglio cosa si esprime attraverso una "successiva" reincarnazione? Non certo l'io, ossia ciò che ogni uomo sperimenta e conosce come personalità, carattere, attributi, memorie, conoscenze e quant'altro a noi pare essere sostanziale nella nostra vita: ciò che a noi sembra essere sostanziale, ciò con cui noi ci identifichiamo, a cominciare dal nostro corpo e dal ruolo che incarniamo, è l'apparenza e non la sostanza.
La sostanza è quel succo, quel concentrato della nostra esistenza che va ad arricchire la coscienza, che prepara la manifestazione di un sentire più ampio attraverso un altro essere umano con un suo io, una sua personalità, con i suoi corpi fisico, astrale e mentale.
Questo essere umano è legato alla nostra esperienza di vita solo per quella trama di cause da noi mosse che si potranno tradurre per lui in effetti utili alla comprensione di ciò che noi non avevamo capito e che, per questo, ci hanno portato a muovere quelle cause che lui subirà, karmicamente, come effetti che, favorendone appunto la comprensione, prepareranno la successiva manifestazione di un sentire più ampio, di una più ampia coscienza, in un interrotto cammino di ampliamento. Potrebbe apparire come un'ingiustizia che certe creature si trovino a subire pesanti effetti di cause a loro sconosciute e mosse in tempi remoti da altre creature, se non fosse che le due e più creature legate da questa legge e da questi eventi appartengono in realtà ad un unico essere, di una medesima natura, ossia coscienza, che manifesta se stesso secondo una successione logica di sentire sempre più ampi, e che, dalla parte del divenire, sta percorrendo con vari e molteplici abiti un cammino evolutivo che lo conduce alla massima comprensione, ossia all'espressione della massima coscienza.
La coscienza, quindi, in questo processo di sempre più ampia manifestazione di sé attraverso, ogni volta, un corpo akasico che risulta accresciuto dalle esperienze esistenziali degli individui, funge da legame tra una incarnazione e l'altra, riassumendo in sé il succo delle esperienze di più individui.
Visto nel suo manifestarsi in successione temporale, ogni individuo ha il suo corpo akasico- ovvero manifesta una certa ampiezza di coscienza, che è il perfetto prodotto di esperienze esistenziali precedenti- per esprimere, nel divenire, quella esperienza evolutiva calibrata in sé e al contempo indispensabile alla manifestazione del sentire successivo. Visto secondo la successiva manifestazione di vari individui, si coglie il legame che li unisce, come un filo che lega le tante perle di un'unica collana: le perle sono gli individui, ovvero i singoli sentire via via più ampi che si manifestano in processione; il filo è la trama karmica che li unisce in virtù della legge di causa ed effetto; la collana nel suo insieme è la "individualità".
Una efficace immagine orientale descrive i legami karmici delle esistenze come una fune fatta di molti fili intrecciati tra di loro.
E infatti non è detto che certe cause, mosse da un individuo in una vita, ricadano come effetti sull'individuo che manifesta la vita immediatamente successiva; ricadranno in quelle esistenze successive nelle quali gli individui che le manifestano sono pronti a farsene carico, ossia esprimono un grado di coscienza tale da sopportare adeguatamente il peso dell'esperienza che si trovano a vivere e da poterla comprendere per trarne il massimo profitto, in senso di crescita spirituale. Questo perché la funzione primaria del karma doloroso è quella di favorire e donare comprensione, da sbloccare l'individuo da una situazione di stallo, di chiusura in sé.
Spesso questa comprensione giunge all'individuo dopo il trapasso del suo corpo fisico- quella esperienza comunemente conosciuta come morte, decesso; esperienza con la quale l'uomo sposta la propria consapevolezza dalla dimensione fisica a quella astrale, intraprendendo un percorso, quello del dopo morte, ampiamente descritto nei vari libri del Cerchio Firenze 77..."

: Smile : Repetita iuvant, si dice, e anche questa bellissima esposizione può aiutare nella comprensione :cuore8:

Il messaggio di pierotto 52 piace a:
Elisabetta
Avatar utente
pierotto 52
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 3922
Iscritto il: venerdì 13 settembre 2013, 12:20
Località: Modena
“Mi Piace” dati: 3232 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1601 volte
Religione: cristiana

Re: Reincarnazione e Karma

Messaggioda Fernanda » giovedì 27 aprile 2017, 23:41

Le verità arrivano a tanti e di diverse maniere; bello per quelli che sono ricettivi e flessibili ad analizzare senza pregiudizi, arricchendo il proprio bagaglio intellettuale con il cuore della spiritualità e percependo che tutto è trasformazione e dinamismo. La vita e la molteplicità delle esistenze è una logica che oggi come oggi non potrei pensare a meno... mi domando...

"Cosa potrebbe mai far credere che non esista una vita dopo la morte e che tutto finisca così, sprecato e sopratutto nel vuoto della giustizia umana?"

Grazie Piera, per la riflessione che ci hai proposto.
:cuoricini:
“L’essere umano è in qualsiasi situazione,
quello che aspira,
l’irradiazione di quello che sente,
gli interessi che coltiva.”

Spirito Joanna de Ângelis
Psicografia Divaldo Pereira Franco
Avatar utente
Fernanda
Amministratore
 
Messaggi: 1498
Iscritto il: venerdì 20 febbraio 2009, 16:08
“Mi Piace” dati: 0 volta
“Mi Piace” ricevuti: 423 volte
Religione: Spiritista


Torna a Educazione e Spiritualita'

Chat Room Vita Oltre la Vita
Commenta:

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron