Messaggio Cerchio Guarigione Catania 17.01.2012

Messaggio Cerchio Guarigione Catania 17.01.2012

Messaggioda Fernanda » venerdì 27 gennaio 2012, 0:46

17.01.2012

Vi saluto, fratelli. Ci siamo dati appuntamento tutti gli esseri della Comunità spirituale che hanno a cuore le sorti di questa Terra e dei suoi abitanti. Un appuntamento che ha lo scopo, unendo tutte le nostre e le vostre energie, di far confluire su di voi un benessere più avanzato, un benessere più grande: in definitiva, è quello che tutti gli uomini di questo Pianeta desiderano ed auspicano. Il benessere cui noi alludiamo è un benessere psicofisico che non solo rinsalda le forze insite in ogni creatura ma, inoltre, crea le condizioni perché si trovino le soluzioni più idonee, più congrue alle problematiche che affliggono l'umanità.
L'energia che convogliamo da tutto l'Universo la facciamo convergere sul vostro Pianeta, là dove esistono focolai sparsi in tutto il mondo, focolai di preghiera, di pensiero di amore fraterno e soprattutto di collaborazione continua, sinergica tra Cielo e Terra.

Gli avvenimenti cui assistete quotidianamente sul vostro piano di esistenza, pur nel loro alternarsi di luce e ombra, di positivo e negativo, alla fine, inducono ad una visione di apertura della coscienza, di apertura del cuore verso i fratelli più bisognosi, verso i fratelli in disgrazia. Anche se – parallelamente - la violenza, l'invidia continuano a fare cronaca, già voi fratelli siete stati abituati - perché educati e addestrati alla nostra scuola di pensiero - a non restare interdetti o meravigliati dinanzi a questi fatti di cronaca. L'amore, dunque, l'amore fraterno, la carità, si alternano all'odio, così come la luce alle tenebre, come la gioia al dolore.
Questa è l’ambivalenza, la dicotomia degli opposti nel vostro piano di esistenza. Tuttavia dobbiamo anche aggiungere - da non dimenticare - che ci troviamo in un momento critico, di passaggio, di transizione energetica che investe la Terra ma che proviene dall'Universo: quell'Universo sempre vivo in continua trasformazione; e perciò la Terra non può restare indenne a questo cambiamento energetico vibrazionale.

Per tranquillizzarvi se ci sono ancora fratelli che hanno un patema d'animo, diversi patemi d’animo di fronte alle previsioni catastrofiche che qualcuno ha pronosticato, ha messo in circolazione, io devo dire, noi tutti diciamo, che le trasformazioni che attengono alla Terra sono sempre migliorative nel quadro ambientale sia per le creature umane, sia per tutti gli esseri che la abitano. Non bisogna dimenticare che la Terra è un organismo vivente e, come tutti gli organismi viventi, ha un ricambio cellulare che si mostra, si evidenzia a volte anche con terremoti, maremoti, colate laviche. Se in queste trasformazioni energetiche dell'organismo Terra si verificano morti e distruzioni tutto questo fa parte del programma generale del Piano di Dio. Un piano di Dio che è al di sopra del bene e del male, aldilà della vita e della morte.

Tutto ciò può sembrare una crudeltà, ma vi assicuro che non è assolutamente in contrasto con la Legge dell'Amore che dal Creatore va alla creatura e dalla creatura al Creatore. Nella Legge d'Amore, nella Legge dell'Universo tutto è sacro e tutto è perfetto. Dovete sforzarvi, fratelli, di comprendere questo pensiero, questo concetto metafisico per potere entrare nella logica di un pensiero più grande che abbraccia tutto l'Universo con le sue Stelle e le Galassie, laddove avviene la distruzione e la creazione, la creazione continua e la distruzione continua, la morte e la nascita.
Si spegne una Stella e si accende un Sole, si spegne un Sole e si accende una Stella. Per tornare a voi, fratelli umani, devo tranquillizzarvi di fronte alle notizie dei catastrofismi e dirvi che ognuno avrà e vedrà quello che si aspetta. Il pensiero è potente, il pensiero è tutto, il pensiero crea e il pensiero distrugge; e, pertanto, se continuate a pensare e, così, creare un futuro di sofferenza, di privazione, di distruzione del vostro ambiente, avrete tutto questo ma non sarà per tutti uguale.

È importante tenere alto il pensiero positivo. Il pensiero positivo può e deve fermare qualsiasi evento naturale doloroso o comunque ridurne gli effetti devastanti, negativi. Se credete fermamente nelle nostre parole e nelle vostre certezze interiori continuerete a vivere senza danni apparenti, senza cambiamenti rovinosi nella vostra vita. Anche nei momenti più tragici, nei momenti apparentemente senza via di scampo c'è sempre la mano di Dio, la mano di Dio che agisce, che lavora attraverso i vostri cuori e le vostre menti. La mano di Dio potete dirigerla su voi stessi, sul vostro futuro, sui problemi della vostra vita, sempre che teniate stabile e certa la vostra fede, quella fede che può sollevare le montagne.
Pertanto non prendetevela con il Creatore, non prendetevela con la Provvidenza che vi ha abbandonato, se vi ha abbandonato, se vi ha deluso nelle vostre aspettative. Quando la vita vi appare piena di ostacoli e tutte le porte si chiudono di fronte a voi e sembra che l'amore, l’Amore di Dio possa non raggiungervi, cosa è accaduto? Siete stati voi stessi ad attivare gli ostacoli, siete stati voi stessi a chiudere le porte che non vi fanno vedere più la luce e non sentire più l'amore di Dio. Nella stessa maniera potete operare con la forza del vostro spirito per superare gli ostacoli, per rivedere la luce e risentire l'amore. A volte la fede viene a mancare o comunque a vacillare. Nonostante si sia fatto un percorso lungo, laborioso ci si può perdere in un bicchiere d'acqua.

Comunque è meravigliosa la possibilità che ha ogni creatura di riprendersi, di riacquistare le proprie forze che sembra siano andate perdute definitivamente, di rinvenire quelle risorse indispensabili per superare i vari problemi. Ma, se vi lasciate andare, se vi lasciate prendere dalla depressione e dalla sfiducia in voi stessi, l'orizzonte vi appare buio e senza vie di uscita ed è inutile sperare in un aiuto divino.

L'aiuto divino giunge quando si è pronti a riceverlo e a metterlo in atto! Anche i cosiddetti acciacchi, le malattie che sembrano perseguitarvi con alti e bassi della salute, sono sempre prodotti inconsapevoli dei vostri stati d'animo,; la conseguenza di quella gioia dì vivere che non riuscite a tenere sempre alta, sempre focalizzata, al centro della vostra vita. È la gioia di vivere che produce risanamento, che dà un miglioramento anziché uno stato di infermità, stato di perdita o di calo di energie.
Quindi, la cosiddetta salute dipende da questo alternarsi di benessere e malessere che c'è nel vostro animo. Voi pensate che gli alimenti, il cibo possano darvi la carica di vivere ma ci sono altri elementi importantissimi che procurano e mantengono la salute nel corpo: i pensieri, i cosiddetti malumori, la scontentezza per ciò che si ha e per ciò che non si ha. Passate in rassegna, giornalmente, tutti i vostri pensieri, gli stati d'animo che sono influenzabili dalla presenza e anche dal pensiero degli altri. Tanto più vi sentite amati dal vostro entourage, dalla vostra famiglia, dagli amici, tanto più energia accumulate dentro di voi che, come un fuoco che rimane sempre acceso, fa funzionare il motore, tutti i motori che sono dentro di voi. Senza questo fuoco i motori vanno su giri bassissimi e possono anche fermarsi. Tutti i vostri corpi da quello più pesante a quelli più sottili, sono stimolati, attivati da questi motori energetici. Pertanto, sia il vostro mondo interiore, sia il mondo esteriore che li influenza, può danneggiarvi, come può aiutarvi; sotto forma di amici-nemici interiori e esteriori: la vostra salute, il vostro benessere bio-psichico dipende da tutti questi fattori che devono essere equilibrati e lavorare per il vostro bene. Quante volte, fratelli, vi abbiamo stimolato a ricercare la gioia negli ambiti della vostra esistenza, ricercarla a tutti i costi anche, e soprattutto, nelle fasi buie, nelle giornate pesanti. In qualche angolino della vostra vita c'è sempre un barlume di gioia ed è vostro diritto/dovere andare a scoprirla e in tal modo mettere in moto i vari motori e attivare così l'energia e il benessere nella vostra vita.

Se non ci sono domande, io vado.

Addio sorelle, addio fratelli.


Commento
L'immagine è quella della grande condivisione corale e dell'estesa opera di protezione, insegnamento e consiglio, che a me per lo meno continua a rimandare, nell'universo dantesco, come collegata alla rappresentazione dell'empireo. Qui un cerchio di anime sante si unisce insieme nel far scendere le giuste benedizioni a chi sta sotto e che in maniera sottile, ma efficace, si nutre di tali meravigliose intuizioni ed energie. L'Amore che sopraggiunge è come un distillato che esce da un matraccio attraverso il quale passa un'Essenza preziosa, frutto del lavoro di tante Intelligenze Celesti a monte disposte. Sotto, allineate, un'infinità di ampolline di varia grandezza. Alcune sono aperte, beanti, se pur non in gran numero in verità. Molte chiuse. Moltissime socchiuse. Queste ultime siamo noi, l'umanità che teme di aprire del tutto le porte allo Spirito, alla sua Realtà, al suo Pieno Sentire. Ecco allora che Lo Spirito e le Sue verità ci gratificheranno, ci riempiranno nell'esatta misura in cui permetteremo Loro di colmarci. Noi stessi siamo ciò che permettiamo ci possa riempire e la nostra coscienza è tale in proporzione a quanto ci apriamo a quel Distillato Santo.
Forti della Sua Presenza, colmi del Suo Sentire, benediremo il momento in cui quell'ampollina anonima, ma a noi simile, ci ha mostrato il nostro destino di luce, aprendosi solo in poco di più, per diventare vino e sangue di un'eucarestia che già in Sè racchiude ogni Promessa di Resurrezione.

Un caro saluto
Denis
“L’essere umano è in qualsiasi situazione,
quello che aspira,
l’irradiazione di quello che sente,
gli interessi che coltiva.”

Spirito Joanna de Ângelis
Psicografia Divaldo Pereira Franco

Il messaggio di Fernanda piace a:
Giovanni
Avatar utente
Fernanda
Amministratore
 
Messaggi: 1475
Iscritto il: venerdì 20 febbraio 2009, 16:08
“Mi Piace” dati: 0 volta
“Mi Piace” ricevuti: 405 volte
Religione: Spiritista

Re: Messaggio Cerchio Guarigione Catania 17.01.2012

Messaggioda Giovanni » venerdì 24 febbraio 2012, 19:58

Fernanda ha scritto:Quando la vita vi appare piena di ostacoli e tutte le porte si chiudono di fronte a voi e sembra che l'amore, l’Amore di Dio possa non raggiungervi, cosa è accaduto? Siete stati voi stessi ad attivare gli ostacoli, siete stati voi stessi a chiudere le porte che non vi fanno vedere più la luce e non sentire più l'amore di Dio.

Mi sembra un messaggio chiaro e limpido e probabilmente non è neppure un caso che sia stato dato proprio in questi giorni.
E' questione di passare dalle parole alla pratica, cioè oltre a trascriverli questi messaggi bisognerebbe anche applicarli nei fatti.
:cuoricini:
Tutto ciò che esiste non è null'altro che una lezione
Libri spirituali gratuiti http://librispirituali.altervista.org
Avatar utente
Giovanni
Amministratore
 
Messaggi: 2140
Iscritto il: lunedì 16 febbraio 2009, 16:19
“Mi Piace” dati: 913 volte
“Mi Piace” ricevuti: 528 volte
Religione: Spiritualista


Torna a Messaggi del Cerchio di Catania

Chat Room Vita Oltre la Vita
Commenta:

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite