LA MISSIONE DELLA MEDIANITÀ

Concetti generali

LA MISSIONE DELLA MEDIANITÀ

Messaggioda Orleide » sabato 9 luglio 2016, 22:53

LA MISSIONE DELLA MEDIANITÀ
Lasciate da parte le questioni scientifiche: la missione degli Spiriti non è risolverle, risparmiandovi il lavoro di ricerca, bensì cercare di rendervi migliori, poiché solo in questo modo progrediremo veramente. (Libro dei Medium, parte II, cap XXX, cpv. XVII)
La missione della medianità ha una relazione fondamentale con l'opera di spiritualizzazione degli uomini sulla Terra.
Sebbene l'immortalitá dell'anima sia oggetto di studi sperimentali, il compito precipuo della medianità è quello di rendere l'uomo consapevole dell'aspetto di transitorietà della vita, ricordandogli la sua responsabilità nell'edificazione morale di sé stesso.
Quindi nessuno si aspetti dalla medianitá ciò che non è alla sua portata; nessuno rivendichi ciò che non gli è dovuto.
La medianità non viene risparmiare l'umo dal sudore del cammino del progresso.
Le rivelazioni che contrastano le Leggi Naturali non fanno parte del campo di azione della medianità ben orientata.
È chiaro che vi sono spiriti che si prestano a ogni genere di cose. Pseudo-saggi diffondono informazioni fuorvianti come se dominassero ogni ramo del sapere. È indispensabile che i medium stiano attenti, principalmente quelli che desiderano la notorietà.
Il massimo che gli Spiriti Superiori possono fare è ispirare l'uomo nel suo lavoro di ricerca; a tal fine ispirano direttamente gli scienziati, senza che essi si avvalgano di strumenti estranei al settore di ricerca.
I medium che si propongono di risolvere crimini, trovare persone scomoarse, insomma, risolvere problemi inestricabili, sono medium opportinisti, deviati dalla propria funzione, e quasi sempre finiscono per rendersi ridicoli.
Questi medium si avvalgono del nome dalla Dottrina, ma non sono spiritisti, perché agiscono per proprio conto, senz alegami precisi con un compito ch dia loro un sostegno spirituale."
A rigore, nemmeno le cosidete "chirurgie medianiche" costituiscono il campo di azione della medianità; questa è un'attuale concessione del Mondo Spirituale di fronte all'immenso progresso del materialismo. Le vere "chirurgie medianiche" non hanno bisogno di strumenti taglienti; basta che vi sia l'imposizione delle mani del medium per permettere la donazione dei fluidi ectoplasmatici, affinché gli Spiriti Benefattori possano agire, col permesso di Dio.
Riflettendo sulla missione della medianità, non potremmo non ricorrere alla saggezza di Paolo, che aveva un grande dominio di questa materia, come possiamo leggere nella sua Prima Epistola ai Corinzi (I Corinzi 14,22):
"Quindi le lingue sono un segno non per i credenti, ma per i non credenti; la profezia, invece, è un segno non per i non credenti, ma per i credenti."
Che parole straordinarie! La profezia, ovvero, la medianità che istruisce, orienta e consola, non ci è concessa per convincere gli increduli, ma per la maggiore edificazione di quelli che già credono.
Chi possiede la fede razionale non ha bisogno degli occhi per vedere!
Quale "segno" desiderano gli spiritisti dalla Veritá, oltre l'eccellenza dei postulati spiritici nell'indiscutibile logica della Dottrina?
Per quel che riguarda la xenoglossia, o medianitá poliglota, Paolo afferma che si tratta di un fenomeno importante per gli increduli e non oer i credenti. Infatti, gli scettici hanno bisogno, a volte, di essere frastornati da fenmeni inusuali. Gesù non ha smesso di realizzare guarigioni, affinché i dottori della legge si perdessero nei loro preguidizi, ma la preoccupazione centrale del Maestro era annunciare la Buona Novella.
I medium devono sentirsi liberi dal fornire prove che la Scienza dovrà invece procurarsi da sola e che gli uomini dovranno acquisire in base alle riflessioni.
I medium dovranno certamente perseverare nel lavoro dela medianità; i frutti che otterranno verranno dalla Volontà di Dio.
Non si può certamente affermare che Gesù fu condannato a morte per avere risuscitato Lazzaro o per averci insegnato a perdonare chi ci ha offeso!
Ciò che tocca il mondo morale delle persone è più importante di ciò che tocca i loro sensi.
Le pagine spirituali che fluiscono attraverso la medianitá incitano gli uomini al rinnovamento interiore, hanno la missione di interpellare con insistenza le coscienze fossilizzate nell'errore.
La più sfida per lo spirito incarnato, fino a oggi, non è quella di credere che la vita conitnui dopo la morte del corpo, ma piutosto quella di vivere nel mondo con il senso dell'eternità!
La medianità non può deviare dalla missione per rispondere alle esigenze degli scettici che, prima o poi, verranno invitati all'introspezione attraverso la sofferenza.
Che i medium non si perdano nei loro sentieri, prendendo le pericolose scorciatoie del personalismo.
I richiami del mondo alla proiezione personale sono numerose e vari...Ma il medium che, con umiltà, perseveri nel compimento del proprio dovere, porterà a buon fine il suo ministero medianico, conquistando la possibilità de avere, in futuro, le più alte responsabilità.

Messaggio estratto dal libro "Siamo Tutti Medium", dello Spirito Odilon Fernandes, psicografato dal medium Carlos A. Baccelli. Questo libro fu pubblicato in italiano da Casa del Nazareno Edizioni. http://www.casadelnazareno.it
Avatar utente
Orleide
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 897
Iscritto il: martedì 3 marzo 2009, 22:09
Località: San Paolo-SP Brasile
“Mi Piace” dati: 11 volte
“Mi Piace” ricevuti: 615 volte
Religione: spiritista

Re: LA MISSIONE DELLA MEDIANITÀ

Messaggioda pierotto 52 » domenica 10 luglio 2016, 13:46

: Smile : Grazie Orleide, una lezione molto severa per chi avesse facoltà medianiche notevoli da mettere al servizio del prossimo, e un messaggio di grande riflessione comunque per tutti. Piera
Avatar utente
pierotto 52
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 3923
Iscritto il: venerdì 13 settembre 2013, 12:20
Località: Modena
“Mi Piace” dati: 3233 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1602 volte
Religione: cristiana

Re: LA MISSIONE DELLA MEDIANITÀ

Messaggioda Reminiscenza1 » domenica 10 luglio 2016, 15:31

Orleide ha scritto:La più sfida per lo spirito incarnato, fino a oggi, non è quella di credere che la vita conitnui dopo la morte del corpo, ma piutosto quella di vivere nel mondo con il senso dell'eternita'



Grazie Orleide, molto bello. Mi e' piaciuta molto la frase sopra riportata.
Avatar utente
Reminiscenza1
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 3118
Iscritto il: giovedì 12 dicembre 2013, 15:35
“Mi Piace” dati: 843 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1337 volte
Religione: incerta


Torna a Studiando la Medianita'

Chat Room Vita Oltre la Vita
Commenta:

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite

cron