Kardec e i Cerchi: affermazioni concordi o discordi?

La dottrina spiritica e i suoi autori

Re: Kardec e i Cerchi: affermazioni concordi o discordi?

Messaggioda marisol » lunedì 20 giugno 2016, 18:33

Caro Alex,
i dogmi o regole ci servono come fari per non perderci, poi arriva la componente personale che con prove ed errori ci fanno sbagliare o imbroccarla alla prima!
marisol
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 615
Iscritto il: sabato 28 novembre 2015, 14:43
“Mi Piace” dati: 294 volte
“Mi Piace” ricevuti: 241 volte
Religione: Cristiana

Re: Kardec e i Cerchi: affermazioni concordi o discordi?

Messaggioda Alex » venerdì 1 luglio 2016, 19:46

Buonasera,
a tutti. A me è stato risposto anche da persone che lavorano attualmente con i cerchi, che Kardec, addirittura Gesù, sono ormai "roba vecchia".
Voi cosa ne pensate?
Alex
Avanzato
Avanzato
 
Messaggi: 50
Iscritto il: giovedì 1 dicembre 2011, 12:29
“Mi Piace” dati: 1 volta
“Mi Piace” ricevuti: 6 volte
Religione: scienza

Re: Kardec e i Cerchi: affermazioni concordi o discordi?

Messaggioda Uranium » venerdì 1 luglio 2016, 20:39

Alex ha scritto:A me è stato risposto anche da persone che lavorano attualmente con i cerchi, che Kardec, addirittura Gesù, sono ormai "roba vecchia".
Voi cosa ne pensate?


Be', certo l'espressione va "sgrossata"... :ahaha: Non può essere "roba vecchia" la Legge Universale, la Legge Divina, che è immutabile, questo è poco ma sicuro; non possono nemmeno essere "roba vecchia" le grandi personalità tramite le quali tale Legge è stata fatta conoscere: un uomo è un uomo ed è un essere caduco, ma i suoi eventuali meriti, i suoi contributi, il suo esempio possono sopravvivergli e divenire immortali; tutt'al più, secondo me, può diventare "roba vecchia" un metodo di insegnamento, di divulgazione, di evangelizzazione, quando questi non possono più rendersi comprensibili a coloro ai quali si rivolgono. Si può definire "roba vecchia" il biplano di Francesco Baracca o il Fokker del Barone Rosso, ma non è certamente "roba vecchia" la legge della portanza alare, che continua tuttora a tener su aerei ed uccelli...Mi scuso per l'esempio idiota, ma questo, almeno, è ciò che penso io.
Siate giusti più che buoni
Kempis

CORAZZATA POTËMKIN PRESENTE !

Il messaggio di Uranium piace a:
pierotto 52
Avatar utente
Uranium
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 1554
Iscritto il: lunedì 14 luglio 2014, 21:20
Località: Modena
“Mi Piace” dati: 716 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1329 volte
Religione: Spiritualista

Re: Kardec e i Cerchi: affermazioni concordi o discordi?

Messaggioda pierotto 52 » sabato 2 luglio 2016, 10:33

: Smile : Ciao Uranium, trovo che la tua spiegazione sia molto chiara e logica, grazie :cuoricini: Ciao Alex, non capisco, e se puoi chiarire ti ringrazio, il significato di "roba vecchia" riferito ad insegnamenti che, a mio parere, sono sempre attualissimi. :cuoricini: Piera
Avatar utente
pierotto 52
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 3923
Iscritto il: venerdì 13 settembre 2013, 12:20
Località: Modena
“Mi Piace” dati: 3233 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1602 volte
Religione: cristiana

Re: Kardec e i Cerchi: affermazioni concordi o discordi?

Messaggioda Reminiscenza1 » sabato 2 luglio 2016, 11:23

Ciao a tutti. In effetti il termine " roba vecchia", riferito ad una dottrina, e' inappropriato. E' come affermare che cio' che era valido un tempo, ora non e' piu' valido perche' le idee sono cambiate. Ma una Fede, una convinzione, non possono essere soggette a cambiamento. A meno che anche Dio emani delle leggi che, per la legge di evoluzione, devono essere riviste e corrette nel corso dei secoli.Cosi', se ai tempi di Kardec esisteva il basso Umbral, in cui le anime fortemente peccatrici soffrivano, ora Dio si e' " ammorbidito", e manda tutti, indistintamente, in livelli astrali piu' sopportabili. Pero' non sarebbe giusto, a meno che le suddette anime fortemente peccatrici, non debbano riequilibrare la propria posizione soltanto nella successiva incarnazione, che dovra' essere, ovviamente, pesantissima. Sono tutte ipotesi, ovviamente. :yess:

Il messaggio di Reminiscenza1 piace a:
pierotto 52
Avatar utente
Reminiscenza1
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 3118
Iscritto il: giovedì 12 dicembre 2013, 15:35
“Mi Piace” dati: 843 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1337 volte
Religione: incerta

Re: Kardec e i Cerchi: affermazioni concordi o discordi?

Messaggioda daluoghiremoti » lunedì 2 ottobre 2017, 23:55

Ciao ed un grande abbraccio a tutti.
Manco da un po' sul forum anche perchè mi sono interessato alle argomentazioni di Mauro Biglino sulla Bibbia, ma questo è un altro discorso. Riprendo questo topic interessantissimo e ringrazio Alex per l'insistenza delle sue domande. A mio avviso è fondamentale capire perchè ci siano differenze sostanziali (come quella delle reincarnazioni che per Kardec avvengono in questo e in altri mondi mentre per il CF77 avvengono solo sulla Terra) fra il messaggio di Kardec e quello del CF77. Il CF77 gode di grande prestigio, ma anche a me il suo modo così complesso di esporre i concetti mi trasmette più di qualche perplessità. Quindi che facciamo? CF77 sì o CF77 no? Perchè su Kardec non si discute !

Il messaggio di daluoghiremoti piace a:
pierotto 52
Avatar utente
daluoghiremoti
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 422
Iscritto il: sabato 18 giugno 2011, 13:15
“Mi Piace” dati: 109 volte
“Mi Piace” ricevuti: 212 volte
Religione: cristiano

Re: Kardec e i Cerchi: affermazioni concordi o discordi?

Messaggioda Uranium » martedì 3 ottobre 2017, 20:34

Ciao, Daluoghiremoti, ben ritrovato!
Non sei certamente l'unico a ravvisare contraddizioni, almeno apparenti, o a sviluppare perplessità di fronte ad un insegnamento così ampio e profondo come quello del CF77 o di altri Cerchi...Anzi! Io stesso, e perfino coloro che ebbero il privilegio di prendere parte alle riunioni non hanno avuto o non hanno sempre le idee completamente chiare. Ricordo bene come, dopo gli incontri del sabato a Firenze, ci si riuniva per la tradizionale "pizzata" al ristorante: non immagini che razza di discussioni ne uscivano! Naturalmente non si altercava, ma si sviluppavano poderosi brain stormings dai quali si comprendeva molto bene come ognuno di noi avesse recepito a modo proprio il senso delle lezioni e come i punti di vista divergessero con facilità. Figuratevi: un centinaio di persone di ogni sesso, età ed estrazione sociale che, mentre stanno gustandosi una margherita o una quattro stagioni, discutono animatamente di reincarnazione e di libero arbitrio...Un bel "pollaio", senza dubbio!
Chi detiene la Verità? Kardec? I Maestri del Cerchio? Ognuno di essi o nessuno di essi? Probabilmente una risposta univoca e insindacabile non esiste. La sola cosa che so e che ricordo bene per averla letta mille volte nei libri del CF77 è contenuta in quella famosa affermazione: -Non prendiate per oro colato quanto vi diciamo; voi dovete assimilare unicamente quanto la vostra mente e la vostra logica sono in grado di accettare senza forzature. Tutto il resto, comunque, sarà valso a procurarvi quello struggimento che è vitale per lo spirito.
Siate giusti più che buoni
Kempis

CORAZZATA POTËMKIN PRESENTE !

Il messaggio di Uranium piace a:
pierotto 52
Avatar utente
Uranium
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 1554
Iscritto il: lunedì 14 luglio 2014, 21:20
Località: Modena
“Mi Piace” dati: 716 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1329 volte
Religione: Spiritualista

Re: Kardec e i Cerchi: affermazioni concordi o discordi?

Messaggioda Alex » mercoledì 4 ottobre 2017, 8:34

Buongiorno,
io penso come "Daluoghiremoti". Qualcosa non quadra. Scusate la schiettezza ma se dobbiamo fare un forum serio è giusto che apriamo un dibattito serio e privo di presunzione di conoscere la verità. Dobbiamo cioè, se concordate con me e con quello che mi sembra giusto, e comunque in linea anche con le parole di kardec e dei maestri, avere l'umiltà di dire "ciò che penso può essere sbagliato".
1- Per rispondere a Pierotto: io concordo con quanto dice uranium sul fatto che ci sono verità incrollabili come l'esempio che ha fatto lui sulle leggi gravitazionali del volo degli uccelli che sarano valide per sempre. Le parole di Gesu, di Kardec e dei maestri in generale si riferiscono a tali verità incrollabili. Tant'è vero che Gesu stesso disse "tutto passerà, ma le mie parole non passeranno: chi ha orecchi intenda". Coloro che hanno contestato i miei dubbi sono alcuni esponenti del cerchio IFIOR a cui mi sono rivolto poiché ho notato dei contrasti su quanto afferma Kardec e il cerchio firenze 77, uno di questi è quello sul luogo in cui avviene la reincaranzione (lo ricorda benissimo "daluoghiremoti) per kardec avviene in vari mondi mentre per il cerchiofirenze77 solo sulla terra. Per il cerchio ifior le parole di kardec sono ormai dell'800 e quindi superate.
2- Un altro esempio: il dialogo tra Gesu e Nicodemo ha significato diverso per gli spiriti di Kardec (libro "vangelo secondo gli spiriti" pagine 68,69,70 e 71" e per gli spiriti del cerchio firenze 77 (libro "per un mondo migliore" a pagina 67". Per i primi si tratta della reincarnazione, di una vera rinascita di corpo e spirito in vite realmente e materialmente successive; per i secondi invece si tratta di una rinascita spirituale come cambiamento del nostro modo di pensare che avviene continuamente nella vita di tutti i giorni e cioè allo stesso modo di come insegna la dottrina cattolica. A me sembrano due concetti con un'enorme differenza. Non so a voi.
3- Se i maestri, come ci ricorda uranium, affermano "Non prendiate per oro colato quanto vi diciamo; voi dovete assimilare unicamente quanto la vostra mente e la vostra logica sono in grado di accettare senza forzature. Tutto il resto, comunque, sarà valso a procurarvi quello struggimento che è vitale per lo spirito." Cosa significa per voi? Per me significa che i maestri possono sbagliarsi? Se la risposta a questa domanda è affermativa, la conclusione non può essere che una sola: qualunque cosa che affermano i maestri può essere falsa. Ora la domanda è: se le affermazioni dei maestri sono false, quali lo sono? quando? e perché? E soprattutto, chi ce lo dice quando ci troviamo di fronte ad una falsa verità?
Abbiate per favore l'umiltà di riflettere su questi ragionamenti e non abbiate paura di modificare le vostre convinzioni sebbene possiate sentirvi sconvolti e non più solidali gli uni con gli altri. Ricordate che le nostre convinzioni se ferme e radicate, e senza alcuna volontà di verificarle, possono ritardare il nostro progresso. E non mi sembra affatto poca cosa. Non so a voi.

Il messaggio di Alex piace a:
daluoghiremoti
Alex
Avanzato
Avanzato
 
Messaggi: 50
Iscritto il: giovedì 1 dicembre 2011, 12:29
“Mi Piace” dati: 1 volta
“Mi Piace” ricevuti: 6 volte
Religione: scienza

Re: Kardec e i Cerchi: affermazioni concordi o discordi?

Messaggioda Lory 61 » mercoledì 4 ottobre 2017, 11:15

Ciao Alex, questa è la mia molto modesta opinione: lo spiritismo è nato in un'epoca in cui è vero che esistevano o erano già vissuti filosofi di grandissimo spessore, ma la maggioranza della popolazione era quasi analfabetizzata. Quale fu lo scopo delle prime manifestazioni spiritiche? Quello di far conoscere alla massa la realtà della sopravvivenza, e la capacità degli spiriti di comunicare con la nostra dimensione. Ora, come avrebbero potuto esprimersi con paroloni o esporre concetti sofisticati, quando la massa era poco istruita e soprattutto ignorava l'a b c del fenomeno?
Kardec ha analizzato e catalogato con rigore scientifico le più attendibili manifestazioni, per questo i suoi scritti costituiscono la base della filosofia spiritica, filosofia che non si discosta di molto dai concetti basilari del cristianesimo.
Dalle mie comunicazioni metafoniche, in linea con quelle di altri metafonisti, ho appurato che esistono degli stati di sofferenza nell'Oltre, anche se la persona di media moralità normalmente sta bene. L'unica cosa che si differenzia dagli insegnamenti cattolici è che la dannazione non è eterna: lo spirito, in tempi e con modalità diverse, potrà arrivare alla pace: forse intendono questo i maestri dei vari Cerchi? Mi potresti indicare per favore dove hai letto che tutti di là stanno bene? (non è una contestazione eh, solo per capire...)
La frase di Gesù nel colloquio con Nicodemo è molto controversa: fino al quarto secolo dopo Cristo la Chiesa ammetteva la reincarnazione, poi l'ha negata. A mio avviso, però, (concordo con quanto detto da Uranium in un post precedente), LA RINASCITA SPIRITUALE E QUELLA FISICA NON SONO INCONCILIABILI, MA POSSONO COESISTERE. Se anche Gesù si fosse riferito alla rinascita spirituale, egli non ha negato la possibilità della rinascita fisica, quindi io non trovo la posizione dei Cerchi SU QUESTA FRASE e la posizione di Kardec così inconciliabili.
Riguardo alla difficoltà di comprensione degli argomenti trattati dei maestri dei vari Cerchi, io penso a due possibilità:
1 - Sono Entità che provengono da dimensioni più elevate
2 - Gli argomenti basilari sono già stati ampiamente trattati e discussi, adesso quindi vengono esaminati argomenti più complessi. Probabilmente le due cose coesistono.
Per quanto riguarda la reincarnazione solo qui o su altri pianeti...mah , qui qualche spirito ha preso un abbaglio...credo comunque che esista un limite, che dobbiamo accettare, oltre al quale la nostra intelligenza non potrà mai andare.
Un saluto :F_ciao:

Il messaggio di Lory 61 piace a:
pierotto 52
Lory 61
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 956
Iscritto il: mercoledì 8 giugno 2016, 14:39
“Mi Piace” dati: 469 volte
“Mi Piace” ricevuti: 448 volte
Religione: cristiana

Re: Kardec e i Cerchi: affermazioni concordi o discordi?

Messaggioda Uranium » mercoledì 4 ottobre 2017, 18:35

Alex ha scritto:per kardec avviene in vari mondi mentre per il cerchiofirenze77 solo sulla terra. Per il cerchio ifior le parole di kardec sono ormai dell'800 e quindi superate.
(...)Se i maestri, come ci ricorda uranium, affermano "Non prendiate per oro colato quanto vi diciamo; voi dovete assimilare unicamente quanto la vostra mente e la vostra logica sono in grado di accettare senza forzature. Tutto il resto, comunque, sarà valso a procurarvi quello struggimento che è vitale per lo spirito." Cosa significa per voi? Per me significa che i maestri possono sbagliarsi? Se la risposta a questa domanda è affermativa, la conclusione non può essere che una sola: qualunque cosa che affermano i maestri può essere falsa. Ora la domanda è: se le affermazioni dei maestri sono false, quali lo sono? quando? e perché? E soprattutto, chi ce lo dice quando ci troviamo di fronte ad una falsa verità?
Abbiate per favore l'umiltà di riflettere su questi ragionamenti e non abbiate paura di modificare le vostre convinzioni sebbene possiate sentirvi sconvolti e non più solidali gli uni con gli altri. Ricordate che le nostre convinzioni se ferme e radicate, e senza alcuna volontà di verificarle, possono ritardare il nostro progresso. E non mi sembra affatto poca cosa. Non so a voi.


Alex, devo innanzitutto contestare la prima delle affermazioni, cioè che secondo i Maestri del CF77 la reincarnazione avverrebbe soltanto sulla Terra. Nel volume Maestro, perchè?, infatti, che è un po' un compendio dei vari insegnamenti trasmesso (se non ricordo male) da François, alle pagine fra la 185 e la 187, si parla della possibilità di vita su altri pianeti. Qui si afferma, fra l'altro: "Certo che esistono altre forme di vita su altri pianeti, altre civiltà più prosperose della vostra, sia dal punto di vista tecnologico, sia dal punto di vista spirituale". Ora, se la reincarnazione fosse possibile soltanto nell'ambito di un unico pianeta, cosa distinguerebbe gli spiriti destinati a popolare solo la Terra da quelli "ammessi" a dare vita ad altre civiltà più evolute su altri pianeti? Bisognerebbe concludere che Dio, durante la creazione, faccia delle differenze sostanziali, ovvero possa creare entità precluse a raggiungere livelli elevati di coscienza e di evoluzione, il che è un assurdo; poichè Tutto è Uno e se accettiamo l'Assoluto come Suprema Giustizia, è quindi chiaro che qui si parla unicamente in termini di differenti livelli evolutivi, da cui si evince che anche un'entità vissuta sulla Terra può essere ammessa, (una volta raggiunto il livello evolutivo adatto e quando ciò servisse al suo progresso), a vivere su un altro pianeta, magari nell'ambito di una civiltà più avanzata.
Ancora, ne Le grandi verità ricercate dall'uomo, si parla di come le "razze" (intese come "scaglioni di anime") lascino la Terra una volta addivenute a certi livelli evolutivi per lasciare il posto ad altre "razze" più inevolute e quindi bisognose di esperienze in ambienti imperfetti come quello che conosciamo.
Circa l'invito dei Maestri a "non prendere per oro colato" i loro insegnamenti, ciò non significa affatto che essi possano essere falsi o sbagliati. Il solo significato che si può dare a tale affermazione è che non siamo costretti ad accettarli anche quando li troviamo incongruenti con il nostro raziocinio, che è pur sempre una proiezione limitata di noi stessi. Non è detto, in altre parole, che quanto ci può apparire illogico sia per forza anche sbagliato, soprattutto tenendo conto della nostra limitata condizione di incarnati. Perdere la propria vita per salvarne un'altra, tanto per fare un esempio, può apparire irrazionale dal punto di vista del proprio ego, ma non è certo "sbagliato" dal punto di vista cristiano. Al contrario, sterminare un'intera popolazione di indigeni può essere del tutto "logico" per chi intenda impadronirsi delle risorse naturali presenti nelle terre che essi abitano, ma è profondamente sbagliato dal punto di vista umanitario e spirituale. In ultima analisi, e' solo il nostro livello evolutivo a stabilire, per noi, cosa è giusto e cosa è sbagliato.
Non bisogna dimenticare, infine, che i Maestri del CF77 si sono sempre rivolti al loro pubblico con grande umiltà, tanto che Dali, in un passaggio tratto da non ricordo quale volume, così inizia una frase: "Se voi, per bontà vostra, credete che la voce che vi parla vi giunga dalla dimensione dei disincarnati..."
Concordo con te, invece, a proposito dell'umiltà di essere pronti ogni volta a rimettere in discussione le proprie convinzioni, e con quanto si dice nel Cerchio IFIOR e anche Lory ribadisce, cioè che le comunicazioni pervenuteci da Kardec erano rivolte ad un pubblico ancora, per così dire, relativamente "acerbo" in merito a determinate conoscenze, quando il movimento spiritista era ai suoi albori. E nemmeno questo, se si osserva bene, significa che esse fossero per forza menzognere. Trovo fuori luogo, invece, tanto per dirla tutta, il termine "superate", in ragione di quanto affermavo a proposito della validità delle leggi universali.
Siate giusti più che buoni
Kempis

CORAZZATA POTËMKIN PRESENTE !

Il messaggio di Uranium piace a:
pierotto 52
Avatar utente
Uranium
Esperto
Esperto
 
Messaggi: 1554
Iscritto il: lunedì 14 luglio 2014, 21:20
Località: Modena
“Mi Piace” dati: 716 volte
“Mi Piace” ricevuti: 1329 volte
Religione: Spiritualista

PrecedenteProssimo

Torna a Autori dello Spiritismo - Citazione d'Aiuto

Chat Room Vita Oltre la Vita
Commenta:

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite