Vita Oltre La Vita

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Cerchio Verde di Venezia

Cerchio Verde di Venezia

E-mail Stampa PDF

colibrì

www.cerchioverde.net

Scarica la Storia del Cerchio Verde (Powerpoint PPS)

Ogni cosa è meglio sapere ...

Gli autori di questo nuovo sito mi hanno chiesto di scrivere due parole sulla mia ricerca metafonica e spirituale, che da 31 anni ha coinvolto la mia vita .

Se ci penso sono nata nell'altro secolo. Sono vecchia? sono giovane? Non lo so, so solo che sono io, una donna che vi racconta un po' del percorso della sua ricerca e del gruppo che si è costituito in funzione di essa .

Attraverso una lunga serie di esperimenti ho avuto tutte le prove necessarie per creare il "Cerchio Verde", un gruppo di liberi consensi che si incontrano ogni martedì del mese, per parlare tra noi del dolore, del perché del dolore, della vita, della malattia, ecc..ecc.., ma soprattutto imparare l'autogestione della metafonia, per creare un contatto con il proprio caro che ha già "varcato la soglia", così da rendersi libero da ogni dipendenza esterna .

Questa "realtà" si può gestire da soli, certo non è facile ma nemmeno difficile, basta prendere le giuste nozioni, metterci tanta buona volontà e costanza. Fatto questo, scopri la tua libertà di contattare il tuo caro quando, come e dove vuoi .

Nella sua trentennale esistenza, il Cerchio Verde ha partecipato e partecipa a numerosi congressi, ha distribuito sempre rigorosamente a titolo gratuito i suoi libri a chi ne ha fatto richiesta .

Il Cerchio non è solo Metafonia, instaura rapporti di amicizia, che è anche comunicazione di bene, coraggio e speranza nei momenti tristi, altrimenti non si spiegherebbe il conforto che si attinge al Cerchio, come dimostra chi riesce ad uscire dal tunnel della disperazione, ritrovando il sorriso, sentendosi illuminato da una nuova speranza che gelosamente custodisce come prezioso tesoro.

Con questa mia ricerca iniziata negli anni 1978, ho imparato che attraverso il dolore si amplifica l'Amore, l'Amicizia, tendendo una mano, molte mani, per aiutare chi piange e non capisce il perché della situazione che vive.

Insomma penso di aver fatto un cammino non solo nel dolore ma nella conoscenza togliendomi il "velo di maya", scoprendo una realtà a me sconosciuta che mi ha aperto la porta del cielo.

Tutto questo non lo sento come un sacrificio perché in cambio "LORO" continuano a darmi sempre di più .

 

A sempre Adriana Scaficchia. 1 Marzo 2009.

 

Rivolgendomi ai lettori con doveroso rispetto,

non è cosa facile parlare della "vita oltre la vita", conosciamo la vita e la morte, ossia la morte attraverso la morte di altri, per cui è difficile stabilire e compenetrale la cultura della morte, finché non ci si rende conto di essere in natura spirito, il quale è il "sospiro della vita" il principio primo dell'uomo ed elemento essenziale che correda il mistero che avvolge la vita e la morte dell'uomo.
La speranza sulla sopravvivenza è costante in tutti i popoli della terra, coinvolge le culture e le più alte filosofie spirituali, le religioni orientali e occidentali. Lo studio e la ricerca scientifica hanno sempre proposto di verificare la realtà della sopravvivenza senza riscontro, sembra però che sia la chiesa cattolica e la sua teologia che possieda l'assoluta verità, ed è il referente di un al di là come riferimento con i mitici comparti : Il Purgatorio, L'Inferno ed il Paradiso. Comunque nulla da dire sul cattolico cristiano che crede nella fede, la facoltà di scelta è in piena libertà dell'uomo ed è un diritto di ogni cittadino.
E' risaputo che la cronistoria dello spiritualismo è antica quanto la storia dell'uomo e riferimenti storici abbastanza recenti ci fanno comprendere che lo spirito è energia pulsante e costituisce la materia dell'uomo nella vita terrena e con la morte fisiologica dell'uomo stesso, lo spirito si libera dagli stretti confini della materia solida dell'uomo e ritrova la sua originaria libertà . Poi avviene la mutazione e il disfacimento della materia, che è composta di atomi, di neutroni che compongono le nostre cellule le quali contengono elementi spirituali per cui i neutroni non muoiono mai ma restano viventi ! E per la loro condizione spirituale continuata dal principio Universale ritrovano l'Unità Dell'Ente . Lo spiritualismo e la filosofia dei grandi pensatori spaziano ipotizzando la verità sullo spirito, la cui conoscenza rivela che è il corrispondente superiore dei cinque sensi tanto proclamati, condivisi e accertati.

Lo spiritualismo è stato molto limitato e l'evoluzione che ha raggiunto non gli è stata facile già dal tempo del concordato di Nicea, quando la gente percepiva il frutto di queste funzioni partecipando al Culto di massa, credendo ciecamente all'idea dello spirito. Ma la nota più tragica e dolente che coinvolse lo spiritualismo e lo spiritismo, è stata che nella società di allora si scatenò la più inaudita violenza fra gli uomini, una calamità dovuta all'imperante ignoranza e alla miseria che regnavano, in cui seminava fra le fazioni in lotta, sgomento dolore e delitti fratricidi ecc... Ma il tempo arricchiva l'uomo di conoscenze nuove, malgrado ciò fra la gente crescevano la superstizione e le mistificazioni, i ciarlatani diabolici con riti spirituali satanici, ecc... tutto ciò è stata la conseguenza che continuò a travisare e confondere le vere affinità spirituali e i loro culti. L'importanza della medianità "Vera" che cui obbedisce a leggi naturali, consente di dialogare con l'anima dei defunti, ha generato una diffidenza tale sulla realtà dello spirito, che è giunta ai giorni nostri senza capire che cos'è lo spirito: e si continua ad aver paura dello spirito, tanto è vero che se chiedi a qualcuno che cos'è lo spirito, rabbrividisce subito per paura e non vuole parlarne, perchè non sa di essere in "essenza spirito ".
Nella nostra esistenza fisica esistono leggi e principi Universali che inducono a coltivare il pensiero con più convinzione. Al di là del piano fisico esiste un mondo infinitamente sottile, spirituale immortale, un concetto di vita esistente diverso della vita fisica, in una condizione di " corpo luce " che si perpetua nel tempo. Oggi abbiamo il bandolo di una matassa che comprova tramite macchina elettronica l'intervento di entità spirituali (dei nostri cari defunti), stupefacente esperienza che ci coinvolge già da molti anni, in cui si coglie la naturalezza e la spontaneità di come di manifesta. Può essere un concetto strano, sia pure paranormale, ma per i suoi molteplici aspetti mette in crisi l'aspetto del mondo creduto esclusivamente fisico.


Con simpatia, cordiali saluti. Giorgio Penzo

Compendio storico sulla Metafonia .-
(Ascolto delle voci dell'al di là ) .-
Marzo 2009.

Viviamo in un'epoca caratterizzata da continui progressi in ogni campo . I moderni mezzi di comunicazione ci mettono a portata di voce con l'altra parte del mondo e l'uomo continua a crescere, non solo studiando e rendendo la tecnologia sempre più sofisticata di strumenti elettronici e di grande comunicazione , ma si riserva come sempre ,di indugiare nella ricerca di studiare e analizzare per scoprire il mistero che avvolge la propria natura apparentemente inspiegabile . Il fenomeno naturale della manifestazione delle voci dell'al di là , per quanto complesso è nel suo contenuto , forse ci viene in aiuto , in cui lascia molto spazio per una corretta ricerca che deve portare ad una conclusione certa . La storia ricorda che attraverso i secoli , il genio umano creò affascinanti invenzioni , invece questo stupefacente fatto che provoca tanto stupore e incredulità nasce spontaneo e fa parte della storia odierna .

Sicuramente la prima esperienza che confermava le incisioni delle voci sul nastro magnetico si ottenne nel settembre 1952 , nel gabinetto di fisica sperimentale di ossilografia , nell'Università del Sacro Cuore di Milano , ad opera di Padre Agostino Gemelli e Padre Pellegrino Ernetti . Scienziati oltre che sacerdoti . Rimasero sbalorditi nel riascoltare le voci incise in cui si presentava il papà defunto di Padre Agostano Gemelli . Superato il momento con serenità fecero ascoltare le voci a tutti i confratelli presenti nell'istituto e tutti confermarono di sentire le voci , anch'essi stupefatti del fatto .

Però la notizia di questo evento non si sparse da questo istituto , invece il fatto si divulgò rapidamente quando negli anni 60-70 , il Prof. Kostantin Raudive , e il Prof. Friedrich Jurgenson , in momenti diversi , casualmente anch'essi udirono e registrarono le voci paranormali "dell'al di là " . Con la loro partecipazione a congressi e convegni , con relazioni e documentazioni di migliaia di nastri registrati delle voci , confermarono eccezionali esperimenti di comunicazione elettronica con il mondo dei defunti ,determinando grosso interesse che si divulgava in Italia e in Europa .

Grandi pionieri della metafonia contribuirono a divulgare questa realtà che si rivela in questa nostra epoca , come per esempio : il signor Conte Mancini Spinucci , la signora Gabriella Alvisi , il signor Bacci , il signor Mario Mancigotti, con il suo movimento della Speranza , il prof .Mangani di Udine ed altri , e di volta in volta si aggiunsero nuovi sperimentatori , al punto che ancora oggi si realizzano convegni e congressi tre quattro volte all'anno in merito alle voci dell'al di là .

Anche padre Pellegrino Ernetti , che studiava le cos' dette presunte "voci" ,( voci dell'al di là) , in un certo periodo fu invitato a partecipare a convegni e congressi . Precisamente nel Castello di Cardarola (Macerata ) ,8 -9 - 10 , Giugno nel 1973 , organizzato dal presidente Conte Mancini Spinucci , poi a Recanati e nell'anno successivo nel mese di Ottobre a Fermi , quindi un po' dappertutto. La cosa si presentava difficile , perché le esperienze di Padre Ernetti che presentava sulla fenomenologia venivano commentate con diniego , non da scienziati , ma da parapsicologi che di scienza fisica non sanno nulla , ed erano sempre presenti in questi convegni . Quindi non si poteva sviluppare un dialogo che portasse ad una possibile convergenza , in cui la parapsicologia indicava la metafonia un falso non veritiero . Invece per Padre Ernetti , la parapsicologia non è scientifica perché le loro interpretazioni su questi fatti sono strettamente soggettivi , mentre noi parliamo di fatti oggettivi , come in realtà sono .Arrivato a queste conclusioni , Padre Ernetti , non volle più partecipare a congressi e incontri e rifiutò tutti gli inviti successivi ai convegni .

Da allora la ricerca continua e con la pratica metafonica la quale consente di contattare l'altra dimensione .
Gruppi di sperimentatori lo fanno in associazioni o gruppi privati ecc,, come per esempio : Il Cerchio Verde di Venezia , che dal 1978 , con tale pratica cerca in qualche modo di capire il processo che genera questa fenomenologia che ci fa giungere le voci dal mondo dei nostri cari defunti . Con ferma posizione il Cerchio Verde tiene ad informare sulle proprie esperienze, ma soprattutto si adopera per l'autogestione degli ascolti ,aiutare gli interessati ad essere indipendenti da qualsiasi tramite .
Il metodo unico e praticato per l'ascolto delle voci dell'al di là è la pratica metafonica , che consiste nell'uso di un registratore , che dopo i primi ascolti si può valere dell'ausilio della radio che sintonizzandosi sull'onda provabile permette una ricezione migliore .

Il fisico francese Jan Scharon , esperto dello studio delle teorie scientifiche spirituali , in molti anni di sperimentazione va affermando che è possibile che lo spirito , che non ha bisogno di manipolare energie già esistenti , essendo energia spirituale infinita ,abbia soltanto il problema di trasformare tale energia . Quindi è possibile che tale energia vada creare un processo dinamico , riuscendo a comunicare la propria presenza con la tecnica metafonica .

Le relazioni lasciate scritte da Padre Ernetti , dicono : Secondo la dottrina la morte ricorre originariamente per il peccato dei nostri progenitori , ovvio questo è un segmento della Chiesa ottenuto dalla rivelazione . Ma in qualità di scienziato , esso afferma infatti che la morte appartiene alla vita umana ,morte e vita si rincorrono vicendevolmente per disposizioni naturali . Quindi con la morte il corpo si dissolve e i suoi molteplici elementi costitutivi ? La morte come dissociazione dei due elementi è un fatto e se poi di fatto questi due elementi moriranno è un altro fatto . Lo spirito ammesso , deve essere ammesso come sostanza immortale . Scientificamente se esiste il tempo esiste lo spirito in quanto sostanza semplice , quindi sostanza immortale .

Nell'arco di oltre cinquanta anni di storia sperimentale sulla metafonia per l'ascolto delle voci dell'al di là ,non posso fare a meno di menzionare l'illustre sacerdote Padre Ulderico Magni ,religioso della compagnia di S. Paolo , studioso di fenomenologie preternaturali e paranormali ,colonna portante della metafonia e malgrado le sue molteplici attività culturali , è spesso presente a convegni e congressi sul tema della fede e scienza sulla ricerca della "metafisica ".
Padre Magni , grande per i suoi concetti sempre forti sul trascendente e immanente ed è convinto che i nostri cari defunti non sono tali perché essi sono vivi ! Il pensiero corre nel rapporto del messaggio che l'onda marconiana ci porta e da questo si comprende quale meraviglioso mondo ci accoglierà .

Altre informazioni scientifiche molto importanti ci giungono : da inattesi indizi sull'esistenza dello spirito da parte della nuova fisica , effetto straordinario più volte verificatosi in vari istituti di ricerca scientifica . Quindi la consapevolezza della tangibilità del fatto delle voci , "voci dei defunti in spirito" , che con le loro espressioni di contenuti e richiami anche in battute spiritose si rendono credibili , con le loro risposte razionali a domande che gli vengono poste , manifestano un evento scientificamente comprovabile .

La pratica metafonica per l'ascolto delle voci , oramai è molto diffusa e non da adito a conflitti per chi fede ha ; e non si può farsi fuorviare dal discorso facile che vieta di sconfinare dai dettami della Chiesa , altrimenti maturerebbero in noi remore ed inquietudini . Non si sconfina affatto dai dettami della chiesa poiché la pratica metafonica è induttiva alla fede e riesce dare" serenità."
L'attuale scienziato Antonino Zichichi , dice : la Fede e la Scienza sono doni di DIO . Cos'è la Fede ? La Fede è lo studio della logica del trascendente . Come arriva l'uomo alla Fede ? Risposta :Attraverso l'uso della ragione applicata alla sfera dell'immanente .

Ovviamente la resistenza esterna , il detrattore parla a sfavore perché non sa registrare e non riesce a raggiungere e superare la riva che limita la conoscenza , quindi non può conoscere il bagaglio di notizie che giungono tramite i messaggi carichi di significato , udendo con certezza quelle parole che ci riportano in vita dallo strazio , ritrovando affetto e amore di un sentimento creduto perduto . Non si potrà mai dire che la metafonia rasenta la stregoneria che è mistificazione volta a danneggiare il prossimo , tutt'altro chiunque può avvicinarsi alla metafonia strumentale , non occorrono doti eccezionali , ci vuole soltanto costanza e fede in quello che si fa , certi di non imbattersi in nessuna evocazione , ma riscontrando dall'ascolto delle voci registrate , la parola "chiave " che conferma nell'interlocutore l'entità del proprio caro estinto .


Per tanta gente colpita da lutto costituisce un incontro drammatico ,ma nel contempo fornisce grande fiducia per una nuova speranza che riesce placare il dolore e la disperazione dell'anima .
Rivolgendomi al detrattore con tutta la mia convinzione ribadisco , che sulla realtà delle voci dell'al di là , il fatto stesso della presenza delle voci conferma l 'esistenza e la presenza delle voci stesse . Tengo a sottolineare che la natura delle voci non è prodotto dalla nostra suggestione , come si vuol far credere , le voci si esprimono in maniera acustica e realizzano un ponte intercomunicante fra l'al di là e l'al di qua . Non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire , è importare la conoscenza al di la del contesto fisico che spesso viene semplicemente ignorato ostinatamente .

Concludendo : rilevo che questo eccezionale fatto scoperto casualmente con moderni strumenti elettronici , mi da pensare che forse esiste da sempre e sempre è stato ignorato .Oggi diventa un punto di partenza di studio e ricerca di nuove conoscenze che possano gettare luce sul mistero della morte e della vita che avvolge l'uomo . Quindi nessuna remora per la pratica metafonica , proprio perché si realizza con la tecnica elettronica è un fatto oggettivo che per i suoi contenuti induce alla fede . L' uomo d'oggi tende ad accostarsi alla verità che gli diano serenità e sicurezza e una valida ragione per capire cos 'è la vita .



A sempre ....Giorgio Penzo

Testi riflessivi di Giorgio Penzo sul forum

 

 

Contatti …in tempo reale con le voci dell’al di là .


La pratica d'ascolto delle voci dell'al di là si chiama metafonia ,( trascomunicazione strumentale metafonica ), una nuova realtà che rientra nel contesto spirituale nella vita dell'uomo. Al di là della storica filosofia spiritualistica , questa pratica offre soprattutto maggiore facilità e indipendenza dell'ascolto delle voci" supernormali". I messaggi che ci pervengono si ottengono con la pratica metafonica ,sono promettenti di speranza , colmi di fondamento e di contenuti chiari . Ci arricchiscono di conoscenza e affinità spirituale e qualità di pensiero , mirando all'altruismo e all'amore fraterno universale .
Nella pratica dell'ascolto e ricerca , si comprende l'esistenza di quel quid imponderabile per comunicare con lo "spirito" dei nostri cari defunti che è il presente per definizione , L'amore !

 

Queste care voci , cosi vicine se pur lontane evocano misteriosità solenne , sono voci che cantano come una sinfonia al cuore e alla mente che ci conducono a rivivere dopo lo strazio.
Le voci hanno sempre un senso , un significato , espresse in suoni vibrazioni e energie che spesso attingono da altre energie trovando supporto per prendere vita e tracciare il loro percorso , per trasferirci il messaggio. Le voci spesso sono metalliche , afone , tartagliate , ma spesso sorprendono per la loro perentoria chiarezza per essere percepite , analizzate e riconosciute .
Se l'animo è disposto a ricevere libero da ogni ansia , attendendo che accada l'evento in quel fil di voce e che tra le parole ascoltate ci giunge fino a noi il mormorio che ci lascia intuire l'eterno , l'amore e la sopravvivenza .

L'uomo malgrado tutto ha sempre cercato e ancora cerca con tutti i mezzi possibili di interloquire con l'anima dei propri defunti . In un tempo avveniva tramite l'esercizio della pratica" medianica "ancora oggi esercitata , per scoprire e conoscere una dimensione diversa di quella fisica , dove lo spirito dei defunti dimora nell'ipotetico al di là . Non si tratta di avere ferme convinzioni ad ogni costo , e nemmeno si tratta di inseguire delle chimere , e nemmeno si deve ostinatamente ignorare la possibilità di una nuova realtà , anche se l'evento è stupefacente . Siccome anch'io sono figlio di questo mondo , non posso fare a meno di osservare , di vagliare quello che salta agli occhi oggi , e quello che salta agli occhi oggi è un piano di conoscenza del tutto nuova che si può ottenere con l'esperienza pratica . Quanto si ascolta , si relaziona sempre con la realtà spirituale , in virtù del significato contenuto dipende dalle parole e dalle loro combinazioni sintattiche che producono il messaggio .

Posso capire che per molte persone tutto ciò possa apparire inconsistente , compenetrando il trascendente , ma la formazione della realtà spirituale , apparentemente sembra marginale ma costituisce la vita dell'uomo , ed è quello che ancora ignoriamo di essere in essenza spirito .
La ricerca può fornirci nuovi approcci che espanderanno la nostra capacità di capire , fino ad arrivare di prendere consapevolezza che l'essere umano è costituito dallo spirito formando un'unica identità .Le persone che incontriamo può darsi che possano aiutarci a scoprire e diventare consapevoli della verità . La scienza con la sua ricerca scientifica e ragionevolezza è la forma più alta della scienza stessa , ma non è esclusiva .

Chiaramente la natura è molto generosa , ci propone un fatto straordinario ; il dialogo in tempo reale fra l'al di là e l'al di qua , che si realizza con la trans comunicazione strumentale metafonica , fornendoci esempi di testimonianze credibili che continuano ad affermare la tangibilità dell'evento . La naturale spontaneità che si manifesta , esclude l'azione psichica di chi registra e ascolta le risposte delle voci supernormali , e le indicazioni e i concetti che noi sentiamo attraverso l'ascolto assumeranno delle proporzioni che non avremmo mai osato sognare .

La fenomenologia per l'ascolto delle voci dell'al di là , coinvolge emotivamente coloro che vivono la disperazione e il dolore per la dipartita di un congiunto , mutando i loro sentimenti in una speranza nuova che rincuora e rasserena ripristinando psicologicamente tutto l'essere . Che cosa c'è di più obiettivo di registrare elettronicamente le voci super normali su corpo macchina ? Esse sono ripetibili e documentabili . In somma questo evento è una realtà oggettiva contemplata nel nostro contesto fisico e in questa nostra epoca . E dal momento che la voce è l'espressione del fenomeno viene da noi percepita e abbiamo la certezza dell'esistenza reale di questa manifestazione fisica , cioè della voce . Che dovrebbe essere la negazione per eccellenza per lo scettico che nega l'avvenimento ingiustificatamente .

L'indagine sulla fenomenologia si condensa sempre più nella ricerca , per spiegazioni possibili , le resistenze esterne ci mostrano che non siamo ancora arrivati , però il fluire dell'evento che valica ogni frontiera ci prova che siamo nella strada giusta . E la cara voce che ci parla , porta in sé il segreto della sua natura , fa comprendere senza misteri ciò che intende dire ; essa viene da noi riconosciuta in quanto le sue parole non inventano nulla ed esse vengono incise nel nostro cuore e nella nostra mente come certezze , rivivendo quel sentimento seppellito dal dolore più saldo della vita stessa .

Settembre 2010. Giorgio Penzo .

 

 

                                                                                                   Mestre  10.11.2008

 

ENERGIA UOMO 1° 

 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°° 

 

Come immaginerete , non vi parlo di energia  idroelettrica ,nè di energia geotermica , tanto meno di energia nucleare , tutto il più si potrebbe parlare di energia solare sfruttata  già dalla preistoria , per scaldare l'acqua e l'ambiente  e oggi sembra che godi di grande interesse  soprattutto per la crisi petrolifera . Invece parleremo con interesse  dell'energia del l'uomo,  l'energia  raggiata -  intellettiva che è lo" spirito" , sostanza semplice che necessita per definire l'individuo .

Quindi parleremo delle fenomenologie , o meglio di quella manifestazione delle voci del l'al di là che assistiamo in questa nostra epoca  e che la scienza  fisica  ancora non riesce dare spiegazioni in merito . Senza dubbi l'universo nasconde molto più di quello che concede  ai  nostri sensi limitati , tanto è vero che continuano cadere limiti stabiliti che parevano invalicabili . Si tratta di  certe teorie un tempo abbandonate , comunque molto affidabili  e oggi sono  tenute in considerazione in cui hanno permesso di scoprire l'antimateria ,  non solo ma si riesce anche a produrla . Quindi l'anti - materia  è una realtà nella quale la materia  e i suoi costituenti  hanno una carica elettrica opposta , e  se la materia e l'anti materia vengono a contatto si annichiliscono , cioè si distruggono  trasformandosi in energia .

  

 

Alcuni dettagli scientifici  affermano  un nuovo stato  della materia denominata materia oscura  , proprio perché è impalpabile e inconsistente.  Non è appropriato  parlare di materia oscura , se mai di  materia inconsistente . Elemento invisibile che per la sua forma e dimensione si riversa  e si espande in tutto il micro-macro-ultra cosmo . Spesso si intravedono con apparecchiature appropriate , degli effetti  speciali detti  ectoplasma a forma di  nebulose trasparenti e irregolari ,  spesso di forma circolare , pare che ciò avvenga su campi detti unificati densi di una sorta di magnetismo  che resistendo alla forza gravitazionale , saltellano in lungo in largo effetto straordinario  condizionato  dall'energia che si propaga nello spazio .

 

La storica filosofia spirituale  con le sue teorie probabili , indica  che l'energia dell'essenza spirituale  è una realtà domiciliata  nella zona di frontiera  fra il mondo fisico e il mondo sottile, spirituale . Certamente per coloro che si trovano in difficoltà di ammettere il mondo spirituale  specialmente la cultura dominante che non sapendolo identificare  malgrado il suo sapere , semplicemente dice che non esiste . Ma ci sono uomini che non vogliono abbandonare il pensiero che al di là del mondo fisico ci sia il mondo spirituale . L'essenza in spirito , l'interlocutore giunto con la voce dell'al di là  per dialogare con noi terreni , ci  porta conoscenze nuove e  l'identità dei nostri cari , malgrado lo stupore che genera  l'evento è un fatto  tangibile , affidabile e  credibile  perché è registrabile.

 

Le sorprendenti scoperte della fisica in questo ultimo secolo potrebbero scientificamente confermarci  l'esistenza dello spirito, coadiuvato oggi con lo spiritismo scientifico che come  altre scienze materiali ,essendo scienza di

Dio , non si limita a deduzioni dell'opera della creazione , ma scruta quanto esiste e ci perviene dall'universo , dal quale trovare una risposta all'esistenza dell'universo stesso e della vita oltre la vita fisica .

La scienza fisica  conferma che esistono campi unificati  di energie elettromagnetiche , che si propagano come onde , con la loro  relatività condizionano la materia . In pratica l'universo che sembrava unicamente di materiale solido , fondamentalmente rivela  che parte di se è pura energia  immateriale con affinità intelligenti. Quindi , l'uomo non tarda a capire  che l'essenza dell'essere vivente  è lo spirito elemento costituzionale dell'uomo da quando esso prende vita .

 

 

 

L'essenza spirituale è raggiata , per cui penetra tutta la materia fisica ,è uno stato che equivale  all'elettricità , alle onde radio ,  ai raggi cosmici ecc.. Questa energia  irradia il pensiero dell'essere vivente  che filtrato dalla mente , nega o attua secondo le proprie scelte dovute dalla volontà ,cosa che non è visibile  , però spesso sono i suoi effetti  che possono diventare visibili.

Gli uomini terrestri sono le cellule fisiche  più elevate dell'organismo fisico del globo terrestre . Sia il globo terrestre e il sistema solare sono esseri viventi ,  sorretti da energie cioè centri energetici . L'uomo in generale e tutti gli esseri viventi vivono in un mondo non fisico , prima della loro nascita  e dopo la loro morte fisica .

 

Quindi esistevamo prima  ed esisteremo anche dopo la così detta morte , che non è morte , ma è soltanto il ritiro  e il disfacimento della materia fisica .  Gli esseri viventi esistono fuori della materia , ma creano e sperimentano attraverso la materia stessa . Noi in effetti siamo tutti esseri in spirito, quindi  invisibili e possiamo fare esperienza ed evoluzione  di noi stessi  solo mediante  gli effetti  da incarnato  nella condizione fisica .

La chiesa stessa da sempre ammette l'esistenza dello spirito, ha qualche remora per le voci del l 'al di là  per timore dell'insidia alla fede , ma l'uomo di fede sta molto attento nel rispetto della propria fede ,però  non potrà mai ignorare né negare , il capolavoro della natura che è l'uomo stesso ,  in cui DIO gli ha dato un corpo fisico-spirituale per mettersi in relazione con il mondo dell'invisibile  e le voci dell'al di là , non devono  preoccupare nessuno , perché esse sono induttive alla fede  non riduttive come qualcuno vuole crede. La filosofia spirituale ha sempre esaltato la realtà dello spirito  fornendo emozione e grande stupore fra la gente di tutte le epoche , al punto tale che oggi la scienza ufficiale , non può più negare l'esistenza dello spirito, anche se non siamo in una fase conclusiva , sicuramente  siamo agli inizi di un'era nuova e con grande trepidazione la ricerca fisico scientifica continua a passo della filosofia spirituale che  superando le varie correnti di pensiero permetteranno  di unire in un'intesa congiunta sempre più provabile  fra scienze e spiritualismo . 

 

La società contemporanea sta vivendo molti eventi in un rapido sviluppo dovuto alla tecnologia , all'elettronica , la quale consente  di captare e registrare energie dallo spazio ,in particolare l'energia -dell'essenza spirituale  di coloro che fisicamente non sono più tra noi .Per quanto tutto ciò sia difficile  ammettere e credere  non possiamo negare le prove che abbiamo alla macchina  , che comprova una intelligenza che oltre entrare in relazione con noi  conferma il mondo dell'invisibile .

 

                  Quindi anche se la sfida vera sta nel capire la composizione dell'uomo  e il mistero che lo avvolge , si intravede che il rapporto fondamentale  fra gli elementi costitutivi della materia e l'energia luce - intellettiva  è primaria nell'essere umano ,  altrimenti non si coglierebbe l'identificazione individuale .       

Concludo con sincera speranza  nell'opera dell'uomo, il quale possa intraprendere grandi sviluppi  in una stabile coscienza collettiva , su fatti fondamentali e oggettivi , su queste constatazioni che ci giungono dal l'al di là della nostra sfera fisica ,straordinariamente  avvengono e si originano spontaneamente che tra l'altro ci rammentano di  non trascurare mai  il messaggio che viene dalla Natura .

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

 A sempre      Giorgio Penzo .